Dai lettori

0 3225

Dolore per una giovane vita che vola via per sempre. Acireale piange in silenzio una giovane vita spezzata.

Mai nessuno dovrebbe conoscere il dolore per la perdita di un figlio; è innaturale, è il massimo dolore che si possa sopportare, è una ferita nell’anima che non potrà mai guarire. Un ragazzo ci lascia con un gesto eclatante, forte, silenzioso, pubblico. Lascia questo mondo e ci consegna il silenzio del dolore sordo, l’irrazionale che diventa fine ultimo, lascia ognuno di noi senza fiato, senza conforto, senza alcuna possibilità di razionalizzare il fatto, l’evento, il lutto.

Acireale piange in silenzio una giovane vita spezzata chissà da quale tormento interiore, ognuno di noi si sente ferito, privato dalla ragione, consegnato e strattonato dentro il destino crudele di un giovane concittadino.

La fine prende tutti di nascosto, la fine è un pensiero troppo acuto per la conoscenza umana. Un ragazzo vola per sempre, scompare e riappare nel frastuono dei nostri incubi peggiori; un ragazzo va via per sempre e tutti noi ci sentiamo più soli, più fragili, più vulnerabili.

Comprendere il dolore di chi rimane a ricordare la vita del nostro ragazzo è difficile, impossibile per certi aspetti. Rimuoviamo la sensazione, nascondiamo le lacrime, freniamo i singhiozzi; una giovane vita scompare tra lo stupore e l’angoscia. Una giovane vita perduta, scappata via dal destino.

Davanti a tali atti siamo tutti impotenti e il solo pensiero ci ferisce, siamo soli nella disperazione dei giorni, soli lungo il percorso delle nostre esistenze e un giovane che vola incontro alla morte è un grido, un urlo a cui non sappiamo e forse non possiamo dare risposte.

RIP
(red)

0 335

Il giorno del muro diretto vince a Clermont Ferrand la 27a edizione del Festival du Film Documentaire Traces de Vies si è conclusa con l’assegnazione del prestigioso Prix de la Création al documentario “Il giorno del Muro” diretto da Daniele Greco, scritto e realizzato con Mauro Maugeri.

In un borgo di montagna nel cuore della Sicilia, la festa del Santo è l’occasione per offrire i frutti della terra e rivivere, nella ripetizione di gesti atavici, un rito dalle origini antiche, che mescola miti religiosi a costumi tribali.

Un documentario che ha voluto mostrare, attraverso il racconto cinematografico, come piccole comunità siciliane definiscano la propria identità attraverso feste religiose la legano agli elementi della natura. “La tecnica dei due registi siciliani si basa sul seguire i protagonisti nella loro vita quotidiana, intrecciata alla preparazione della festa, di entrare nelle loro case scomparendoci dentro, di registrarne i suoni senza soffermarsi sulle parole”.

Il film, attualmente in distribuzione su Tenk, piattaforma di documentari on demand leader in Francia, Belgio, Lussemburgo e Svizzera, si era fatto notare lo scorso luglio ottenendo la menzione speciale al Roma Cinema Doc e a settembre il Premio Cerere, in Sicilia. Si tratta di un cortometraggio appartenente al più ampio progetto Sicily Folk Doc, realizzato dai due registi insieme a Giulia Iannello (producer), Antonio Toscano (montatore) e Fabio Trombetta (sound designer), prodotto dall’associazione culturale Scarti.

Greco e Maugeri hanno voluto dedicare il premio agli abitanti di Capizzi (Me), borgo siciliano dove il film è stato interamente girato, ringraziandoli “per la capacità di guardare alle proprie radici come la risorsa più grande, di costruire su di esse il futuro, di trovare in esse la risposta più efficace all’omologazione culturale dominante”.

(red)

0 873

ACIREALE – Domenica 10 dicembre ad Acireale i devoti di S. Sebastiano del “Comitato Piazza Porta Gusmana” organizzano una colletta alimentare a favore dei tanti bisognosi che sono sempre in aumento nella nostra città.

I devoti di “Porta Gusmana” intendono, con questa nobile iniziativa, proporre un momento di solidarietà e beneficienza per i bisognosi per cercare di dare loro un Natale migliore. Spirito di solidarietà e di sensibilità nell’operazione che si svolgerà domenica che insieme alla raccolta alimentare vedrà anche momenti di divertimento con l’animazione per i bambini.

Il risultato della raccolta alimentare sarà destinato ai bambini della “Tenda di Cristo”.

I devoti di S. Sebastiano del comitato di Piazza Porta Gusmana si occuperanno inoltre, come ogni anno, si recuperare e donare giocattoli e di portare gli animatori al centro pediatrico oncologico del Policlinico di Catania.  Ed ancora si terrà una cena sociale nella casa famiglia “Tenda di Cristo” e sarà organizzata una conferenza con la presenza del dott. Vincenzo Serra intorno al tema della figura di S. Sebastiano.

I devoti di porta Gusmana lanciano un segnale forte di solidarietà concreta e di aiuto ai bisognosi. “S. Sebastiano non è folklore ma solidarietà e condivisione” ecco cosa affermano con orgoglio i devoti del Patrono di Acireale.

Sono le iniziative come queste che danno un segnale preciso a chi crede che le feste religiose siano solo botti e folklore, i devoti mostrano, in questo caso, una lodevole attenzione ai temi sociali e si adoperano per dare il loro contributo per costruire una società migliore e solidale.

(red)

 

0 596

ACIREALE – Mattinate FAI d’lnverno è un grande evento nazionale dedicato al mondo della scuola, nel quale si chiede agli studenti non solo di partecipare come visitatori, ma anche di mettersi in gioco in prima persona e vivere l’esperienza come protagonisti.

Da lunedì 27 novembre a sabato 2 dicembre 2017 il FAI invita gli insegnanti e i loro studenti a scoprire il patrimonio storico-artistico delle loro città, guidati da altri studenti, gli Apprendisti Ciceroni, appositamente preparati dai volontari FAI e dai loro docenti.

Grazie infatti alle Delegazioni FAI attive su tutto il territorio nazionale, saranno aperti, gratuitamente e in esclusiva per le classi, meravigliosi tesori d’ltalia, poco conosciuti e spesso chiusi al pubblico. ln orario scolastico gli studenti delle classi avranno così l’occasione di partecipare a visite guidate condotte da loro coetanei, con l’obiettivo di avvicinare il mondo dei giovani alla storia e alla cultura del luogo e di vivere un’insolita esperienza di “educazione tra pari”.

Novità

L’edizione 2017 delle Mattinate FAI d’lnverno vede una più stretta collaborazione tra FAI e Gruppo Autogas attraverso I’integrazione di temi di sostenibilità ambientale all’interno del progetto. Tutti gli studenti in visita riceveranno un simpatico gadget con gli eco-consigli sul risparmio energetico e potranno partecipare al concorso a premi LA TUA IDEA GREEN.

Il gruppo FAI di Acireale, coordinato dal Loredana Grasso, aderisce all’iniziativa nazionale proponendo agli studenti la visita della Biblioteca Pinacoteca Zelantea il 29 e il 30 novembre dalle 9.00 alle 13.00. Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni: l.l.S.F. Brunelleschi, Liceo Scientifico linguistico Archimede

Descrizione:

Le origini della Biblioteca Zelantea sono collegate alla fondazione di due istituzioni culturali:

l’Accademia degli Zelanti e la Congregazione dei Padri dello Studio, nate per promuovere la cultura. L’attuale sede della Biblioteca risale al 1911: un edificio dalle grandi sale, che riprende temi dell’architettura neoclassica nelle colonne della sala centrale e nelle linee eleganti del prospetto. Delle otto sale, cinque sono adibite a Biblioteca e tre a Pinacoteca. Nell’atrio sono collocati alcuni busti in gesso, opere giovanili dello scultore Rosario Anastasi. Entrando, a sinistra, si accede alla Sala di Lettura dove sono collocati i cataloghi e le postazioni informatiche per la consultazione delle banche dati. Nel salone centrale sono collocati a semicerchio dieci busti di uomini illustri, principalmente acesi. Notevoli anche due candelore barocche, opera dell’artigianato siciliano in legno del secolo XVlll, La Biblioteca ha un patrimonio librario di oltre 200.000 unità tra volumi, opuscoli, fascicoli di riviste, incunaboli, cinquecentine, libri rari e di pregio.

La Pinacoteca istituita nel 1850, conserva circa 400 tele di pittori a partire dal secolo XVI (P.P.Vasta, M.Preti e altri). Vi sono conservate sculture, reperti archeologici, la carrozza del Senato acese (fine’700), la scultura in gesso di Aci e Galatea che ricorda il mito sulle origini del nome di Acireale e del suo territorio.

(CS)

0 222

Oggi 20/11/2017 nella sala consiliare al Palazzo di Città il sindaco Roberto Barbagallo ha presentato formalmente, al vicesindaco Nando Ardita, al presidente del Consiglio comunale Rosario Raneri, al vicepresidente Antonello D’Agostino, agli assessori, ai consiglieri comunali ai dirigenti dei settori e ai dipendenti il nuovo segretario generale del Comune di Acireale, Mario Trombetta.

Il nuovo segretario è stato accolto in sala consiliare dal presidente Rosario Raneri e domani prenderà parte alla prima seduta del civico consesso.

«Accogliamo il nuovo segretario generale del Comune di Acireale, certi che farà un ottimo lavoro. Considerata la sua grande esperienza professionale, tra tanti candidati lo abbiamo ritenuto il più adatto a ricoprire questo incarico non semplice.  Subito dopo la presentazione ci riuniremo con i dirigenti per rimettere in moto rapidamente la macchina burocratica dell’ente e coordinare il lavoro di tutti i settori.  Lo ringraziamo per aver accettato l’incarico e siamo certi che il suo supporto sarà importantissimo per un percorso amministrativo proficuo a beneficio della Città e dei nostri concittadini», ha dichiarato il sindaco Roberto Barbagallo.

Mario Trombetta, che lascia i Comuni di Aci Castello e Zafferana, ha ringraziato per la fiducia il sindaco di Acireale e ha dichiarato: «Nell’immaginario collettivo dei segretari comunali Acireale ha il respiro della città, per i servizi da dare alla collettività e soprattutto per l’organizzazione amministrativa. E’ un impegno notevole, faccio questo lavoro da 27 anni, ma mi piace scommettermi. Sono stato docente a contratto presso la facoltà di Economia, faccio parte della commissione straordinaria per il dissesto ad Aci Sant’Antonio, e mi occupo di valutazione delle performance. Spero di dare un contributo fattivo all’amministrazione per la riorganizzazione amministrativa e l’ammodernamento dell’utilizzo delle procedure amministrative e dell’informatica. La tradizionale funzione di garante della legittimità, è fondamentale, ma superata. E’ necessario oggi sotto il profilo sostanziale perseguire il raggiungimento degli obiettivi. La nostra attività è regolata dalle norme giuridiche, ma una preparazione manageriale, acquisita con sacrificio, è fondamentale per dare servizi efficienti alla collettività. Punterò molto sull’attività di supporto al Consiglio comunale, con cui è fondamentale stabilire da subito un rapporto di estrema fiducia tecnica. Allo stesso modo voglio essere un punto di riferimento per i dirigenti, la mia porta è sempre aperta».

 

0 505

«Abbiamo lavorato con ordine, efficienza e celerità. Non posso che essere sempre più ottimista. I

dati di raccolta non fanno altro che dimostrare l’attenzione per il corretto conferimento dei rifiuti. I riconoscimenti che la città ha recentemente raccolto a Ecomondo e sta raccogliendo sono il segno tangibile che stiamo andando nella giusta direzione. Ringrazio i concittadini, l’ufficio Ambiente, la Tekra, la ditta Battiato e tutte le persone che collaborano attivamente per la riuscita delle iniziative che incrementano la raccolta differenziata. Ad ogni giornata ecologica registriamo anche un costante aumento dell’angolo del riuso, tanti arredi per bambini, giocattoli e oggetti in buon stato sono stati devoluti a diverse parrocchie del territorio. La prossima giornata ecologica è fissata per il 10 dicembre».

L’assessore alle Politiche Ambientali, Francesco Fichera, ha commentato entusiasta la buona riuscita dell’OTTAVA GIORNATA ECOLOGICA.

L’isola di raccolta itinerante di INGOMBRANTI e RAEE è stata allestita ieri nell’Area Belfrontizio dall’Assessorato alle Politiche Ambientali, con Tekra e la ditta Battiato. A fine giornata sono stati raccolte più di 34 tonnellate di rifiuti ingombranti, tre tonnellate di vecchi televisori e uno scarrabile di sfalci di potatura.