Studenti acesi sensibili, hanno partecipato ieri ad Acireale, all’iniziativa “Fridays for future” sciopero globale contro il riscaldamento del pianeta.

193

Ieri 15 marzo si é svolta in tutta Italia l’iniziativa “Fridays for future” ossia lo sciopero globale degli studenti contro il riscaldamento climatico.
Acireale ha partecipato attivamente a questa iniziativa con tutte le piú importanti Associazioni presenti sul territorio e tantissimi studenti dei vari Licei e scuole medie che hanno contribuito con la loro presenza alla riuscita dell’evento.

Il ruolo dei giovani studenti acesi è stato fondamentale, hanno posto l’accento sul problema e con le loro dichiarazioni hanno fatto riflettere sul problema e sensibilizzato l’opininione pubblica.
Forse attratti dal coraggio della loro coetanea Greta Thunberg che ha manifestato davanti il Parlamento svedese ma soprattutto coinvolti dai suoi messaggi che portano a riflettere sull’importanza di una politica internazionale attenta che faccia riflettere su comportamenti personali e stili di vita nuovi affinché si possa abbassare la soglia d’allarme sulla questione climatica.
I giovani sono molto sensibili a queste problematiche e ieri ad Acireale lo hanno dimostrato, informati e determinati sul tema, da molto tempo ormai, hanno preso coscienza delle varie problematiche che coinvolgono i governi, alla necessità di attuare una rivoluzione tecnologica delle energie rinnovabili e anche la scelta di ognuno di noi di fare consumi piú moderati affinché si possa intervenire mettendo un freno a questo disastro globale che certamente ci presenterà presto il conto.

Ieri, gli studenti acesi hanno chiesto a gran voce: un clima respirabile, una Acireale sostenibile a misura d’uomo, fatta di spazi verdi.
Hanno chiesto inoltre: che aumenti la mobilità attraverso l’uso delle biciclette, e l’uso di trasporti elettrici e ancora, una ZTL vera che dia la possibilità a tutti di vivere pienamente la propria città senza essere costretti a respirare gas di scarico, polveri sottili, aria irrespirabile.

Loro, giovani ma tanto maturi che rispettano l’ambiente e si rendono conto che bisogna lavorare dal basso per dare un segnale concreto ai cittadini, a tutte le amministrazioni cosi da poter dare sempre il meglio a livello locale. Sensibilizzare, sensibilizzare sempre, per raggiungere questo importante obbiettivo.

Loredana Greco, portavoce dell’associazione culturale “Vietraverse” presente all’iniziativa svoltasi ieri ad Acireale dichiara:”Un po tutti ci siamo innamorati di Greta, la ragazzina che sta sfidando tutte le gradi nazioni chiedendo un mondo migliore per se stessa e per tutti.
Ad Acireale oggi, noi tutti chiediamo, insieme a tantissime scolaresche, associazioni e semplici cittadini, che lo stato si muovi in questo senso migliorando le nostri condizioni di vita con servizi di trasporto elettrici anche se ad Acireale addirittura hanno riaperto il traffico, cosa che noi ovviamento non condividiamo assolutamente.
Pensiamo inoltre che sia importante che l’essere umano diventi più colto dal punto di vista del rispetto per se stesso che significa soprattuttto rispettare l’ambiente dove vive”

Anche Francesco Licciardello pres. Associazione FIAB Acireale presente ieri all’evento acese, soddisfatto ha dichiarato che non si sarebbe mai aspettato una mobilitazione cosi massiccia:” Avevamo fatto una riunione con un gruppo di Associazionin di Acireale per parlare e partecipare a questa iniziativa. Pensavamo di essere poi presenti in venti persone come al solito succede in queste occasioni ma ci siamo dovuti ricredere e con grande stupore, ci siamo resi conto che c’é stata tantissima partecipazione e il fatto stesso di essere riusciti a coinvolgere gli studenti che sono l’anima del nostro futuro, ci ha fatto capire quanto questa loro partecipazione sia stata sentita, quanto a cuore hanno il tema dell’ambiente e della salute del pianeta.
Tutto ció ci rende orgogliosi.”

Giovani ragazzi, noi tutti confidiamo in voi, forse siete coloro che riuscirete a salvarci con la vostra sensibilità e l’amore per l’ambiente.

( Graziella Tomarchio )