Storia d’Italia – Ritrovamento , dopo 77 anni, del “Giovanni dalle Bande nere”

264

Dopo 77 anni viene ritrovato l’incrociatore leggero , della classe Condottieri, Giovanni dalle Bande nere, affondato nell’aprile del 1942 a 11 miglia nautiche a Sud di Stromboli. Il relitto e’ stato avvistato dagli uomini del cacciamine Vieste in servizio di perlustrazione.

l’incrociatore varato nel 1930, partecipò , durante la II guerra mondiale, agli scontri di Punta Stilo e Capo Spada e fu impiegato come nave scorta dei convogli Italiani che facevano la spola tra l’Italia e la Libia.

Ispezione del relitto della Marina Militare

Le vicende finali dell’Incrociatore:

Il 21 marzo del 1942 fece parte della formazione italiana inviata ad attaccare un convoglio inglese diretto a  Malta ; ne derivò la Seconda Battaglia della Sirte nella quale il Bande Nere colpì con un proiettile da 152 mm l’incrociatore britannico Cleopatra, causando 15 morti[ e alcuni danni (che tuttavia non impedirono alla nave di continuare il combattimento). Il mattino del 1º aprile 1942  lasciò Messina diretto a La Spezia scortato dal cacciatorpediniere Aviere e dalla torpediniera Libra. Alle 9 del mattino a undici miglia da Stromboli: il gruppo venne intercettato dal  sommergibile britannico Urge: un  siluro spezzò in due lo scafo del Giovanni delle Bande Nere, che affondò rapidamente , trascinando con sé 381 (per altre fonti 287) uomini.

fonte e foto: Wikipedia