Sciopero globale per il clima.Gli studenti chiedono un futuro migliore

Oggi (15/03/2019) in centinaia di città italiane e nel mondo gli studenti, i giovani chiedono rispetto per l’ambiente e chiedono garanzie per il loro futuro. L’appello di Greta è stato raccolto e un movimento sano e globale di giovani cittadini del mondo dice no ai crimini che si stanno commettendo ai danni del pianeta.

Greta Thunberg, la 16enne svedese diventata il simbolo della lotta al cambiamento climatico, proposta per il nobel per la pace, fa sentire la sua voce in tutto il pianeta e gli studenti raccolgono questo allarme e vanno in piazza con le migliori motivazioni possibile: salvare il pianeta dalla follia del potere.

La minaccia al clima è certamente una delle principale cause di guerre, conflitti, emigrazioni di massa, così dopo il discorso di Greta al vertice sul clima delle nazioni unite tenuto in Polonia e al forum di Davos, la sedicenne è diventata l’esempio di milioni di giovani in tutto il mondo, ed ecco che oggi in oltre 1.300 località in tutto il mondo i giovani saranno in piazza per sollecitare i governi ad agire immediatamente contro il cambiamento del clima e il surriscaldamento del pianeta.

La protezione dell’ambiente in tutte le sue modalità è la linea di frontiera che divide una società sana dalle superpotenze industriali che continuano ad immettere nell’atmosfera tonnellate di co2 senza preoccuparsi minimamente del cambiamento climatico già in atto e che già sta procurando danni considerati dagli studiosi irreparabili. Il tempo per agire è alla scadenza e non è più possibile pensare di continuare ad usare energia non rinnovabile.

Ogni città, ogni villaggio, ogni paese deve fare la sua parte, deve contribuire a ridurre le emissioni in tutti i modi possibile. Dal riscaldamento delle case, al traffico veicolare, fino ad ogni forma possibile e utile per la riduzione delle emissioni di co2.

Anche Acireale si mobilita per il Fridays For Future.
Questo l’elenco delle associazioni che insieme agli studenti saranno oggi dalle ore 10.00 in piazza garibaldi: Associazione Costarelli, Circolo Arci Babilonia di Acireale, Azione Cattolica Italiana di Acireale, Fare Verde Acireale, FIAB Acireale, Fondazione Angelo D’Arrigo, Legambiente Acireale, LIBERA per le Aci, Taranterra, VieTraverse, liberi cittadini, studenti, tutti uniti per questa grande giornata di mobilitazione mondiale.

I giovani chiedono il rispetto del pianeta, chiedono un futuro per le loro vite, chiedono maggiore attenzione ai governi in tema di clima, emissioni, sostenibilità ed uso delle fonti energetiche rinnovabili. Richieste giuste, precise, dettate dalla necessità di vivere in un mondo che possa essere migliore di quello che i poteri stanno lasciando alle nuove generazioni.

(mAd)