Artisti di Jaci – Francesco Mancini Ardizzone

Nato nel 1863 ad Acireale e morto a Catania nel 1948, all’età di 85 anni, fu allievo del Maestro-pittore napoletano Morelli . Scrive Frazzetto : ” Sciuti influenza non pochi pittori dell’ambiente etneo : ad esempio un altro morelliano, l’acese F. Mancini Ardizzone, ne riecheggia i modi nelle allegorie e nei lavori d’argomento sacro ” Scrive Matteo Donato su ” La Pinacoteca Zelantea di Acireale ” : “Dopo una prima educazione in patria presso il Bonaccorsi ,F. Mancini frequentò,a spese del Comune, l’Accademia di Belle Arti di Napoli ; ivi si formò sotto l’influsso di Morelli,Irolli ed Esposito ……In Acireale, tra le opere di maggior impegno ricordiamo gli affreschi della cupola e del transetto della Chiesa di San Sebastiano,i quattro riquadri per i tamburo della cupola della Cattedrale,ove affrescò pure le prime quattro lunette degli intercolumnii della navata centrale.Vanno ricordate altresì le seguenti pali d’altare : la Sacra Famiglia nella Chiesa dell’ Oratorio dei Filippini , il San Giovanni Battista nella omonima Chiesa di Acireale e la S. Lucia nella Chiesa Madre di Piedimonte Etneo . Ma dove meglio si rivela la sensibilità del Mancini è nelle piccole tele,allorchè ritrae la propria famiglia,gli amici a lui cari,le marine ed il paesaggio siciliano……. La vecchiaia nulla tolse alla operosità quotidiana di questo artista che rifuggì sempre da ogni forma di esibizionismo e che,lungi dalle contese,trovò nel lavoro il suo pieno appagamento ” .

dalla pagina galleriaroma.it

Foto autoritratto del pittore – Pinacoteca Zelantea Acireale