Acireale, raccolta e gestioni rifiuti il tar annulla la gara. Il sindaco Alì: “La sentenza prevede che il servizio rimanga attivo fino alla definizione della gara”

1752

Il Tar di Catania, ha accolto del ricorso dalla Senesi Spa ed ha annullato tutti gli atti di gara e dichiarato l’inefficacia del contratto di durata settennale stipulato con la Tekra srl.
Scrive il Tar di Catania: “In particolare deve rammentarsi che Tekra srl ha presentato un ribasso del 6,10% sull’importo a base d’asta, oltre Iva ed oneri di sicurezza non soggetti a ribasso, trasmettendo, in sede di verifica dell’anomalia, una piccola relazione, priva di alcun allegazione documentale, la quale deve conseguentemente reputarsi inidonea a comprovare la serietà dell’offerta economica formulata”. Il Tar ha dichiarato quindi inefficace il “contratto stipulato a far data dal definitivo espletamento della procedura di gara”.

Il sindaco Stefano Alì: “Ho già parlato con il segretario generale, vedremo insieme agli avvocati del Comune se ci sono i termini per fare il ricorso. Certamente lo farà la Tekra. L’aspetto positivo di questa vicenda negativa è che la sentenza prevede che il servizio rimanga attivo fino alla definizione della gara, vorrei tranquillizzare i miei concittadini che al momento non vi è nessuna emergenza rifiuti ad Acireale. Saranno gli avvocati a stabilire il da farsi”.
L’ex assessore Francesco Fichera: “Si dovrà riprendere attraverso l’Urega la medesima gara dal momento della valutazione della congruità dell’offerta. Così dice la sentenza e fino a che la gara non si conclude il contratto rimane efficace. Ovviamente restano ferme le possibilità di appello al CGA”.

(red)