Piccola Storia di Jaci – Le Sette chiamate

Anticamente , per la vigilia delle festa di San Sebastiano, le Venerabili Confraternite presenti nella Basilica,a turno, effettuavano una veglia di preghiera in onore del Santo . I Governatori e i confrati erano avvisati del loro turno di veglia da una combinazione di rintocchi di campane . I Sodalizi erano 7: La Confraternita del SS.Crocifisso in San Sebastiano , custode di una copia della sacra Sindone di Torino del 1644, La Confraternia dell’Addolorata (detta dei Bianchi) , la Confraternita di San Gaetano , la Confraternita di Santa Maria degli Angeli , La Confraternita del SS. Ecce Homo , La Confraternita della Madonna della Lettera e La Confraternita di Santa Maria della Pace. Con il “progresso” sono finite le veglie e la necessita di avvisare qualcuno con rintocchi di campana , comunque la tradizione viene lo stesso mantenuta con l’esecuzione dei segnali tutti insieme alle ore 22.00 in punto , depositario della tradizione e’ Luigi Safiotti coadiuvato dall’inossidabile Saro Re.