La questione “solarium”. L’assessore Fraschilla e le voci dell’opposizione

970

Solarium, l’assessore Palmina Fraschilla ha dichiarato nella nostra intervista che sin dal primo giorno del suo insediamento si è interessata per la realizzazione della passerella per i disabili motori nella frazione di S. Tecla. Ha trovato, secondo le sue dichiarazioni, una determina non firmata e, così, ha voluto capire se si poteva chiudere una convenzione con un lido della frazione a mare di Acireale. Questi i fatti, accadimenti che necessitano di ulteriori approfondimenti e forse vi è la possibilità che questa “convenzione” non potrà essere realizzata. L’assessore di attiverà per seguire con estrema diligenza tutti i passaggi burocratici e metterà tutto l’impegno per “fare in fretta”.

Questi i fatti, poi le opposizioni. Ho sempre creduto e continuo a credere che il ruolo delle opposizioni è fondamentale per la crescita della comunità, credo anche che i ruoli devono essere ben distinti tra chi amministra e chi è in minoranza (opposizione) al governo della città ma sono anche convinto che ogni azione (di governo e di opposizione) deve essere mossa da una sola leva: la tutela del bene comune e il rispetto delle regole”.

In questa vicenda sto con l’assessore Palmina Fraschilla che, senza fermarsi un attimo, si è messa subito al lavoro nel tentativo di trovare una soluzione soddisfacente per tutti e specialmente utile per i disabili motori che vogliono recarsi nella spiaggetta di S. Tecla. Forse il solairum non riuscirà ad essere operativo in tempi celerissimi, possibilmente con si chiuderà la convenzione “con un lido”, ma pochi potranno dire che l’assessore non sia stata attiva per quel che riguarda questa vicenda.
Adesso la strada diventa quella che deve essere: rispetto delle regole, gara d’appalto (senza affidamenti diretti) e corsa contro il tempo.

Buona l’opposizione, molto meno i modi con cui è stato trattato l’argomento. Con pregiudizio, con supponenza e con quell’atteggiamento tipico di chi non vuole concedere neanche il beneficio del dubbio.
In questa vicenda sto con l’assessore Fraschilla perchè il suo impegno non è in discussione e la sua volontà di realizzare il solarium con “tutte le carte in regola” è fuori da ogni dubbio.

(mAd)