Piccola storia di Jaci – La Madonna di Valverde, Patrona di AciReale,...

Piccola storia di Jaci – La Madonna di Valverde, Patrona di AciReale, 1787

0 435

Dalle ricerche di archivio, condotte da Padre Giovanni Messina A.S., apprendiamo che i senato e il clero, mediante atto pubblico del 16 aprile 1787, eleggevano Patrona della città la Beata Vergine di Valverde e presentavano supplica a mons Deodati Moncada. Come luogo di culto si sceglieva  la Chiesa della Maddalena. Oggi il culto in Acireale è estinto, la chiesa predetta è spoglia, ulteriori ricerche ci potrebbero far sapere se c’era un immagine della Madonna. Visitando le edicole e le effigi sacre del centro storico in via Gangi nei pressi della chiesa della “Mandalena” si trova l’unica icona dedicata alla Madonna.

L’approvazione vescovile arriverà solo nel 1791 con l’elezione della madonna a Patrona “meno principale” della città

Riportiamo un passo dell’atto notarile redatto dal notaio Nicolò Panebianco di Acireale

Die decimo sexto aprilis quintae Indictionis Millesimo Septingentesimo octuagesimo septimo 1787

Desiderantes Spectabilis D. Vincentius Baro Modò Regius Capiteneus, Spectabilis Baro D. Francisco Pennisi Regius Patritius, Spectabilis D. Paulus Carpinato, D. Vincentius Carpinato, Don Marianus Calì Platania, et Placidus Piccione Jurati, ac D. Franciscus Grassi Calanna Syndacus huius Amplissimae  et Fidelissimae Regalis Civitatis Acis; nec non Adm. Rev. Can. D. Josaphat Piccione , Adm. Rev. Can. D. Ignatius Vecchio, Adm. Rev. D. Carolis Benificialis Calì, et Rev. D. Sebastianus Pennisi Deputati Reverendissimi Cleri huius predictae civitatis, et summo studio cupientes, hanc amplissimam  et fidelissimam Regalem Civitatem Acis eiusque populum costituere sub potentissimo Patrocinio Beatissimae, et sempre Verginis Mariae tituli Valli Viridis, cuius venerabilis Imago mirabiliter creditur apparuisse, sicuti extat in venerando Sanctuario, sive Ecclesia vetustissima eidem Sanctissimae Deiparae dicata Quarterii, quod nominatur Acis Valli Viridis, udi summa populorum veneratione, et frequentia colitur; imo pro fidelium majori devotione extat etiam sacellum, sive altare dicatum eidem Ammatissime Matri predicti tituli Vallis Viridis in Venerabili Ecclesia S. Mariae Magdalenae penitentis huius predictae civitatis ut efficacissima eius intercessioneet protectione apud Omnipotentem Deum Optimum Maximum gaudere mereatur in coelis, ac spiritualia et temporalia beneficia consequatur, et a cunctis , et cunctis periculis sub eius patrocinio liberetur in terris.

Prof Matteo Donato “per la storia di Valverde” ricerche inedite di Padre Giovanni Messina a.s. (doc. LXIII)

Antica stampa della vergine di Valverde – edita dall’Accademia degli Zelanti

Immagine dell’altarino di Via Gangi