Sport
Non solo Calcio

0 510

Acireale – Palavolcan, da mesi si attendevano sviluppi intorno alla questione “agibilità” nel principale impianto sportivo acese. Oggi scrive l’assessore allo Sport Giuseppe Sardo: “Dopo aver ricevuto il nulla osta e l’ok da parte dell’INAIL sulla progettazione di impianto relativo alla centrale termica del PalaVolcan sono iniziati i lavori di messa a norma e ripristino della caldaia nell’impianto sportivo cittadino . Non appena ultimato verrà chiesto il collaudo sempre all’INAIL , ente preposto alla certificazione di impianti di riscaldamento ; I lavori sono costati 12 mila euro più IVA e porteranno finalmente al collaudo finale dell’impianto , cosa mai avvenuta prima , che ci consentirà di poter utilizzare finalmente anche i locali spogliatoi con relative docce con acqua calda”

(red)

0 528

Il Comune di Acireale ha acquistato 9 DEFIBRILLATORI automatici per le palestre comunali, grazie all’impulso fornito da due progetti del Bilancio partecipato, presentati dalla Parrocchia di Santa Maria la Scala e dal CSI di Acireale.

«In attesa che il decreto Balduzzi entri in vigore definitivamente, il Comune di Acireale accoglie due proposte inserite nel bilancio partecipato e acquista nove defibrillatori da mettere a disposizione delle palestre scolastiche comunali. I due progetti sono stati presentati dalla Parrocchia di Santa Maria la Scala, alla quale spetterà un defibrillatore utilissimo soprattutto nel periodo estivo, considerata l’affluenza di bagnata nella frazione, e dal CSI di Acireale con il quale a breve si concorderanno le modalità di consegna di queste apparecchiature importantissime per le strutture in cui si svolgono attività sportive,- annuncia l’assessore allo Sport, Giuseppe Sardo-. Ringraziamo i proponenti, che hanno davvero a cuore le sorti della salute dei cittadini, degli alunni e degli atleti. Questo importante progetto, sposato dall’amministrazione comunale in toto, renderà più sicure le attività nelle palestre comunali frequentate nel pomeriggio da decine e decine di associazioni sportive, che ringrazio per lo straordinario contributo che danno a tutto lo sport cittadino».

«Crediamo molto nello strumento del bilancio partecipativo, lo portiamo avanti dai tre anni di questa amministrazione, è un percorso realmente virtuoso, attraverso il quale i cittadini partecipano attivamente alle decisioni che riguardano l’utilizzo delle risorse economiche dell’ente,- commenta il sindaco Roberto Barbagallo-. In questo caso grazie all’impulso della parrocchia e del CSI, forniamo alla comunità di Santa Maria La Scala e alle nostre palestre degli strumenti indispensabili per la sicurezza degli sportivi».

0 1029

L’edizione 2017 di Scuole in Sport, che si terrà come sempre a metà maggio, si connota per l’allargamento della manifestazione ad ogni grado scolastico.

Lo scorso anno io e l’assessore Sardo abbiamo deciso di fare economia per acquistare le attrezzature necessarie al percorso motorio scelto per gli alunni della scuola primaria. Con la consegna di oggi non abbiamo soltanto portato avanti un altro punto della nostra programmazione, ma abbiamo avuto il piacere di confrontarci con i professori, che tengo a ringraziare per la loro presenza e collaborazione.

E’ stata una riunione decisamente positiva, che ci ha permesso, grazie alla loro esperienza, di delineare parecchi aspetti dell’evento. Il nostro obiettivo è regalare agli studenti di questa città 10 giorni di sport e divertimento.

(Lorenzo Leotta)

0 163

Con questo comunicato il presidente Nicola D’Amico rassegna le dimissioni.

Nicola D’Amico (presidente Acireale Calcio): ” Dopo lunga ed attenta riflessione, alla luce di quanto sta accadendo ad Acireale nei confronti della mia persona e della squadra tutta e considerato il clima di intimidazione pur essendo primi in classifica ed in linea con i programmi di inizio stagione, prendo la decisione, mio malgrado, di rassegnare le dimissioni dalla carica di presidente dell’A.S.D. Acireale.
La società è a completa disposizione di quanti volessero rilevarla per proseguire il cammino da me iniziato”.

Afferma Massimiliano Trovato presidente Federazione Pattinaggio Sicilia e Presidente Consulta dello Sport Acireale: “Ho sentito poco fa il dimissionario presidente dell’Acireale. È molto amareggiato, stupito da un comportamento al quanto assurdo nei confronti suoi e della società. Gli ho espresso da uomo di sport, da presidente di federazione, di società della Consulta dello sport la mia vicinanza e il mio affetto e lo ho invitato a continuare e ritirare le dimissioni. Non può dimettersi un presidente solo perché lo vogliono alcune frange di tifosi. Non si possono chiedere dimissioni ad un presidente che ha speso soldi tanti soldi e che ha la sua squadra al primo posto. Adesso mi pioveranno le critiche dei tifosi, ma io che faccio sport dilettantistico ormai da decenni so che significa e so quanti sacrifici economici e non solo bisogna fare. Invito i tifosi a stare vicino alla squadra, a non mollare e a conquistare la promozione tutti insieme. Lasciate lavorare tutti con serenità e tranquillità fino alla fine del campionato, dopo tirerete le somme. Sarebbe un peccato non arrivare alla fine. W Acireale Sportiva”.

(red)

0 126

ACIREALE: TUTTO PRONTO PER LA SETTIMA EDIZIONE DI “UN CALCIO AL RAZZISMO”

250 partecipanti iscritti, 15 squadre di calcio, 9 di pallavolo e 6 di basket, 30 atleti al via delle gara di mezzofondo.

Sono questi i numeri principali della settima edizione di “Un Calcio al razzismo” torneo sportivo transculturale in programma mercoledì 22 febbraio (dalle ore 8,30 alle 18) presso il PalaVolcan e l’area sportiva attrezzata “Francesco Vecchio” di corso Italia.

La manifestazione, nata dall’incontro tra lo Sprar (servizio di protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) di Acireale e quello di Caulonia (Rc), è organizzata dal Consorzio Il Nodo in collaborazione con il Comune di Acireale, il Centro Sportivo Italiano di Acireale, la Fondazione del Carnevale di Acireale e lo Sprar.

Ha l’obiettivo di coniugare lo strumento dello sport con il lavoro di incontro e confronto tra le diversità che popolano sempre più le Comunità del terzo millennio.

Questa mattina a Palazzo di Città nel corso di una conferenza stampa sono stati illustrati i particolari dell’iniziativa.

“Un momento di aggregazione molto importante –ha sottolineato l’assessore allo Sport, Giuseppe Sardo-. Come abbiamo constatato lo scorso anno si tratta di una manifestazione bellissima all’insegna dello sport e dell’integrazione. Ringrazio tutti gli attori protagonisti, il Consorzio Il Nodo e il Csi su tutti, per aver lavorato anche quest’anno all’iniziativa migliorandola ancora di più. Rivolgo un invito a tutta la città a presenziare alla manifestazione”.

L’assessore alle Politiche Sociali Adele D’Anna ha aggiunto: “Gli esseri umani sono tutti uguali, al di là della razza, dell’etnia, del Paese d’origine. Ritengo che all’interno delle scuole bisogna lavorare in tal senso e veicolare questi valori, non solo semplicemente con dei percorsi didattici classici ma attraverso delle attività che coinvolgono emotivamente i ragazzi e che li fanno stare a fianco a coetanei simili a loro ma che provengono da altri paesi e magari hanno un colore diverso della pelle. Soltanto con esperienze di conoscenza e divertenti sarà possibile superare certe barriere che magari in maniera inconsapevole si creano nella relazione con l’altro”.

“Ormai una manifestazione collaudata, giunta alla settima edizione, appuntamento stabile che si inserisce all’interno di tutta una serie di attività di integrazione. Questa è una delle tante che il Consorzio Il Nodo mette in atto a favore dei cittadini acesi e dei migranti” ha concluso il direttore dell’Area Immigrazione del Consorzio, Gabriele Spina.

L’edizione 2017 di “Un calcio al razzismo” prevede la partecipazione delle forze dell’ordine e del progetto Sprar di Caulonia (Rc), gestito dalla Cooperativa Sociale Pathos.

L’appuntamento è fissato per le 8,30 di mercoledì 22 febbraio con il raduno degli atleti e formazione squadre al PalaVolcan. Quindi i saluti istituzionali del sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo; del presidente del Consorzio Il Nodo, Fabrizio Sigona e degli assessori Giuseppe Sardo (Sport) e Adele D’Anna (Politiche Sociali).

0 85

“UN CALCIO AL RAZZISMO 2017” – VII EDIZIONE – Torneo sportivo transculturale – Acireale, Mercoledì 22 Febbraio 2017 – Presso il Palavolcan, Corso Italia e l’Area sportiva attrezzata, Piazzale F. Vecchio

PROGRAMMA

Ore 8:30
Raduno atleti e formazione squadre

Ore 9:00
Saluti istituzionali

Ore 9:30
Avvio tornei:
Calcio a 5 presso il campetto del Palavolcan,
Basket e Pallavolo presso i campetti dell’Area sportiva attrezzata Piazzale F. Vecchio

Ore 10:00
Partenza Gara podistica di mezzofondo puro (3000 mt) a batterie presso la pista di atletica del Piazzale F. Vecchio

Ore 15.00
Finali torneo di Basket e Pallavolo presso i campetti dell’Area sportiva attrezzata Piazzale F. Vecchio

Ore 15:00
Semifinale torneo Calcio – presso Palavolcan

Ore 17:00
Finale torneo Calcio – presso Palavolcan

Ore 18:00
Premiazione delle tre squadre vincitrici dei tornei e dei primi tre classificati alla Gara podistica
Il Torneo sportivo transculturale “Un calcio al razzismo”, evento organizzato dal Comune di Acireale e dal Consorzio Il Nodo si iscrive all’interno delle attività di integrazione socio-culturali dei Progetti SPRAR adulti e Minori Stranieri Non Accompagnati di Acireale.
Si svolgerà mercoledì 22 Febbraio 2017 nell’area compresa tra il Palavolcan e l’Area sportiva attrezzata del Piazzale F. Vecchio.
Alla luce della buona riuscita dell’edizione 2016, quest’anno si replicherà la formula delle squadre miste utilizzata lo scorso anno.
I tornei di Calcio a 5, Basket e Pallavolo vedranno quindi il confronto tra squadre “miste” composte, in percentuale, da richiedenti asilo e titolari di protezione internazionle, alunni degli Istituti superiori, rappresentanti delle Istituzioni, docenti, operatori sociali e cittadini Acesi.
Al programma della scorsa edizione si aggiunge la competizione podistica di mezzofondo (1000 metri) che si svolgerà nella pista di atletica dell’Area COM.
Saranno coinvolte tutte le scuole secondarie di secondo grado del Comune di Acireale.

Per le iscrizioni inviare entro sabato 11 c.m. email a: gabrielespina@ilnodo.org , avente come oggetto “ISCRIZIONE UN CALCIO AL RAZZISMO 2017” e inserendo nel testo della mail il proprio cognome, nome, data e luogo di nascita, contatto telefonico, email e disciplina alla quale si intende partecipare.

L’ISCRIZIONE E’ GRATUITA e saranno ammessi partecipanti fino al completamento delle squadre.

(red)

0 839

Assunta Legnante, medaglia d’oro paralimpica nel lancio del peso, e Daniele Garozzo, medaglia d’oro olimpica nel fioretto individuale, hanno incontrato oggi gli studenti del Liceo Archimede di Acireale, dialogando con loro sui valori civici, sociali e di solidarietà dello sport.
L’iniziativa è stata promossa dalla Fondazione Agnelli, insieme al Liceo Archimede, la scuola dove ha studiato Daniele Garozzo, con la preziosa collaborazione della Città di Acireale.
Accanto agli atleti, erano presenti il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, insieme ad autorità della scuola
siciliana e delle istituzioni sportive. Guglielmo Troina, giornalista e responsabile della sede di Catania del TGR Sicilia ha intervistato gli atleti e condotto un fitto dialogo con il pubblico.
L’evento ha origine da un’iniziativa benefica di quest’estate, quando, in occasione dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Rio de Janeiro, la Fondazione Agnelli – in collaborazione con il CONI e con la Gazzetta dello Sport – ha promosso un premio nell’ambito dei suoi programmi per festeggiare i primi 50 anni di attività. Tra le atlete e gli atleti italiani che hanno conquistato almeno una medaglia, di qualunque tipo, sono stati scelti da una giuria popolare 3 atleti (o squadre) di discipline olimpiche e 3 atleti (o squadre) di discipline paralimpiche, che hanno ricevuto dalla Fondazione Agnelli un corrispettivo in denaro aggiuntivo rispetto ai premi corrisposti dal CONI.
A fronte dei premi ricevuti dalla Fondazione Agnelli, gli atleti vincitori si sono impegnati a portare la loro
testimonianza nelle scuole italiane, per fare comprendere agli studenti come lo sport possa essere un fondamentale esempio di volontà, impegno e tensione al superamento dei limiti.
Quello di Acireale è il secondo di una serie di incontri (il primo si è svolto a Torino), a cui ne seguiranno altri in diverse scuole e città italiane con la partecipazione degli atleti a cui – oltre ad Assunta Legnante e a Daniele Garozzo – è stato assegnato il premio della Fondazione Agnelli: fra gli atleti paralimpici, Bebe Vio, medaglia nel fioretto individuale, e Giada Rossi, medaglia nel tennis tavolo; fra gli atleti olimpici, Elia Viviani, medaglia dell’Omnium di ciclismo e la nazionale maschile di volley.
“Non è la prima volta che la nostra fondazione, che si occupa in primo luogo di istruzione, promuove progetti per le scuole legati al mondo dello sport – spiega la Fondazione Agnelli – crediamo molto nell’idea di portare nelle aule italiane esempi positivi di impegno e di determinazione dei nostri migliori atleti. E siamo stati molto contenti di apprendere che gli atleti vincitori del nostro premio hanno deciso di utilizzare la somma ricevuta per finanziare a loro volta iniziative benefiche che stavano loro a cuore. Così come siamo stati lieti di fare uno dei nostri incontri al Liceo Archimede di Acireale, che è stata la scuola di Daniele Garozzo e rappresenta una realtà scolastica di eccellenza in questo territorio”.

(LC)

0 278

ACIREALE – Incontro con gli atleti olimpici e paraolimpici di Rio 2016 – Vincitori del Premio Fondazione Agnelli con Assunta Legnante e Daniele Garozzo – Venerdì 3 febbraio 2017 – ore 11-13.15 Liceo Archimede, Via Ludovico Ariosto 37 – Acireale

Assunta Legnante, medaglia d’oro paralimpica nel lancio del peso, e Daniele Garozzo, medaglia d’oro olimpica nel fioretto individuale, incontrano gli studenti del Liceo Archimede di Acireale, per dialogare con loro sui valori civici, sociali e di solidarietà dello sport.

L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Agnelli, insieme al Liceo Archimede, la scuola dove ha studiato Daniele Garozzo, con la preziosa collaborazione della Città di Acireale.

Accanto agli atleti, saranno presenti il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, insieme ad autorità della scuola siciliana e delle istituzioni sportive. Guglielmo Troina, giornalista e responsabile della sede di Catania del TGR Sicilia intervisterà gli atleti e condurrà il dialogo con il pubblico.

L’evento ha origine da un’iniziativa benefica di quest’estate, quando, in occasione dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Rio de Janeiro, la Fondazione Agnelli in collaborazione con il CONI e la Gazzetta dello Sport ha promosso un premio nell’ambito dei suoi programmi per festeggiare i primi 50 anni di attività. Tra le atlete e gli atleti italiani che hanno conquistato almeno una medaglia, di qualunque tipo, sono stati scelti da una giuria popolare 3 atleti (o squadre) di discipline olimpiche e 3 atleti (o squadre) di discipline paralimpiche, che hanno ricevuto dalla Fondazione Agnelli un corrispettivo in denaro aggiuntivo rispetto ai premi corrisposti dal CONI.

A fronte dei premi ricevuti dalla Fondazione Agnelli, gli atleti vincitori si sono impegnati a portare la loro testimonianza nelle scuole italiane.

Quello di Acireale è il secondo di una serie di incontri (il primo si è svolto a Torino), a cui ne seguiranno altri in diverse scuole e città italiane con gli atleti a cui – oltre ad Assunta Legnante e a Daniele Garozzo – è stato assegnato il premio: fra gli atleti paralimpici, Bebe Vio, medaglia nel fioretto individuale, e Giada Rossi, medaglia nel tennis tavolo; fra gli atleti olimpici, Elia Viviani, medaglia dell’Omnium di ciclismo e la nazionale maschile di volley.

“Non è la prima volta che la Fondazione Agnelli, che si occupa in primo luogo di istruzione, promuove progetti legati al mondo dello sport – spiega la Fondazione Agnelli – crediamo molto nell’idea di portare nelle scuole italiane esempi positivi di impegno e di determinazione dei nostri migliori atleti. E siamo stati molto contenti di apprendere che gli atleti vincitori del nostro premio hanno deciso di utilizzare la somma ricevuta per finanziare a loro volta iniziative benefiche che stavano loro a cuore”.

0 1092

foto-garozzo Parigi – Il fioretto maschile italiano ancora al successo, dopo l’oro alle olimpiade d RIO, ancora oro per la coppa del Mondo. La squadra del fioretto azzurro composto da Daniele Garozzo, Giorgio Avola, Alessio Foconi e Lorenzo Nista ha stravinto la finale contro la Francia, col convincente punteggio di 45-21. Ancora oro, ancora grandissimi successi per la scherma italiana e per l’acese Garozzo.

(red)