Acireale – Consiglio comunale in diretta televisiva su REI TV

Acireale – Consiglio comunale in diretta televisiva su REI TV

0 1047

ACIREALE  – La gara per aggiudicarsi la diretta tv del consiglio comunale acese è stata aggiudicata provvisoriamente (in attesa della valutazione delle autocertificazioni di rito) dall’emittente televisiva REI TV.  Con un ribasso del 3% l’emittente REI TV si aggiudica la gara per trasmettere in diretta (lo streaming nel canale istituzionale del Comune di Acireale sul canale Youtube sarà sempre attivo) le performances del consiglio comunale acese. Le altre emittenti che hanno partecipato alla gara, Sestarete con un ribasso del 23% e Etna Channel con ribasso del 6%, sono state escluse per delle imprecisioni nella presentazione delle buste. Le stesse hanno, comunque, la possibilità di legge per presentare, entro 30 giorni, ricorso.

Così dopo tre anni presto dovrebbe tornare la diretta televisiva del consiglio comunale, un modo come un altro per ascoltare e vedere i lavori del civico consesso e per raggiungere una platea di telespettatori di cui, al momento, non siamo davvero in grado di conteggiare gli indici potenziali d’ascolto. Di fatto abbiamo qualche riserva nel pensare masse di acesi, in prima serata e lungo la notte, rimanere sintonizzati ad ascoltare i consiglieri comunali, assessori e sindaco. In ogni caso la gara è stata espletata e se non vi saranno ricorsi dalle frequenze di REI TV chi vorrà e chi ancora sconosce (quanti?) il mondo del web potrà spingere il pulsante del vecchio e sempre valido telecomando e concedersi due ore di meritato show.

Mentre il mondo è dentro alle connessioni multimediali, mentre da Trump a Papa Francesco le comunicazioni avvengono tramite “social” e canali telematici istituzionali ad Acireale, dopo le pressanti richieste di alcuni consiglieri comunali, si ritorna al passato. All’interno della sala consiliare vi saranno le telecamere per lo streaming e quelle per la tivù, i consiglieri che si sono spesi per raggiungere questo risultato adesso possono dormire sonni tranquilli, i nonni e gli analfabeti digitali possono finalmente essere raggiunti e illuminati dai tanti argomenti consiliari espressi con la classica e fulgida dialettica politica. Un modo certamente indispensabile e di cui se ne sentiva un gran bisogno per alzare il livello culturale e raggiungere le masse di acesi che per troppi anni sono rimasti a digiuno di politica “televisiva”.

Dal telecomando, in media per due volte la settimana, in prima serata insieme al palinsesto  Sky, Mediaset e Rai ci sarà anche la diretta televisiva del consiglio comunale, un modo come un altro per addormentarsi sul divano.

Una sola richiesta ai consiglieri comunali, per favore non usate più il termine “viciniori” per indicare i Comuni vicini o confinanti o limitrofi. Viciniori non è un termine di pregio è solo obsoleto.

(mAd)