Strade di Jaci – Via Caronda

Via del centro della città che collega, alle estremità, la via Marchese di San Giuliano con il Corso Sicilia e al centro è attraversata dal corso Savoia. La La via segue le vicende delle strade principali in particolare del Corso Savoia e a seguire del Corso Sicilia e della via Marchese di San Giuliano. Una parte viene sistemata di marciapiedi nel 1865. Nel primi del novecento, all’angolo con il corso Savoia viene costruito il palazzo Barbagallo all’altro angolo c’e un lato del palazzo Grassi Voces. All’angolo con la Piazza Garibaldi ci sono le uscite di emergenza del nuovo Teatro Maugeri progettato dall’Ing. Mariano Grassi e inaugurato nel febbraio del 1952 . all’angolo col corso Sicilia nei primi anni 60 sorgeva, sul terreno di Barbagallo, il mastodontico palazzo Patanè dal nome del costruttore Micio Patanè . Nel 1953 veniva pavimentato il primo tratto della strada .

Il Tratto Corso Savoia – Via Marchese di San Giuliano veniva urbanizzato tra la fine degli anno 40 e gli inizi degli anni 50. All’angolo ricordiamo la storiva dolceria del Cav. Castorina rinomata a partire dagli anni 50 (ormai chiusa da diversi anni) all’estremità angolo via Marchese di San Giuliano citiamo il palazzetto del dott. Petrina in stile moderno.

la via è dedicata a
«Caronda, (VI sec. A.C.)Antichissimo legislatore d’Italia istituiva in questa sua città nel settimo secolo avanti Cristo il primo celebrato ginnasio condotto da uomini liberi a spese dello Stato poche leggi dava e molte norme di pubblico e privato costume alla Sicilia e alla Magna Grecia e santificandole con l’esempio meritava gloria immortale qual fondatore austerissimo di civiltà.» Cit. Mario Rapisardi

fonti bibliografiche:

Corso Savoia e dintorni – avv. Turi Trovato

Imago Hurbis – dott.sa Gravagno – ing. Scaccianoce

Il Risveglio – Acireale 1944 / 1960 avv. F.Saporita