Piccola storia di Jaci – Riparo in una caverna, anno 1751

Piccola storia di Jaci – Riparo in una caverna, anno 1751

0 424
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Dalla Breve storia della chiesa di “Santa Maria al Presepe” volgarmente detta ” della Grotta” scritta dal Can. Zaccaria Musmeci anno 1934 (2a edizione)

Una delle più antiche Chiese è quella di Santa Maria dei Raccomandati, a tramontana della Città, in cui fin nel secolo XVII affluiva il clero e il popolo per venerarvi la celeste Regina nei giorni delle sue principali solennità e specialmente nel dì 2 luglio d’ogni anno, occorendo la festa della Visitazione. I Sacerdoti scatenò tutto ad un tratto un sì forte temporale, da costringerli a riparare in una oscura caverna sotto il masso, non trovandosi in quei pressi abitazione alcuna. Era quello un luogo in cui financo lo sguardo temeva di fissare il viandante, giacchè dicevasi nascondiglio di banditi e  asilo di rettili velenosi. I nostri pii Sacerdoti però non poterono esimersi dall’entrarvi, tanta era dirotta la pioggia, e codì impetuoso il vento. Mentre però ivi riposavano, Dio sa quanto a malincuore, fra umidità ed il puzzo che vi era permanente, nonchè per la paura di vedersi ad  ogni istante avvinti da qualche biscia velenosa, uno di essi, per nome D. Mariano Valerio, contemplando la volta e la profondità di quell’antro, esclamò: oh….. come sarebbe atto questo luogo, togliendovi di mezzo alcuni massi, per farne la grotta a somiglianza di quella di Betlem…! Stupenda idea, rispose allora un altro, …. e d’ un subito, come per divina ispirazione, tutti quanti si trovarono d’accordo, e, senz’altro inginocchiatisi, pregarono il Bambino Gesù perchè dal Cielo benedicesse quel santo loro desiderio.