Acireale, vince Grillo

3189

ACIREALE – Alla Camera per il collegio uninominale tra i due contendenti considerati alla vigilia “i big”, ci riferiamo a Basilio Catanoso per il centrodestra e Nicola D’Agostino per il centrosinistra, vince Giulia Grillo del Movimento 5 Stelle. Per la città delle cento campane e dal ferreo “status quo” il risultato elettorale suona come una rivoluzione, un sisma che ha scosso tutta la Sicilia che diventa così la principale roccaforte del Movimento 5 Stelle.

Elezioni importanti per la Nazione e che danno importanti indicazioni anche nel territorio acese. Una città ancora scossa dalle vicende giudiziarie che hanno coinvolto l’ex sindaco Barbagallo, una città che aveva sempre eletto Catanoso al Parlamento, decide di premiare Giulia Grillo con ben 11.851 voti di preferenza pari al 42.23% dei consensi. Il forzista Catanoso ottiene 9.826 voti (35.02%) e Nicola D’Agostino per il centrosinistra mantiene il suo zoccolo duro di elettori con 4.591 voti di preferenza per una percentuale del 16.36%.

Indicazioni importanti anche per le prossime elezioni amministrative? Difficile sovraporre il risultato delle nazionali con quello delle prossime amministrative quando insieme ai candidati sindaco scenderanno in campo un certo numero di liste a supporto e un esercito di candidati al consiglio comunale. Evidente, però, la disaffezione degli elettori acesi per la nomenclatura di sempre ed è chiaro che il ciclone M5S potrà essere un rivale combattivo per quelle che saranno le elezioni post Barbagallo.

(mAd)