L’on. Catanoso lascia Forza Italia

ACIREALE – Da qualche mese i “rumors” indicavano l’imminente abbandono di Forza Italia da parte dell’on. Basilio Catanoso e, sempre voci di corridoio non confermate, davano l’orma ex forzista vicino ad una candidatura per le elezioni europee con la LEGA. Adesso, con una nota, l’on. Catanoso afferma: “Rassegno le mie dimissioni da vice coordinatore regionale e da Forza Italia”.

Le motivazioni dell’abbandono di Forza Italia sono indicate dall’on. Catanoso quando afferma che “ad inizio Marzo, quando ho comunicato che non vi erano le condizioni per una mia candidatura in Forza Italia alle Europee, oggi ribadisco che quella mia scelta si è rivelata lungimirante: Fi non è più in grado di esprimere una linea politica chiara, sicura, in linea con il mio, il nostro percorso e coerente con la linea politica che contribuì nel 2008 alla costituzione del PdL…”

Solo pochi anni fa sarebbe stato impensabile vedere il partito del cav. Berlusconi scendere sotto la soglia del 10% e consegnare buona parte dei consensi alla Lega di Salvini. Eppure è successo e l’emoraggia di Forza Italia, secondo tutte le previsioni, continuerà a produrre sconfitte elettorali e pochissimo appeal tra gli elettori.

Nella nota inviata dall’on. Catanoso si legge “La grave confusione delle ultime ore ne è solo l’ennesima dimostrazione; assistiamo al declino di una grande forza politica passata dal rappresentare le istanze della maggioranza degli italiani a essere ‘nave senza nocchiero in gran tempesta’, senza un progetto, senza una linea politica, non più capace di fare sintesi fra anime diverse e così presentarsi al popolo in maniera autentica e credibile, in modo da poterlo rappresentare”.

Poi l’on. Catanoso dedica qualche rigo anche al presidente Berlusconi “Mi dispiace per il presidente Berlusconi, che ha rappresentato e continua, a mio giudizio, a rappresentare per l’Italia una certezza, per il suo spirito di sacrificio a servizio del Paese, ed ancora mi dispiace per tutti coloro che, dirigenti e militanti, si sono impegnati in buona fede in Fi lottando per le proprie idee; prendo così atto che oggi Forza Italia abdica al proprio ruolo e al progetto politico che doveva incarnare, caduto questo in secondo piano rispetto a faide interne e a strategie di potere”.

Infine l’on. Catanoso conclude con la tipica chiusura di chi deve dare un significato “di popolo” alla scelta compiuta. “Spinto anche da tanti amici che condividono questo pensiero, rimaniamo nell’agone politico: abbiamo coerentemente voluto evitare decisioni affrettate, per far comprendere le motivazioni profonde della scelta e per dimostrare che la nostra prima preoccupazione non è certo quella di rivendicare posizioni ma piuttosto di dare voce alle idee per cui ci siamo sempre battuti”.

E’ un abbandono dalla vita politica? Resterà in politica Catanoso? Dopo la sconfitta per la corsa al Parlamento lo vedremo candidato per le prossime europee? Nella nota Catanoso non chiarisce del tutto quale sarà la sua prossima collocazine politica, afferma l’on. Catanoso “Una pausa di riflessione, quindi, per contribuire, da Destra, alla costruzione di una nuova coalizione di Centrodestra: unita, riconoscibile, chiara, che sappia interpretare i desideri e tutelare i diritti e gli interessi degli italiani e della nostra Terra”.

(red)