Piccola storia di Jaci – San Sebastiano “u primu Santu nudu”

344

Il prof. Pagano nel suo libro, nel capitolo dedicato al Santo Bimartire, non mancava di ricordare gli antichi adagi sul periodo invernale e la fine del grande freddo.

Corre l’antico adagio che il Santo uscendo ignudo diminuisce il freddo, perchè se lo raccoglie lui. San Bastianu: nesci lu nudu e si cogghi lu friddu, o l’altro che da esso adagio deriva: Ora chi va lu Nudu ppi li strati, nun è tantu luntana a nui la stati. Anche ad Acireale si crede che il 20 gennaio sia virtualmente finito il freddo intenso. Dopo i tre santi coperti da pesantissimi pastrani, San Nicola di Bari, San Mauro e Sant’Antonio abate, – I tri santi ccu cappottu –, San Sebastiano, nudo, dovrebbe portare finalmente un po’ di tepore, anche se sulle sue carni bianche, ceree addirittura, corre qualche brivido di freddo.

prof. Antonio Pagano – “Acireale Viva, viaggio nella nostalgia”