Strade di Jaci – Via Casalini (Stazzo)

230

Via Casalini é sconosciuta come tale da tanti stazzoti. Inizia da Via XXI Aprile accanto all’officina meccanica fa una curva a gomito ed arriva fino ad una edicola votiva ad angolo con Via della Rinascita. La strada non è asfaltata e la maggior parte delle persone pensano che sia una via padronale. La larghezza della strada é irregolare. Ci sono due o tre “malazzeni”, una casa in costruzione ed un’altra casa (un’oasi di pace ) presumibilmente abitata solo d’estate. Il fondo stradale consente il percorso con la macchina, ma da Via XXI Aprile, non mi sembra conveniente. É meglio il percorso da Via della Rinascita.

Testo Giovanni Presti

La mia impressione è che molte vie di Stazzo siamo state intitolate durante il “ventennio”. Con molta probabilità, come è accaduto in tanti comuni,(magari sono auspicabili future ricerche all’archivio storico per conferma) la via è dedicata ad Armando Casalini,

Armando Casalini nato a Forlì nel 1883 e ucciso in un attentato il 12 settembre 1924 fù segretario de partito Repubblicano e in seguito deputato fascista. Nominato vicesegretario generale delle Corporazioni sindacali, fu assassinato su un tram a Roma con tre colpi di rivoltella sotto gli occhi della figlia Lidia. L’omicida, il carpentiere comunista Giovanni Corvi, lo assalì al grido di “Vendetta per Matteotti.

La stampa diede ampio risalto all’avvenimento descrivendo l’assassino come uno squilibrato.

On. Armando Casalini