Consegnata la chiave della Città alla reginetta d’onore, si dà inizio a ” Il Più Bel Carnevale Di Sicilia” edizione 2019

Ieri domenica 17 febbraio, ha preso il via l’edizione 2019 de “Il Più Bel Carnevale Di Sicilia”
Un’edizione innovativa quella di quest’anno soprattutto per la novità del ticket d’ingresso, un calendario molto ricco di appuntamenti con tanti ospiti nazionali, varie mostre e iniziative, oltre ai nove carri che sfileranno nel circuito preceduti da gruppi in maschera.

Si spera possa essere un’edizione di grandi numeri viste le tante novità che offre il programma.

Questa nuova edizione prevede ben: 11 carri allegorici, tra cui 9 in concorso.
Ancora, grande novità: Un carro di RDS, media partner nazionale e un altro ancora con ragazzi speciali, che per la prima volta diventano protagonisti della manifestazione e non solo semplici spettatori.

Ieri pomeriggio, sin dalle prime ore si respirava aria di festa e divertimento nel salotto buono della città.
Una Piazza Duomo gremita, tantissimi turisti; insomma la folla delle grandi occasioni viste le tante novità attese e decantate in questi mesi di preparazione al Carnevale.
Le aspettative non hanno deluso vista l’ottima affluenza, l’ottima organizzazione ai varchi d’ingresso e ai parcheggi a pagamento. Poi, la bella apertura della festa con la consegna della chiave della Città alla madrina d’onore Rossella Brescia.

Inizia così “Il Più Bel Carnevale Di Sicilia” i carri iniziano a sfilare lungo il circuito e la moltitudine di gente si fa sempre più consistente anche per le vie del Corso, dove i gruppi in maschera precedevano i carri.

In serata nella magica Piazza Duomo, uno spettacolo bellissimo e di grande coinvolgimento offerto dagli acrobati volanti “Sonics” che si sono esibiti regalando una totale magia ai tanti spettatori
presenti.

La novità più eclatante di questa nuova edizione é stata sicuramente il pagamento del biglietto d’ingresso, contestata da molti e accettata da tanti altri.
Scelta quasi obbligata dall’amministrazione per far crescere l’economia della città e soprattutto per far si che questo appuntamento così bello e importante per Acireale, possa crescere sempre di più e diventare sempre più conosciuto e apprezzato a livello nazionale.

Grande lavoro quindi, per la Fondazione del Carnevale e l’amministrazione per dare al nostro nostro carnevale, una nuova, grande, opportunità, affinchè vengano fatte conoscere le bellezze naturali del nostro territorio, le nostre tradizioni, la nostra cultura così ricca e piena di sfumature e il tutto per proiettarsi verso un futuro ricco di collaborazioni importanti perchè forse, così facendo, si puó fare sempre di più per questo grande evento che ci appartiene e che ci rende tanto orgogliosi dei Nostri, Grandi, Artigiani della Cartapesta.

Il sindaco ing. Stefano Ali visibilmente soddisfatto di questa prima giornata di Carnevale dichiara: “Sicuramente sarò ricordato per essere stato il sindaco che ha introdotto il carnevale a pagamento, credo che sia stato un passo importante sicuramente per far crescere sempre di più questo evento.
I fondi sono sempre più ridotti di anno in anno e verranno sempre di più ridotti i contributi negli anni a venire, quindi questo del pagamento del biglietto d’ingresso, crediamo sia stata la strada più percorribile per garantire una stabilità e il rilancio del carnevale.
Con i fondi che riusciremo ad ottenere con lo sbigliettamento, sarà dato un carnevale ancora più bello, più ricco di spettacoli e di opportunità.
Abbiamo messo dei treni speciali per arrivare ad Acireale nel periodo di carnevale, grazie ad un accordo con la ST, abbiamo messo dei bus navetta che dalla stazione permettono di arrivare in centro.
Stiamo cercando di potenziare questa manifestazione per dare ulteriori risorse affinchè tutti si divertano, possano ricordarsi di Acireale e ritornare.”

La prima è andata, speriamo bene per tutte le altre giornate che ci aspettano e che questo entusiasmo non venga deluso ma soprattutto che tutto questo lavoro ne sia valsa la pena soprattutto per Acireale che altrimenti ne pagherebbe le conseguenze.

(Graziella Tomarchio)