Storia d’Italia – 12 agosto 1943, la strage nazista di Castiglione di Sicilia.

963

La mattina del 12 agosto 1943, entravano nell’abitato di Castiglione di Sicilia una trentina di soldati tedeschi appartenenti alla divisione corazzata “Herman Goering”, montati su autocarri e scortati da un carro armato provenienti da Randazzo, da poco tempo evacuata. Questi militari, come detto, entavano nel abitato e iniziavano a sparare sulla popolazione , prendendo numerosi ostaggi e saccheggiando e depredando persone e cose. I motivi della strage, una delle prime compiute dai nazisti contro la popolazione civile italiane, restano inspiegabili, anche perche non c’era ordini di rappresaglia da compiere contro i civili durante la ritirata, l’ipotesi sembra che sia stata uno sfogo vendicativo . Con lo sgombero di Castiglione,  si conteranno complessivamente 16 persone uccise e una ventina di feriti.

 

Medaglia di bronzo concessa alla città di Castiglione di Sicilia dal Presidente della repubblica, anno 2002:

«Nel corso dell’ultimo conflitto mondiale fu teatro di una feroce rappresaglia tedesca che provocò la morte di sedici civili ed il saccheggio di numerose abitazioni.»
— Castiglione di Sicilia (CT), 12 agosto 1943

foto della lapide commemorativa tratta dalla pagina “Quotidiano sociale .it”