Piccola Storia di Jaci – Ricettività in Acireale

Nel 1981 il dott. Vito Finocchiaro in un suo saggio pubblicato su Memorie e Rendiconti traccia un breve profilo storico riguardante la ricettività turistica nella Città di  Acireale dal dopoguerra al 1981 .

Nel 1946 siamo all’ Anno Zero, il turista che veniva ad Acireale trovava alloggio “All’albergo della…luna” (cit dott. Alfio Fichera).

Nel 1950, secondo il circolo universitario il miglior “albergo di Acireale era a….Catania”.

Nel 1952 (anno uno)  si rendeva obbligatorio il sistema di rilevazione delle presenze, la ricettività in termini di posti letto è costituita da 32 camere, 50 posti letto e 2 bagni suddivisi in: un albergo di IV cat  , l’Aquilia della fam. La Rosa di fronte la chiesa della Maddalena (via Vitt. Emanuele), la locanda il “Vecchio Marconi” in vico Marcellino della fam. Bottino, 4 affitta camere (tra cui l’ex pensione Umberto I in via San Carlo gestita dalle signorine Sbaratta ( riservata prevalentemente agli studenti) , due case di tolleranza (totale 7 posti e un bagno) in via Gargani  e in via Pizzone.

Nel 1960 la ricettività posti letto aumenta di poco (48 camere , 76 letti e 7 bagni) Alla lista si aggiunge l’Albergo Pattis (una parte del vecchio Albergo Des Bains) , 2 locande  (c’e in piu quella di Sebastiano Del Toro in via Marzulli) non ci sono piu l’albergo Aquilia e le “case di punta” chiuse dalla Legge Merlin.

Nel 1970 la ricettività posti letto sale a 181 camere, 477 posti letto e 118 bagni. Gia ci sono le strutture dell’albergo Maugeri , L’ Aloha d’oro e la “Casa del giovane” inglobato nella “Città del Fanciullo” nella lista sono comprese pure le stanze a pagamento dell’Ospedale Santa Marta e Santa Venera.

Nel 1981 già la ricettività e’ decisamente migliorata con 1414 camere, 2067 posti letto e 1058 bagni con la rilevazione di 349.656 presenze e i nuovi impianti del Santa Tecla Palace Hotel , Il Park Hotel di Capomulini, il complesso della Perla Jonica e l’Hotel delle Terme di proprietà della Regione Sicilia. Tutte strutture poste all’esterno della Città ma che comunque era un numero di posti letto che faceva ben sperare per il futuro.

Saggio integrale pubblicato dal Dott. Vito Finocchiaro in Memorie e Rendiconti anno 1981 serie III – vol 1

dati dell’ Azienda di Cura e Soggiorno di Acireale