Dall'Italia
Notizie nazionali

0 385

“Be the change: unite for a better internet” è lo slogan del Safer Internet Day 2017 (#SID2017), la Giornata mondiale per la sicurezza in Rete istituita e promossa dalla Commissione Europea che, giunta alla sua XIV edizione, quest’anno si celebra oggi in contemporanea in oltre 100 Paesi per far riflettere le ragazze e i ragazzi non solo sull’uso consapevole della Rete, ma anche sul ruolo attivo e responsabile di ciascuna e ciascuno nella realizzazione di Internet come luogo positivo e sicuro.
In concomitanza con il Safer Internet Day, quest’anno, si è tenuta la prima Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo a scuola dal titolo “Un Nodo Blu – le scuole unite contro il bullismo”. Un’iniziativa lanciata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nell’ambito del Piano nazionale per la prevenzione del bullismo e del cyberbullismo a scuola.

0 983

Alda_Merini_3

A tutti i giovani raccomando:
aprite i libri con religione,
non guardateli superficialmente,
perché in essi è racchiuso
il coraggio dei nostri padri.
E richiudeteli con dignità
quando dovete occuparvi di altre cose.
Ma soprattutto amate i poeti.
Essi hanno vangato per voi la terra
per tanti anni, non per costruivi tombe,
o simulacri, ma altari.
Pensate che potete camminare su di noi
come su dei grandi tappeti
e volare oltre questa triste realtà
quotidiana.

0 465

embrioni

Corte Costituzionale: la selezione degli embrioni non è più reato nel nostro Paese, nel caso si tratti di interrompere la trasmissione di malattie genetiche e di altre patologie gravi previsti dalla legge 194 sull’aborto. 

La legge 40/2004 (sulla fecondazione assistita) perde dunque un altro dei suoi divieti antiscientifici, che negli ultimi dieci anni ha fatto sì migliaia di coppie fossero costrette ad andare all’estero per poter avere un figlio.

I giudici della Consulta hanno dichiarato illegittimo l’articolo 13 della legge che stabiliva il «divieto di sperimentazione sugli embrioni umani», in cui si contempla «come ipotesi di reato» la condotta di «selezione degli embrioni anche nei casi in cui questa sia esclusivamente finalizzata ad evitare l’impianto nell’utero della donna di embrioni affetti da malattie genetiche trasmissibili rispondenti ai criteri di gravità stabiliti con la legge sull’aborto e accertate da apposite strutture pubbliche».

Queste tecniche mediche erano normalmente praticate in Italia prima di questa legge, che nacque da un accordo trasversale in Parlamento fra cattolici di destra e di sinistra, e conteneva ad esempio l’equiparazione fra embrione e persona. Sono stati poi in questi anni i cittadini e le associazioni (come l’Ass. Luca Coscioni) a cancellare in tribunale, pezzo dopo pezzo, la norma.

 

 

Nuovo colpo messo a segno dal duo Sebastiano Manzoni e Antonio Belcuore. Grazie al sapiente ed ormai consolidato lavoro dei due nostri concittadini, il 18 settembre la grande scherma torna in Sicilia con una kermesse di sport e spettacolo decisamente imperdibile.

Tra assalti di spada e fioretto ragazzi (Garozzo e Fichera saranno presenti) e ragazze azzurre sfideranno atleti provenienti da tutto il mondo nell’evento conclusivo del progetto “Sport@Expo” che mirare a promuovere la “buona alimentazione per il buono sport”

Artisti internazionali sotto la regia di Guglielmo Ferro calcheranno il palco del Teatro Greco più famoso del mondo, per una serata imperdibile che sarà aperta a tutti senza alcun costo d’ingresso.

Se volete sapere di più su atleti e artisti che saranno presenti trovate tutte le info sulla pagina Facebook “Italia-Resto del mondo di Scherma” Coni_InvitoWeb_Scherma

Riportiamo il comunicato stampa diramato ieri dal CONI:

TAORMINA – Una serata di sport, spettacolo ed arte, all’insegna dell’orgoglio azzurro. E’ l’evento “Italia-Resto del mondo” di scherma in programma nello straordinario scenario del Teatro Antico di Taormina, venerdi 18 settembre alle ore 21.00.

Oggi, nella sala consiliare del Comune di Taormina, si è svolta la conferenza stampa di presentazione ufficiale dell’evento. Si tratta dell’ultima tappa dell’iniziativa “Sport @Expo” promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal CONI, che ha previsto la realizzazione di eventi sportivi di alto livello con richiamo nazionale ed internazionale, organizzati, in collaborazione con le Federazioni Italiane di nuoto, pallavolo e scherma, in alcuni dei più bei luoghi della penisola, con la partecipazione di atleti di caratura mondiale che consentiranno di attirare l’attenzione del grande pubblico sul progetto, sulle bellezze architettoniche e paesaggistiche del Paese e sulle sue eccellenze sportive.

A Taormina sarà di scena la grande scherma con una sfida tra le Nazionali azzurre di fioretto femminile e spada maschile, e le rappresentative di atleti del “resto del Mondo”.

Nello specifico, a sfidarsi nella cornice unica del Teatro Antico, sarà il “dream team” azzurro di fioretto femminile, composto da Valentina Vezzali, Elisa Di Francisca, Arianna Errigo e Martina Batini, che affronterà la squadra formata dalla tunisina Ines Boubakri, già bronzo a Kazan2014, la francese Ysaora Thibus, la statunitense Nzigha Prescod e la quotata tedesca Caroline Golubytskyi, vicecampionessa del Mondo 2013.

L’altro assalto che comporrà l’evento sarà quello di spada maschile tra l’Italia, formata da Enrico Garozzo, Marco Fichera, Andrea Santarelli e Gabriele Cimini, e la compagine del “resto del Mondo” composta dal campione olimpico di Londra2012, il venezuelano Ruben Limardo, il campione del Mondo 2015, l’ungherese Geza Imre, il campione africano, il senegalese Alexandre Bouzaid ed il bronzo olimpico di Pechino2008, lo spagnolo Jose Abajo.

“Sarà un evento dal grande fascino sia sul piano sportivo che per il luogo che lo ospita – ha dichiarato il Presidente della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso -. Saranno in pedana infatti alcuni tra i più grandi protagonisti del panorama internazionale delle due specialità ed, ancora una volta, sarà l’occasione per ribadire la leadership italiana nel mondo della scherma. Inoltre, la serata servirà anche a rinnovare l’orgoglio dell’essere oggi custodi di luoghi, quali il teatro Antico di Taormina, che rappresentano le punte di diamante del patrimonio architettonico ed artistico italiano. Plaudo – ha aggiunto Scarso anche in veste di VicePresidente vicario del CONI – all’iniziativa della Presidenza del Consiglio dei Ministri ed accolta dal Comitato Olimpico italiano, di coniugare le eccellenze sportive italiane ad alcuni luoghi simbolo del nostro Paese, in occasione di Expo Milano 2015”.

Alla scherma si abbinerà lo spettacolo, con momenti suggestivi dedicati a due elementi naturali, l’aria ed il fuoco, a cura del regista siciliano Guglielmo Ferro. Sul palco saliranno artisti di fama internazionale quale i danzatori del gruppo “’Mnais”, vincitori di tre edizioni consecutive dello Street Fightes World Tour, i danzatori del fuoco della compagnia “Joculares” e gli acrobati dell’aria, protagonisti dei più importanti eventi performativi mondiali, del gruppo “Le Molecole”. Il momento di spettacolo vivrà anche degli straordinari effetti grafici a cura dei “Mammasonica Grafica”, vincitori di vari premi europei

“Si tratta di grandi artisti che hanno accolto volentieri l’idea di esprimersi in una location d’eccezione quale il Teatro Antico – ha detto il regista -. Ci saranno alcuni momenti dedicati alle loro esibizioni, ma anche gli assalti di scherma saranno inseriti in contesti video-grafici spettacolari che coinvolgeranno tutta la cavea e l’area del palcoscenico”.

Taormina è abituata ad accogliere grandi eventi di spettacolo, ma lo sport rappresenta una novità. “La città attende l’appuntamento di venerdi prossimo – hanno dichiarato il Vice Sindaco di Taormina, Mario D’Agostino e l’assessore allo sport, Salvatore Cilona -. Il Teatro Antico accoglie nel corso dell’anno diversi eventi ma questo si candida ad essere unico ed indimenticabile. Ringraziamo il CONI per aver scelto Taormina quale location di quest’evento e siamo pronti ad accogliere al meglio gli atleti, gli artisti e quanti saranno protagonisti dell’iniziativa”.

0 596

scuola-1

Il ministro per i Rapporti con il Parlamento Boschi ha posto la fiducia nell’aula del Senato sul maxiemendamento al ddl “Buona scuola”. Il testo passerà al vaglio della Camera il 7 luglio. Le opposizioni accusano il governo di mettere “in atto una forzatura”. All’alba le organizzazioni sindacali e l’Unione degli Studenti hanno organizzato una serie di blitz al ministero dell’istruzione e in altri luoghi simbolo di Roma, nel giorno del voto di fiducia al Senato sulla riforma della scuola e annunciano nuove iniziative di lotta a partire dall’avvio del prossimo anno scolastico. ” I presìdi e le manifestazioni sotto la Camera ed il Senato si sono succeduti quasi quotidianamente – precisa una nota dell’Unione degli studenti. Il governo tuttavia, pur promettendo tante volte il contrario, si è sottratto ad ogni confronto ponendo la fiducia al Senato e procedendo senza tener conto del netto dissenso della scuola, delle associazioni studentesche, dei genitori, delle organizzazioni sindacali e dello stesso parlamento. La democrazia italiana sta subendo una forzatura gravissima ed inaccettabile. Il Governo Renzi vuole imporre con un atto di forza un provvedimento che non ha mai tenuto conto dei bisogni e delle voci del Paese reale”.

#fancitycronaca

0 1106
This image was generated using WaterMark, designed and engineered by HighWater Designs Ltd
This image was generated using WaterMark, designed and engineered by HighWater Designs Ltd
This image was generated using WaterMark, designed and engineered by HighWater Designs Ltd

Nel 2014 sono state 7.375 le tonnellate recuperate di oli usati in Sicilia, la più virtuosa delle regioni.

Sono dati del Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati. Questo anche grazie a una campagna educativa itinerante nelle scuole. I ragazzi delle scuole hanno visitato il villaggio CircOLIamo partecipando agli educational loro dedicati e sfidandosi a “Green League”, il progetto che prevede un sistema di giochi online finalizzati all’educazione ambientale.
Nel 2014 il Consorzio – che coordina l’attività di 72 aziende private di raccolta e di 5 impianti di rigenerazione – ha raccolto in tutta Italia 167.000 tonnellate di olio lubrificante usato, il 98% del totale raccoglibile.
Si punta al 100% per il 2015.

0 3116

disegno-di-bambini-scuole-elementari-colorato

In provincia di Cosenza (a Trenta, per l’esattezza) tutti i bambini della scuola elementare hanno deciso di rinunciare alla gita a Lecce in segno di solidarietà nei confronti di un loro compagno disabile che non poteva partecipare al viaggio per la mancanza di un bus adatto, ovvero per lunghe percorrenze provvisto di pedana per carrozzine.

Per primi hanno rinunciato i 13 compagni di classe del bambino, poi si sono aggiunti via via tutti gli alunni della scuola (una cinquantina) che hanno deciso, con il sostegno dei loro genitori, di non salire sul bus.

La preside, Filomena Lanzone, aveva cercato un mezzo attrezzato, senza però riuscirci perché, a quanto pare, nella provincia di Cosenza non esiste un bus per lunghe percorrenze con pedana per disabili.

0 611

untitled

 

riguardo alla volontà della caramella buona Onlus di denunciare facebook per istigazione alla pedofilia, riceviamo e volentieri pubblichiamo questo appello:

“Grazie a “Chi l’ha visto?” per aver sostenuto la nostra iniziativa! Ora però vi chiediamo di essere operativi e di inviarci una e mail in cui vi unite simbolicamente alla nostra denuncia. Scrivete a segreteria@caramellabuona.org “Io sto con La Caramella Buona e contro ogni forma di istigazione alla violenza sui minori diffusa a mezzo facebook” e mettete il vostro nome e cognome. Insieme si può.”

#fancitycronaca

0 683

manifestazione-la-buona-scuola-1024x683

E’ il caso di dire che l'”Ei fu siccome immobile” di manzoniana memoria oggi, 5 maggio 2015, proprio non ci sta, visto che il mondo della scuola tutto, unito e compatto, oggi si è mobilitato, da Milano a Catania, passando per Napoli, Roma, Bologna. Insomma più di 150000 (definito, non a caso, il più grande sciopero generale di sempre) tra docenti, personale ATA, studenti e anche qualche DS sono scesi in piazza per dire di no al DDL sulla scuola. Tra i punti contestati si va dal piano di assunzione di 100000 precari inseriti nella graduatoria ad esaurimento che esclude gli idonei all’ultimo concorsone (anche se forse per loro si apre qualche spiraglio), e i docenti di terza fascia; il concetto di uomo solo al comando, ovvero un aumento di potere ai dirigenti scolastici, che potrebbero, in futuro, scegliere e premiare gli insegnanti e infine bonus e sgravi per le paritarie. Un’altra delusione è legata al fatto che la riforma non prende in considerazione il personale ATA e non si occupa di ripristinare il modello modulare e le ore tolte in precedenza, dal ministro Gelmini, alla primaria (da 30 a 27 e in alcuni casi anche 24). Insomma, gli insegnanti non ci stanno a dovere sempre subire le scellerate scelte governative calate dall’alto, senza essere minimante coinvolte alla creazione di un modello scolastico efficiente, in cui saranno poi loro a dover operare. Verranno ascoltati? Il DDL subirà delle modifiche? “Ai posteri l’ardua sentenza” verrebbe da dire. Intanto i docenti non si fermeranno certo ad oggi e minacciano di far saltare gli scrutini se il DDL dovesse passare

0 646

11021211_10205861934938358_8167774524161648912_n

 

Carmela Morlino, 36 anni, è stata uccisa a coltellate davanti alla sua casa a Pergine Valsugana, in provincia di Trento. A compiere l’omicidio, secondo la testimonianza dei vicini di casa, sarebbe stato l’ex marito Marco Quarta, 30 anni, con divieto di avvicinamento alla moglie, dopo una denuncia per maltrattamenti dell’estate scorsa. L’uomo è ora ricercato.

#fancitycronaca