Marijuana light alla Fiera dello Jonio. Abbiamo sentito Andrea La Causa: “Niente alterazione psichica solo relax”

3334

ACIREALE – Cannabis light. Un nuovo business di cui si parla tanto. Di cosa si tratta e quali proprietà ha la marijuna leggera? Venduta legalmente anche in Italia da quest’anno presente con uno stand alla Fiera dello Jonio. Abbiamo sentito Andrea La Causa.

Ci fermiamo nello stand della marijuana light (anche detta tecnica) e rivolgiamo alcune domande ad Andrea La Causa.

Chi è il vostro pubblico, quanto business genera questo commercio e che effetti ha su chi ne fa uso?

Andrea La Causa: “Non c’è un target facilmente indentificabile perchè il range è vastissimo possiamo dire che va dai diciotto ai settanta anni. Possiamo affermare con certezza che c’è tanta gente che preferisce andare a comprare la marijuana legale perchè andare nelle piazze di spaccio significa finanziare la mafia e trovare un prodotto spesso contaminato da eroina spruzzata, metadone, da polvere di piombo etc. Tante persone quindi preferiscono questa nostra tipologia che è molto aromatica e che ha anche importanti significati in ambito medico”.

Ci faccia capire meglio.

Andrea La Causa: “La sostanza che è qui in vendita è ricca di “cbd” che è un antinfiammatorio naturale che agisce nell’apparato endocannabinoide. Agisce per calmare i dolori: da quelli del ciclo mestruale, al postchemio, ed è indicato anche per l’alzheimer, parkinson, sla, sindome di Tourette ed altro ancora”.

Qual’è il contenuto di thc presente nei vostri prodotti tanto da poterlo definire light?

Andrea La Causa: “Va premesso che la legge in Italia è ancora poco chiara.  Il range per il thc va dallo 0.2% allo 0.6%, c’è chi afferma che lo 0.6 è valido solo per il coltivatore, altri che ainvece dicono che il livello di 0.6% è valido per tutti. In ogni caso noi ci attestiamo su un livello che è certamente dentro il range indicato, il nostro prodotto va dallo 0.2% massimo 0.3%, questo per stare il più possibile dentro la normativa e dare, allo stesso tempo, un prodotto di ottima qualità”.

Quali sono gli effetti dell’infiorescenza che vediamo esposta?

Andrea La Causa: “Gli effetti dell’infiorescenza, dell’olio, dell’uso tramite vaporizzatore ed altro sono quelli di favorire un grande relax fisico e mentale. Si ha un effetto miorilassante e produce un benessere generico ma senza alcuna alterazione psichica. Quindi nessuna alterzione, si è totalmente lucidi, da solo tranquillità e relax”.

Quali sono le modalità di assunzione oltre al fumo?

Andrea La Causa: “Noi vendiamo cannabis tecnica, non è, quindi, una cannabis da fumare. Le assunzioni più diffuse sono certamente l’olio e le capsule. L’olio viene assunto con le gocce sublinguali e le capsule con un sorso d’acqua. Poi la cannabis tecnica può essere assunta attraverso la vaporizzazione con la sigaretta elettronica ed ancora c’è la parte “food” con i semi. I semi hanno un contenuto notevole di omega  3 e omega 6, oltre che vitamine e proteine”.

Vedere uno stand come il vostro alla Fiera dello Jonio desta un certa curiosità.

Andrea La Causa: “E’ un prodotto agricolo e la filiera si sta espandendo sempre di più. Dalla pianta non si butta via nulla, con i residui si producono le bioplastiche, la pasta ed ancora l’olio, le farine, la birra i liquori, il gelato, i dolci e tantissimo altro ancora”.

(red) (nella foto Andrea La Causa e Luca Montagnetta)