Ipab Oasi Cristo Re, alcuni lavoratori davanti Palazzo di Città. Abbiamo sentito la signora Agata Calì: “Non sappiamo come andare avanti”.

ACIREALE – La lunga storia degli invisibili, ovvero i lavoratori dell’Ipab Oasi Cristo Re continua con l’ennesimo azione civile di alcuni lavoratori della struttura di via Maddem. Due settimane fa davanti a Palazzo di Città dopo un colloquio con il sindaco di Acireale Stefano Alì, il primo cittadino ha inviato una lettera al presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci chiedendo di dare indicazioni ai lavoratori su come si intende procedere. Oggi, dopo non aver ricevuto alcuna novità, alcuni lavoratori sono di nuovo davanti il Municipio di Acireale.

Abbiamo sentito la signora Agata Calì, lavoratrice dell’Ipab Oasi Cristo Re di Acireale.

Agata Calì (lavoratrice Ipab Oasi Cristo Re)

(mAd)