Il cimitero e la spazzatura. Indecorso e puzzolente

497

ACIREALE – Andare nel parcheggio del cimitero di Acireale e trovare i camion della spazzatura, gli scarrabili ed una montagna di rifiuti per terra non sappiamo se è legale o meno certamente è indecorso, indegno e indecente per qualsiasi città.

Una dimensione da quarto mondo, una dinamica di raccolta che davvero lascia sgomenti. Nessun rispetto neanche per i morti se consideriamo che quel parcheggio nei giorni in cui il cimitero è affollato è sempre stato a disposizione dei cittadini che vogliono far visita ai loro cari defunti. Oggi è una discarica a cielo aperto, con spazzatura negli scarrabili, dentro i camion, a terra i liquami rendono appestano l’aria e il decoro va in discarica insieme alla civiltà e al buonsenso.

Solo una parola viene in mente quando ci si ritrova davanti a tale scempio: vergogna, incapacità strutturale a trovare soluzioni idonee, stupore e scandalo nel vedere come è diventato quel piazzale. Mancano solo i gabbiani che volteggiano perchè per tutto il resto non riusciamo ad immaginare quale altro degrado si può sommare a quanto visto a poche decine di metri dal cimitero di Acireale.

Vergogna e volgarità, incapicità e disprezzo per il decoro, nessuna dignità e nessuna consapevolezza che un atto del genere muove negli animi di tanti acesi. La violenza dell’incapacità è spesso ancora più pesante e terribile di un ceffone in pieno volto.

Una sola parola: vergogna!

(mAd)