Archiviata la querela di Carlo Chiarenza ad otto membri di FanCity Acireale

2567

Il 13 settembre 2013, appena dopo la sentenza della Santa sede che condannava Carlo Chiarenza alle pene previste dal Codice Canonico per i fatti relativi ad abusi sessuali denunciati da Teo Pulvirenti, su FanCity Acireale pubblicammo la notizia ed a seguito della stessa il Chiarenza decideva  di querelare per diffamazione alcuni membri del gruppo e un’amministratrice per alcuni commenti ritenuti diffamatori. Otto “commentatori” vennero, quindi, raggiunti dalla querela presentata da Carlo Chiarenza.

Dopo anni di attesa il procedimento penale  è stata archiviata perché “..i commenti appaiono riconducibili all’esercizio del diritto di critica costituzionalmente garantito…”

Dichiara l’avvocato Giampiero Torrisi legale dei querelati: “Il giudice per la indagini preliminari del Tribunale di Catania ha archiviato il procedimento penale a carico dei miei assistiti indagati per diffamazione a seguito della denuncia di Chiarenza per alcuni commenti pubblicati su FanCity Acireale.  Il PM ha chiesto l’archiviazione e il GIP ha archiviato il procedimento. La difesa dei soggetti indagati esprime la massima soddisfazione per l’esito del procedimento che ha visto prevalere le ragioni difensive manifestate al pubblico ministero”.

Si chiude così una storia che per diversi motivi ha lasciato tanti acesi sbalorditi per le note questioni che hanno coinvolto Carlo Chiarenza in riferimento alla vicenda che ha riguardato Teo Pulvirenti e la famiglia.

(red)