Il Consiglio Comunale di Acireale serve alla città?

Di cosa discutono i nostri consiglieri quando si riuniscono? Cosa realizzano? Sono riunioni che servono ad Acireale o è solo una vetrina (con diretta televisiva a carico degli acesi)? Sono solo tante chiacchiere che ci costano care?

Peccato perchè il Consiglio Comunale dovrebbe esprimere le idee della città, dovebbe fare da traino alla giunta potendo andare oltre la mera gestione amministrativa. Soprattutto i
consiglieri di maggioranza dovrebbero spingere per affrontare temi di lungo termine oltre l’orizzonte quotidiano ed oltre la sterila polemica personale.

Invece si è trasformato in un luogo che getta il discredito su Acireale. Come scrive lo stesso Consigliere Quattrocchi: “”In consiglio toni che scadono nel ridicolo”. Sedute in cui nel migliore dei casi i consiglieri si limitano a parlare e nel peggiore utilizzano toni assolutamente inappropriati.

Utilità per la città quasi nulla. D’altra parte non dimentichiamo che come ha candidamente ammesso il Consigliere Sorace loro sono espressione della “rizetta”. Quindi cosa ci si può aspettare?

Vediamo qualche numero per misurarne la produttività, sarebbe bello se si potessero confrontare con degli indici nazionali. Ho trovato solo quello di Torino e c’è un abisso con Acireale, ma sono altre le dimensioni. Meno sedute, con una durata media di 4,19 ore ma con un numero complessivo di deliberazioni enormemente più alto. Chissà quale è la durata media ad Acireale? http://www.comune.torino.it/consiglio/atti/pdf/dati2017.pdf

Intanto con cadenza fissa come per ogni lavoro retribuito che si rispetti vengono convocati a “risolvere” i problemi che affliggono la nostra città.

Confrontando gli ordini del giorno di Gennaio 2017 e Dicembre 2017, a distanza di un anno molti degli argomenti sono sempre lì e sono sempre gli stessi: approvazione dei verbali delle sedute precedenti, interrogazioni interpellanze e mozioni, l’affidamento in concessione del servizio di cattura dei cani, le norme di revisione per la ZTO di Via Volano e  la complessa tematica del Piano del Demanio Marittimo. Ma quando ci mettete a discuterlo?

Nel 2017 si sono riuniti 57 volte, quasi una media di 5 volte al mese.

Gennaio 4
Febbraio 5
Marzo 8
Aprile 4
Maggio 3
Giugno 0
Luglio 7
Agosto 3
Settembre 8
Ottobre 6
Novembre 5
Dicembre 4
Totale 57

 

Ricordo che ogni consiglio comunale, oltre al costo del personale degli uffici e del presidente prevede un compenso in gettoni pari a: 60,6 € * 29=1.757 € a seduta (max). Ma questo sarebbe poco importante a fronte di risultati validi per la città.

Cosa hanno prodotto? Nel 2017 il Consiglio Comunale di Acireale ha prodotto 122 atti deliberativi. La maggior parte, 84, senza una ricaduta specifica.

Comunicazioni. 43
Interrogazioni, interpellanze e mozioni. 13
Seduta tematica. 10 Mobilità, Carnevale, Rifiuti etc. senza un atto deliberativo
Approvazione verbali sedute precedenti. 8
Riconoscimento debito fuori bilancio 7
Seduta deserta. 3

 

E sono anche le sedute più lunghe dove possono dare sfogo alla loro logorrea.

Altri 11 riguardano il Bilancio (preventivo e consuntivo e gli obblighi conseguenti). Il bilancio anche se di competenza del Consiglio è in mano alla giunta, devono solo ratificare, assumendosene le responsabilità, scelte di altri.

Ed ecco cosa rimane di specifico, qualche regolamento e molte prese d’atto. Spesso senza nessun approfondimento su scelte molto importanti come ad esempio nel caso del PUM o del piano Economico e Finanziario della TARI.

  1. Adeguamento del contributo di costruzione (oneri di urbanizzazione e costo di costruzione) per l`anno 2017 di cui all`art. 16 del d.p.r. N. 380/2001 e s.m.i. Relativi agli edifici residenziali ed alle opere o impianti non destinati alla residenza.
  2. Affidamento della Riscossione Coattiva delle Entrate Comunali all`Agenzia delle Entrate-Riscossione.
  3. Affidamento in concessione del servizio di cattura, custodia e mantenimento dei cani vaganti o randagi sul territorio comunale.
  4. Affidamento in concessione del servizio di cattura, ricovero, custodia e mantenimento dei cani vaganti o randagi sul territorio comunale.
  5. Approvazione del Piano Urbano della Mobilità della città di Acireale.
  6. Approvazione documento sul Decreto Regionale del 10/10/2017 “Disposizioni relative all`attività di pianificazione” proposto dal consigliere Musmeci.
  7. Approvazione Regolamento comunale per la definizione agevolata delle controversie tributarie ai sensi dell`art. 11 – bis del Decreto legge 24/04/2017 n. 50 convertito con legge 21/06/2017 n. 96.
  8. Approvazione Regolamento per la disciplina delle entrate comunali.
  9. Approvazione regolamento per la riscossione dei tributi comunali.
  10. Assegnazione in concessione dei posteggi nei mercatini rionali di nuova istituzione di cui al Regolamento comunale approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 14 del 14/02/2017. Rettifica al Regolamento.
  11. Criteri generali per la predisposizione del piano triennale di prevenzione della corruzione e dell`illegalità con allegato piano della trasparenza triennio 2017-2019.
  12. Istituzione Consulta per la Promozione Turistica ed approvazione del Regolamento.
  13. Istituzione e regolamentazione dei mercatini rionali e delle aree per la vendita di prodotti stagionali.
  14. Lavori per l`eliminazione delle intersezioni a raso del Km 77 + 000 della S.S. 114 “Orientale Sicula”.
  15. Nuovo Testo Unico sulle società partecipate in esecuzione del Decreto Legislativo 19 agosto 2016 n.175. Approvazione adeguamenti allo Statuto della Società Partecipata SO.G.I.P.S.r.l.
  16. Nuovo testo unico sulle società` partecipate in esecuzione del decreto legislativo 19 agosto 2016 n.175. Approvazione adeguamenti allo statuto della societa` partecipata ce.ma
  17. Piano di Lottizzazione in zona C8 per strutture alberghiere localizzato nella frazione Pozzillo, via Ingegnere – Diniego.
  18. Piano Triennale O.O.P.P.
  19. Polo Strategico Turistico Culturale “La terra dei Giganti” per realizz. interventi valorizzazione dell`area attrazione antiche connessioni al Polo rilevanza strategica Culturale valle dell`Aci. Convenzione tra Comuni ai sensi art. 30 D. Lgs. 267/2000.
  20. Presa d`atto della destinazione a pubblico servizio del Palazzetto dello Sport di contrada Tupparello.
  21. Presa d`atto della esistenza di aree e fabbricati da destinarsi all`edilizia residenziale pubblica, alle attività produttive e terziarie.
  22. Presa d`atto di indirizzo della 1^ Commissione Consiliare. Approvazione revisione del regolamento delle strutture sportive comunali approvato con Delibera di C. C. n. 105 del 20/10/2016.
  23. Regolamento di organizzazione e funzionamento dello Sportello Unico delle Attività Produttive.
  24. Regolamento per la disciplina delle irrogazioni delle sanzioni amministrative pecuniarie degli autori degli abusi edilizi.
  25. Regolamento per la istituzione della figura di Guardia ambientale comunale volontaria.
  26. Revisione delle Norme di attuazione del PRG relativo alla regolamentazione delle Z.T.O. DI – aree artigianali ricadenti all`interno della prescrizione esecutiva di via Volano.
  27. TARI anno 2017. Approvazione Piano Economico Finanziario (PEF) e Tariffe Tassa sui Rifiuti (TARI) – Esercizio anno 2017.

(Stefano Alì)