“IL CONSIGLIO COMUNALE INTERVENGA SUL GRAVE EVENTO CALAMITOSO”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

“Ancora una volta Acireale viene duramente colpita da gravi eventi calamitosi ed ancora una volta gli acesi hanno dovuto subire l’ennesimo terremoto che, a differenza della tromba d’aria, è un evento molto conosciuto, purtroppo, dalla nostra comunità”.

“Dopo i primi interventi per assicurare, innanzitutto, almeno un tetto agli sfollati è il momento dei necessari ed improcrastinabili atti politici che sono propedeutici alla ricostruzione sia delle strutture pubbliche e sia di quelle private. Ritengo, a questo punto, indispensabile la convocazione urgente e straordinaria del Consiglio Comunale di Acireale, il più importante organo politico della Città, soprattutto dopo gli incontri, che si stanno svolgendo, con il governo Regionale e Nazionale.”

“È il momento di relazionare al Civico Consesso e quindi alla Città gli interventi che sono stati messi in atto e quelli che verranno posti in essere nei prossimi giorni, oltre ovviamente ad una dettagliata relazione sugli importantissimi incontri con il Prefetto, il Presidente della Regione e i Vice Premier del governo nazionale.”

“È opportuno, inoltre, invitare alla seduta di Consiglio tutta la deputazione Regionale e Nazionale del nostro territorio e di quello provinciale. La convocazione della massima assise comunale, che può essere convocata dai Consiglieri Comunali, dai Capigruppo e dallo stesso Presidente, è un atto dovuto nei confronti di tutta la Città.

(prof. Rosario Raneri – già presidente del consiglio comunale di Acireale)