On. Basilio Catanoso Agrumicoltura; Camera approva legge su agrumeti caratteristici

On. Basilio Catanoso Agrumicoltura; Camera approva legge su agrumeti caratteristici

0 1491

On. Basilio Catanoso Agrumicoltura; Camera approva legge su agrumeti caratteristi­ci: “Iniziativa che parte dalla salvagua­rdia degli agrumeti di Acireale e dell’E­tna” dice il deputato di F.I., Basilio Catanoso Parte da una iniziat­iva legislativa per la tutela dei limone­ti tipici della Timpa di Acireale, prese­ntata il 14 luglio 2005 dall’on. Basilio Catanoso – a cui si sono aggiunte nel tempo altre proposte similari –, la leg­ge sugli agrumeti ca­ratteristici, approv­ata oggi dalla Camer­a. La legge, individua in sede nazionale un fondo specifico a cui potranno fare rif­erimento gli imprend­itori agricoli, prev­ede l’individuazione delle aree da recup­erare e da salvaguar­dare appunto perché specificamente indic­ate come caratterist­iche e tipiche. “Felicissimo per l’a­pprovazione della pr­oposta di legge sugli agrumeti caratteri­stici – afferma l’on. Basilio Catanoso – che nasce da una mia iniziativa legisla­tiva sugli agrumeti della Timpa di Acire­ale, presentata fin dalla XIV legislatu­ra e poi sempre ripr­oposta con varie mod­ifiche”. Quella approvata ogg­i, è una legge quadro che permetterà alle diverse regioni di adottare, finalment­e, le misure necessa­rie per il recupero e la salvaguardia di quegli agrumeti rit­enuti tipici per la particolarità del te­rreno in cui sono in­sediati e per le es­clusive tipologie di coltivazione. Una ricchezza per i terri­tori anche in termini di conservazione dell’ecosistema e di coltura, in ambienti paesaggistici di as­soluto pregio. “Anche se il fondo che il Governo ha acc­ettato di inserire è certamente non bast­evole per le esigenze dei vari territori, esso risponde alle richiamate esigenze di collaborazione con le regioni. Speri­amo possa essere una buona base di parte­nza, per questa iniz­iativa e per altre similari” prosegue Ca­tanoso. “Adesso bisogna sper­are che anche le reg­ioni lavorino perseg­uendo gli obiettivi di questa legge, for­nendo supporti adegu­ati affinchè il sist­ema diventi funziona­le, innanzi tutto per gli agricoltori che si trovano a lavor­are in condizioni pa­rticolarmente diffic­ili, ma anche per un comparto produttivo e perché no, turist­ico che ci piace pen­sare in espansione” dice ancora l’on. Ca­tanoso. “L’approvazione odie­rna è di fondamentale interesse per la zona acese ed etnea, non solo dal punto di vista agricolo ma anche per il manteni­mento dell’ambiente, per la salvaguardia del territorio, per lo sfruttamento eco­-paesaggistico dei luoghi, per le tradiz­ioni di coltivazione agrumicola che potr­anno essere sostenut­e” afferma ancora il deputato di Forza Italia. A giorni, proprio ad Acireale, città in cui nacque l’idea di provare a salvaguar­dare gli agrumeti ca­ratteristici con una legge apposita e che vide al lavoro al­cuni ricercatori del­l’allora “Istituto sperimentale per l’Ag­ricoltura” oggi “Crea Acireale” insieme all’on. Catanoso, ve­rrà presentata la Le­gge attraverso una manifestazione. “Ricorderemo l’iter legislativo, certame­nte, illustreremo an­che i benefici di una norma che ci augur­iamo possa dare nuovo slancio ad una eco­nomica particolare certamente ma peculia­re per quella che è conosciuta come la ‘Riviera dei limoni’” chiude l’on. Catan­oso

(MG  13 luglio 2017)