Piccola storia di Jaci – Renè Bazin ospite di Acireale, 1891

Piccola storia di Jaci – Renè Bazin ospite di Acireale, 1891

0 221

Il prof. Santi Correnti, in una delle sue pubblicazioni dedicate alla Città di Acireale, scriveva dello scrittore francese Renè Bazin ospite della nostra città.

Nel 1891 sostò ad Acireale lo scrittore francese Renè Bazin (1853 – 1932 accademico di Francia dal 1903) il quale nel libro “Sicilia , bozzetti italiani” la defini:

“Cittadina quasi sconosciuta, ma oltremodo affascinante, la più dolce che mi sia stato dato di incontrare in Sicilia; raccolta, non indaffarata, bianchissima nella sua corona di aranci, e vecchia tuttavia come la mitologia. Persino il suo nome è un nome di leggenda…Ha il clima che converebbe ancora agli eroi poco vestiti delle favole, una popolazione gentile, pescatori abituati a sentire cantare la sirena, e per scendere a mare, delle scale intagliate nella roccia a picco e finacheggiate da fichidindia. Tutto questo è così carino, tutto questo addormenta il ricordo e la fatica di viveree il desiderio di essere altrove…Ero talmente preso dal fascino di Acireale che, dovendo lasciare questa dolcissima città , decisi di collezzionare e di portarmi tutto quello che avrei potuto trovare dal libraio riguardo a notizie e storie locali”.

il prof. Correnti conclude con un rammarico:

“E’ Davvero strano che queste bellissime parole di Bazin siano praticamente ignorate ad Acireale: nè una epigrafe, nè una via ricordano il grande scrittore francese che tanto amò la Sicilia, e particolarmente Acireale, di cui arrivo a scrivere che “nessun altro paese mi piace di più in Sicilia”. Chissà perchè Bazin non ha avuto fortuna ad Acireale….