Rifiuti, tutte le novità da piazza Europa a San Cosmo, passando per via Goldoni

890

ACIREALE – Sembra essere migliorata la situazione della gestione e della raccolta dei rifiuti nel territorio di Acireale. Iniziamo segnalando che la raccolta differenziata nel mese di dicembre 2018 ha superato la soglia del 65%. E’ un buon segnale che ci porta fuori la zona a rischio sanzioni.

L’assessore all’Ambiente Daniele La Rosa ha riferito in consiglio comunale che nel mese di febbraio 2019 sono state prodotte venti segnalazioni alla Polizia Municipale in riferimento al non corretto posizionamento dei carrellati nelle aree di pertinenza condominiale.  Sono attive sul territorio acese, dislocate in alcune aree, per così dire, sensibili, le auto civetta e le telecamere. l’assessore La Rosa fa sapere che alcune aree a rischio sono sotto controllo, la motivazione, ovviamente, è quella di portare alla normalità le microdiscariche che da tanto tempo insistono sul territorio comunale.

Tempi duri anche per i proprietari di fondi che, nel tempo, sono stati assaliti da orde di incivili tanto da trasformarsi in microdiscariche. In questo caso l’azione amministrativa è stata quella di diffidare i proprietari di fondi dove al loro interno si sono accumulati rifiuti di vario tipo. L’amministrazione ordina, quindi, ai proprietari di recintare i fondi in modo tale da rendere l’operazione dell’abbandono del rifiuti assai più complessa e in alcuni casi impossibile; come da esempio in via Sclafani dove il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti si è fermato proprio grazie alla recinzione di un fondo privato che ricade sulla pubblica via.

In questi giorni importante operazione a San Cosmo. L’Ufficio Ambiente la Polizia Municipale e la Tekra hanno posizionato i carrellati, che si trovavano sul suolo pubblico, all’interno di tutti i condomini. Adesso dovrebbe essere più semplice ed efficace comprendere e individuare quei soggetti che non effettuano la corretta differenziazione dei rifiuti.

Altro passaggio importante è quello relativo alla modalità di raccolta dei rifiuti in piazza Europa. Dall’1 aprile in piazza Europa i carrellati dovranno essere tenuti dentro i condomini. Vi sono stati alcuni incontri tra l’assessore La Rosa e gli amministratori dei condomini dove si è deciso che si dovrà trovare la migliore modalità per  adeguarsi così come fanno tutti gli altri cittadini acesi.

Continua l’attività di controllo dei sacchetti lasciati in maniera non appropriata. Ogni venerdì vengono effettuati i controlli ed anche grazie a questa modalità di intervento sono stati controllati oltre seicento sacchetti ed ovviamente vi sono, ogni settimana, un significativo numero di segnalazioni alla Polizia Municipale. 

Anche i supermercati sono stati e sono soggetti a controlli. E’ importante che dai grandi centri di distribuzione venga effettuata una corretta raccolta differenziata e che carta e cartone possano essere consegnati all’Ente pubblico in modo da non andare sprecata o percorrere direzioni non proprio chiare.

Questione amianto. In alcune strade sono comparse rifiuti di amianto abbandonati. Sono rifiuti pericolosi e chi li abbandona per strada va incontro ad un reato penale.  Particolare attenzione in via Catusi.

Via Goldoni. In questa strada la situazione sembra proprio essere irrisolvibile. L’assessore Daniele La Rosa, insieme alla Polizia Municipale ha cercato di contattare alcuni condomini ma senza ottenere ne contatti ne, ovviamente, risultati. L’assessore rimane comunque determinato a consegnare i carrellati nella speranza che, in qualche modo, la situazione di degrado che insiste su quella via possa lentamente e faticosamente migliorare. E’ un auspicio in cui nessuno crede. In via Goldoni ad oggi nessuno è stato capace di ripristinare il decoro e la legalità.

CCR. Si aspetta un nuovo finanziamento per far si che anche ad Acireale, in via Catusi, possa sorgere un’isola ecologica efficiente e che ciò possa essere l’apripista per l’applicazione della tariffa puntuale. Il CCR, che si attende da troppi anni, dovrà essere al centro dell’attenzione dell’amministrazione Alì.

Questa la sintesi di un aspetto della vivibilità urbana che, speriamo, possa sempre continuare a migliorare e portare Acireale come una città virtuosa in fatto di differenziata.

(mAd)