Acireale Calcio, il presidente D’Amico rassegna le dimissioni, la reazione del presidente della Consulta per lo Sport

553

Con questo comunicato il presidente Nicola D’Amico rassegna le dimissioni.

Nicola D’Amico (presidente Acireale Calcio): ” Dopo lunga ed attenta riflessione, alla luce di quanto sta accadendo ad Acireale nei confronti della mia persona e della squadra tutta e considerato il clima di intimidazione pur essendo primi in classifica ed in linea con i programmi di inizio stagione, prendo la decisione, mio malgrado, di rassegnare le dimissioni dalla carica di presidente dell’A.S.D. Acireale.
La società è a completa disposizione di quanti volessero rilevarla per proseguire il cammino da me iniziato”.

Afferma Massimiliano Trovato presidente Federazione Pattinaggio Sicilia e Presidente Consulta dello Sport Acireale: “Ho sentito poco fa il dimissionario presidente dell’Acireale. È molto amareggiato, stupito da un comportamento al quanto assurdo nei confronti suoi e della società. Gli ho espresso da uomo di sport, da presidente di federazione, di società della Consulta dello sport la mia vicinanza e il mio affetto e lo ho invitato a continuare e ritirare le dimissioni. Non può dimettersi un presidente solo perché lo vogliono alcune frange di tifosi. Non si possono chiedere dimissioni ad un presidente che ha speso soldi tanti soldi e che ha la sua squadra al primo posto. Adesso mi pioveranno le critiche dei tifosi, ma io che faccio sport dilettantistico ormai da decenni so che significa e so quanti sacrifici economici e non solo bisogna fare. Invito i tifosi a stare vicino alla squadra, a non mollare e a conquistare la promozione tutti insieme. Lasciate lavorare tutti con serenità e tranquillità fino alla fine del campionato, dopo tirerete le somme. Sarebbe un peccato non arrivare alla fine. W Acireale Sportiva”.

(red)