Tags Posts tagged with "aci vivibile"

aci vivibile

0 2658

ACIREALE – Il 5/6/2015 il Comune di Acireale ha stipulato un Contratto con la ditta Project Automation per la realizzazione del progetto Acivivibile, aggiudicato con il ribasso del 3% per la cifra di  654.395 + iva.

Oggetto del bando era la fornitura di un “Sistema per il monitoraggio e controllo della mobilità e dell’inquinamento da traffico veicolare“. Finanziamento P.O. FESR 2007-2013 Linea 6.1.3.6. Il finanziamento regionale riguarda il tema –“Azioni di recupero e tutela della qualità dell’aria nelle Aree Urbane”.

Il sistema prevedeva:

  1. Sistema di controllo dei varchi della ZTL
  2. Postazioni di rilevamento del traffico
  3. Sistema di rilevamento delle infrazioni al codice della strada
  4. Azioni di sensibilizzazione sul tema

Idee bellissime ma i soldi pubblici investiti alla fine non ci hanno lasciato nulla se non due autovelox posti in via Cristoforo Colombo utilizzati solo per rimpinguare le casse comunali.

Infatti il sistema di controllo varchi della ZTL non è mai partito, sicuramente non è funzionante, oggi c’è solo una telecamera montata e le altre 4? Vista l’assenza della ZTL, il rilevamento delle targhe sarebbe potuto essere utilizzato almeno per rilevare le auto che transitano senza assicurazione attiva. Ma ci sarebbero dovuto essere le telecamere.

Oltretutto è anche posto in un’area che non è neanche individuata come ZTL.

Il nostro comune molto trasparente non ha mai pubblicato un dato relativo al traffico misurato ne dei dati relativi all’inquinamento. I risultati di questo finanziamento non sono stati utilizzati nella sperimentazione della ztl del 2016, e non vengono neanche nominati nel piano della mobilità urbana. Mi chiedo ma è funzionante? Esiste un’analisi del traffico? Esiste un’analisi dell’inquinamento?

Ci resta il ricordo di qualche manifesto che invitava alla convivenza (non so quanto apprezzato dalla Chiesa), in pieno stile fumo negli occhi, ed un sito assolutamente inutile www.acivivibile.it dove non viene riportato alcun dato fra quelli raccolti (se vengono effettivamente raccolti).

Mi auguro un intervento dell’OLAF ad Acireale, http://ec.europa.eu/anti-fraud/home_it, ad Acireale fra Villa Belvedere, Acivibile, Municipio, Pannelli fotovoltaici etc. potrebbe lavorare per mesi. E bisognerebbe porre molta attenzione nell’assunzione di responsabilità, come nella delibera di giunta n. 33 del 23/02/2017 in cui si dichiara che l’opera è funzionante.

Vediamo un pò più in dettaglio cosa era previsto.

Tema bellissimo un salto nel futuro.

Sogno ad occhi aperti, Acireale una vera SmartCity, ecco infatti gli obiettivi assolutamente condivisibili.

Ed ecco l’architettura prevista.

Infine ecco il dettaglio dell’opera prevista:

  1. Sistema di rilevamento delle infrazioni (passaggio col rosso e infrazione di velocità). Banalmente un sistema che rilevasse il passaggio col rosso ed un autovelox.
  2. Sistema di controllo degli accessi, varchi ZTL, il sistema, attraverso delle telecamere dislocate nei punti di intersezione della ZTL con le vie aperte al transito, deve fotografare e rilevare le targhe dei veicoli che transitano nella ZTL, individuando quelle abilitate (lista bianca) evidenziando quelle sospette.
  3. Postazioni di rilevamento del traffico

Una serie di postazioni situate negli snodi a maggior traffico per effettuare una rilevazione automatica dei transiti veicolari. Registrando il numero di transiti, la velocità ed il senso di marcia.

In corrispondenza alla postazione ci sarebbe dovuta essere una postazione meteo per rilevare temperatura, velocità del vento, umidità etc..

  1. Piattaforma di acquisizione ed elaborazione dati

I dati raccolti dovevano servire a sanzionare i transiti irregolari nella ZTL e soprattutto a elaborare un’analisi del traffico e dell’inquinamento. Attraverso opportuni modelli

  • ricostruire la matrice di domanda di mobilità (matrice di origine/destinazione, O/D) e distribuire il traffico sull’intera rete stradale a partire dai volumi di traffico osservati presso le postazioni di rilevamento del traffico previste nell’appalto;
  • determinare la pressione ambientale della rete di traffico attraverso la stima delle emissioni inquinanti atmosferiche, sulla rete stradale e, se possibile o sensato, in corrispondenza di sorgenti e pozzi di traffico (zone O/D);
  • simulare dinamicamente ed in modo tridimensionale il trasporto e la diffusione degli inquinanti in atmosfera, ottenendo mappe di concentrazione per tutti i parametri statistici (medie, percentili, massimi, numero di superi, ecc.) e per i diversi inquinanti primari (CO, NOx, PM10, PM2.5, benzene).

Il tutto realizzando modelli OLAP e esportando il dato georeferenziato, mappando così le informazioni sul sistema territoriale del comune di Acireale. Creando inoltre modelli storici su cui effettuare verifiche nel tempo.

Il sistema prevedeva tutta la dotazione hardware e software per gestire la notevole mole di dati ed eseguire le elaborazioni oltre all’infrastruttura di rete per l’integrazione fra i vari sottosistemi e la periferia.

I pali e le telecamere in Corso Umberto (angolo via Currò, Via Tono, Piazza Garibaldi, Via Fabio e Via Scionti) sono i punti di rilevamento per il controllo della ZTL.

Le altre miseramente non funzionanti:

Mentre Le telecamere in Piazza Indirizzo, Via delle terme, Via Loreto e Via Lazzaretto servono a rilevare il traffico.

Per quanto riguarda il controllo della velocità sono stati posizionati due autovelox su Via Cristoforo Colombo.

In parallelo erano previsti 80.000 € per azioni di sensibilizzazione

Azione 1: Sensibilizzazione dei gruppi di interesse e dell’opinione pubblica attraverso l’organizzazione di un seminario di illustrazione degli interventi realizzati e dei benefici che comporta.

Azione 2: Realizzazione di un depliant divulgativo sul progetto ACI VIVIBILE

Azione 3: Programma di educazione ambientale rivolto alle scuole

Azione 4: Realizzazione di una campagna di affissioni

Ennesimo spreco di denaro pubblico? Qualche sciocco giustificherà lo spreco dicendo “tanto sono soldi della comunità europea” dimenticando che viene finanziata dagli stati nazionali e quindi dalle nostre tasse, tralasciando soprattutto su quanto il nostro territorio abbia un assoluto bisogno di investimenti proficui.

(Stefano Alì)

0 1045

Acireale, il 19 dicembre 2015 in conferenza stampa il sindaco Roberto Barbagallo aveva dichiarato: “Acivivibile è una piccola grande rivoluzione per Acireale. La conclusione di questo progetto, finanziato nell’ambito del Po Fesr Sicilia 2007/2013, è in realtà un punto di partenza per un cambiamento culturale, è il grande contenitore delle azioni che miglioreranno gli indici di vivibilità cittadina”.

Il cambiamento culturale giunge, però, timidamente nell’estate 2016. Chiusura al traffico di corso Umberto (fino a piazza Garibaldi), corso Savoia (da piazza Gusmana al Duomo) e le solite manfrine del “mordi fuggisti” autoctoni. Come sempre quando si prova a guadagnare qualche punto in fatto di vivibilità le reazioni di una città con chiare difficoltà strutturali, urbanistiche e di viabilità, sono sempre veementi e, per tanti aspetti, promossi dalla classica dimensione conservatrice che ammorba la città e cerca in tutti i modi di rendere difficile ogni forma di sviluppo e di crescita civile.

In ogni caso l’amministrazione Barbagallo prova a sviluppare il PUM con l’università di Catania, si promuovono incontri e tentativi di condividere un progetto. Attendiamo il piano e speriamo che presto e bene si possono avere tutti quegli strumenti per andare avanti spediti.

In attesa del pum ci chiediamo cosa ne è stato della “possibilità di avere una Ztl controllata automaticamente, con la contezza degli accessi in città e della qualità dell’aria” così come affermato a più riprese dal sindaco Barbagallo. Ci chiediamo anche a che punto siamo con i “sistemi omologati di controllo automatico degli accessi alla Zona a Traffico Limitato (A.P.U. Area Pedonale Urbana), completi di tutti gli accessori per una corretta installazione (K53700-SA)”. Soluzioni che prevedono i varchi Z.T.L.: Z.T.L._1 – Corso UMBERTO – Z.T.L._2 – Corso UMBERTO / Via ROMA – Z.T.L._3 – Corso UMBERTO / Piazza GARIBALDI – Z.T.L._4 – Corso UMBERTO / Via MANCINI – Z.T.L._5 – Corso UMBERTO / Via SCIONTI.

Dopo quasi due anni le dichiarazioni intorno alla realizzazione del progetto Aci Vivibile, l’attesa del PUM, l’istituzione di un’area chiusa al traffico restano solo meno di promesse e, di fatto, non rimane nulla di concreto se non vedere anche i fine settimana il libero transito delle autovetture in tutte le zone del centro storico (compreso il Duomo e piazza Vigo).

Reazioni, benaltrismo a iosa, scienziati, navigatori, poeti e musici che s’inventano formule e prevedono piani quinquennali prima di chiudere un pezzo di strada, una discussione iniziata nel 2005 e di cui ancora siamo pressoché all’anno zero.

duomo-auto-mercatinoEd allora una soluzione c’è ed è alla portata di tutti. Lasciare corso Umberto e corso Savoia aperti al traffico, lasciarli dentro una nube al pm10, impedire ogni sosta non regolare e porre un cartello con su scritto: “Area al pm 10, ingresso vietato ai bambini e ai broncopatici e ai civili di ogni età”.  Accanto e contemporaneamente a questa soluzione/non soluzione vorremmo avere la possibilità di vedere chiuse al traffico, per sempre e senza aspettare studi e senza provare mediazioni, piazza Duomo e piazza Vigo. Non è tanto ma è giusto, legittimo, normale.

(mAd)

0 1031

aci-vivibile-brochure-2Acireale, 19 dicembre 2015 in conferenza stampa il sindaco Roberto Barbagallo dichiara: “Acivivibile è una piccola grande rivoluzione per Acireale. La conclusione di questo progetto, finanziato nell’ambito del Po Fesr Sicilia 2007/2013, è in realtà un punto di partenza per un cambiamento culturale, è il grande contenitore delle azioni che miglioreranno gli indici di vivibilità cittadina. Verificheremo subito i vantaggi introdotti dall’installazione delle cinque videocamere in corso Umberto, dei due rilevatori di velocità in viale Cristoforo Colombo, dei quattro rilevatori di traffico nelle vie esterne e della centralina meteorologica in piazza D’Acquisto. Avremo la possibilità di avere una Ztl controllata automaticamente, avremo contezza degli accessi in città e della qualità dell’aria. Il valore di Acivivibile è stato anche la grande partecipazione degli alunni delle scuole ai seminari di formazione e la condivisione dell’idea di una città più pulita e sostenibile. Il sito www.acivivibile.ti che contiene tutte le azione avviate in questi mesi e quelle che avvieremo con il Pum, Paes e il prossimo Put, continuerà a rappresentare una finestra di dialogo aperta tra i cittadini che vogliono una città vivibile e l’Amministrazione”.

Ecco il link http://www.fancityacireale.it/wordpress2/si-conclude-acivivibile-e-inizia-la-rivoluzione-culturale-e-ambientale-per-acireale/

Sempre nella stessa conferenza stampa vennero presentati alcune note tecniche.

NOTE TECNICHE relative al “Sistema per il monitoraggio e controllo della mobilità e dell’inquinamento da traffico veicolare” proposto da Project Automation S.p.A. per il Comune di Acireale denominato “ACIVIVIBILE”.

Il Sistema è composto dai seguenti apparati :

5 sistemi omologati di controllo automatico degli accessi alla Zona a Traffico Limitato (A.P.U. Area Pedonale Urbana), completi di tutti gli accessori per una corretta installazione (K53700-SA).

Elenco dei varchi Z.T.L.: Z.T.L._1 – Corso UMBERTO – Z.T.L._2 – Corso UMBERTO / Via ROMA – Z.T.L._3 – Corso UMBERTO / Piazza GARIBALDI – Z.T.L._4 – Corso UMBERTO / Via MANCINI – Z.T.L._5 – Corso UMBERTO / Via SCIONTI.

2 sistemi di rilevamento eccesso di velocità omologati e completi di tutti gli accessori per una corretta installazione (PASVC).

Elenco dei varchi controllo della velocità: VELOCITÀ_1 – PASVC_1 / Viale Cristoforo Colombo Direzione Messina – VELOCITÀ_2 – PASVC_2 / Viale Cristoforo Colombo Direzione Catania.

1 postazione meteo completa di tutti gli accessori per una corretta installazione.

POSTAZIONE METEO_1 / Via Salvo D’Acquisto.

4 postazioni di rilevamento dei dati di traffico e relativa centralina di controllo periferica complete di tutti gli accessori per una corretta installazione (SENSORI TRIPLA TECNOLOGIA).

Elenco dei varchi postazione di rilevamento del traffico: POSTAZIONE TRAFFICO_1 ACIREALE SUD / Via Terme – POSTAZIONE TRAFFICO_2 ACIREALE OVEST / Via Latisana.

aci-vivibile-brochure-2

Dopo poco più di una anno della conferenza stampa avente oggetto Acivivibile un progetto che costa (importo contrattuale presunto) 828.628,00 euro ci chiediamo cosa è rimasto, come fatto concreto, nel territorio e per il raggiungimento di un migliore indice di vivibilità.

1) Le videocamere di corso Umberto che cosa hanno monitorato e quanti dati utili sono stati dedotti? 2) Dove sono posti i 4 rilevatori di traffico ed è funzionante la centralina di monitoraggio meteorologico in piazza D’Acquisto?  3) Chi si è accorto che abbiamo avuto una ZTL controllata automaticamente? 4) Sono mai stati pubblicati dati sul traffico e sull’inquinamento? 5) PUM, PAES e PUT oltre l’ottima analisi del dott. Caprì quanto e cosa è stato fatto per rendere concreta la progettualità espressa nel PUM? Del PAES e PUT chi ne ha notizie?

Tante domande, ad un anno di distanza, rimangono insolute. I cittadini non si sono accorti di una ZTL controllata automaticamente, hanno invece assistito ad una ZTL ad intermittenza e senza progettualità, non hanno letto di dati riferibili alla centralina metereologica e non hanno conosciuto alcun dato in riferimento al monitoraggio della qualità dell’aria e degli accessi controllati e contabilizzati dai rilevatori del traffico.

In attesa di cambiamento facciamo memoria.

(mAd)

 

aci-vivibile-brochure-1

0 796

aci-vivibile-cop

«Acivivibile è una piccola grande rivoluzione per Acireale. La conclusione di questo progetto, finanziato nell’ambito del Po Fesr Sicilia 2007/2013, è in realtà un punto di partenza per un cambiamento culturale, è il grande contenitore delle azioni che miglioreranno gli indici di vivibilità cittadina. Verificheremo subito i vantaggi introdotti dall’installazione delle cinque videocamere in corso Umberto, dei due rilevatori di velocità in viale Cristoforo Colombo, dei quattro rilevatori di traffico nelle vie esterne e della centralina meteorologica in piazza D’Acquisto. Avremo la possibilità di avere una Ztl controllata automaticamente, avremo contezza degli accessi in città e della qualità dell’aria. Il valore di Acivivibile è stato anche la grande partecipazione degli alunni delle scuole ai seminari di formazione e la condivisione dell’idea di una città più pulita e sostenibile. Il sito www.acivivibile.ti che contiene tutte le azione avviate in questi mesi e quelle che avvieremo con il Pum, Paes e il prossimo Put, continuerà a rappresentare una finestra di dialogo aperta tra i cittadini che vogliono una città vivibile e l’Amministrazione», ha dichiarato il sindaco Roberto Barbagallo, durante la conferenza stampa conclusiva di Acivivibile, stamattina al Palazzo del Turismo di Acireale

Erano presenti al tavolo gli ingeneri Prospero Gulli e Salvo Caprì, PUM Acireale, Salvo Grasso, PAES Acireale, Francesca Messina, presidente della commissione consiliare Urbanistica e Ambiente, Sabrina Rapicavoli di Industria 01 e il comandante della Polizia Municipale, Antonino Molino:

«Grazie alla tecnologia Acivivibile mette insieme ambiente, sicurezza ed efficienza per la pubblica amministrazione. Il progetto rappresenta un cambio epocale per la città. Per questo intendiamo procedere a piccoli passi per far metabolizzare il cambiamento nella cultura dei cittadini acesi. Gli autovelox della via Cristoforo Colombo non hanno l’obiettivo di fare cassa – ha sottolineato il comandante – ma di punire solo chi, eccedendo il limite di velocità, può rappresentare un pericolo per la pubblica incolumità. A riprova di questo, il limite da rispettare è congruo ed è stato deciso di azionare il sistema di multe solo dopo l’avvio sperimentale del progetto. Per tutte le festività natalizie le vie del centro conserveranno il sistema di controllo tradizionale con vigili e transenne».

Il gruppo di lavoro ha presentato i risultati dei seminari formativi delle scuole e tracciato un bilancio di questi mesi di programmazione e interventi, ispirati alla linea guida del progetto Acivivibile “L’interesse di ognuno è il benessere di tutti”.

NOTE TECNICHE relative al “Sistema per il monitoraggio e controllo della mobilità e dell’inquinamento da traffico veicolare” proposto da Project Automation S.p.A. per il Comune di Acireale denominato “ACIVIVIBILE”.

Il Sistema è composto dai seguenti apparati :

  1. 5 sistemi omologati di controllo automatico degli accessi alla Zona a Traffico Limitato (A.P.U. Area Pedonale Urbana), completi di tutti gli accessori per una corretta installazione (K53700-SA).

Elenco dei varchi Z.T.L.:

Z.T.L._1 – Corso UMBERTO.

Z.T.L._2 – Corso UMBERTO / Via ROMA.

Z.T.L._3 – Corso UMBERTO / Piazza GARIBALDI.

Z.T.L._4 – Corso UMBERTO / Via MANCINI.

Z.T.L._5 – Corso UMBERTO / Via SCIONTI.

 

  1. 2 sistemi di rilevamento eccesso di velocità omologati e completi di tutti gli accessori per una corretta installazione (PASVC).

Elenco dei varchi controllo della velocità:

VELOCITÀ_1 – PASVC_1 / Viale Cristoforo Colombo Direzione Messina.

VELOCITÀ_2 – PASVC_2 / Viale Cristoforo Colombo Direzione Catania.

 

  1. 1 postazione meteo completa di tutti gli accessori per una corretta installazione.

POSTAZIONE METEO_1 / Via Salvo D’Acquisto.

 

  1. 4 postazioni di rilevamento dei dati di traffico e relativa centralina di controllo periferica complete di tutti gli accessori per una corretta installazione (SENSORI TRIPLA TECNOLOGIA).

Elenco dei varchi postazione di rilevamento del traffico:

POSTAZIONE TRAFFICO_1 ACIREALE SUD / Via Terme.

POSTAZIONE TRAFFICO_2 ACIREALE OVEST / Via Latisana.

0 596

aci-vivibile-copIl progetto ACIVIVIBILE, che si pone l’obiettivo di migliorare la qualità della vita abbattendo gli indici di inquinamento atmosferico, causato da una mobilità incontrollata.

Dopo l’avvio della campagna di informazione e sensibilizzazione che coinvolge attivamente tutta la cittadinanza, si lavora per la realizzazione del sistema di monitoraggio e controllo della viabilità e dell’inquinamento da traffico veicolare, degli accessi alla ZTL e di rilevamento velocità e passaggio col rosso.

Sono state individuate le posizioni definitive di tutti gli apparati e sono iniziati gli scavi per la posa in opera dei pali delle quattro postazioni di rilevamento dei dati di traffico sua Via delle Terme, Via Latisana, Via Aquilia Nuova, Via Lazzaretto.

Da lunedì prossimo cominceranno i lavori nel centro storico per l’ installazione dei sistemi di controllo automatico degli accessi alla Zona a Traffico Limitato.

NOTE TECNICHE relative al “Sistema per il monitoraggio e controllo della mobilità e dell’inquinamento da traffico veicolare” proposto da Project Automation S.p.A. per il Comune di Acireale denominato “ACIVIVIBILE”.

Il Sistema è composto dai seguenti apparati :

  1. 5 sistemi omologati di controllo automatico degli accessi alla Zona a Traffico Limitato (A.P.U. Area Pedonale Urbana), completi di tutti gli accessori per una corretta installazione (K53700-SA).

Elenco dei varchi Z.T.L.:

Z.T.L._1 – Corso UMBERTO.

Z.T.L._2 – Corso UMBERTO / Via ROMA.

Z.T.L._3 – Corso UMBERTO / Piazza GARIBALDI.

Z.T.L._4 – Corso UMBERTO / Via MANCINI.

Z.T.L._5 – Corso UMBERTO / Via SCIONTI.

  1. 2 sistemi di rilevamento eccesso di velocità omologati e completi di tutti gli accessori per una corretta installazione (PASVC).

Elenco dei varchi controllo della velocità:

VELOCITÀ_1 – PASVC_1 / Viale Cristoforo Colombo Direzione Messina.

VELOCITÀ_2 – PASVC_2 / Viale Cristoforo Colombo Direzione Catania.

 

  1. 1 postazione meteo completa di tutti gli accessori per una corretta installazione.

POSTAZIONE METEO_1 / Via Salvo D’Acquisto.

 

  1. 4 postazioni di rilevamento dei dati di traffico e relativa centralina di controllo periferica complete di tutti gli accessori per una corretta installazione (SENSORI TRIPLA TECNOLOGIA).

Elenco dei varchi postazione di rilevamento del traffico:

POSTAZIONE TRAFFICO_1 ACIREALE SUD / Via Terme.

POSTAZIONE TRAFFICO_2 ACIREALE OVEST / Via Latisana.

POSTAZIONE TRAFFICO_3 ACIREALE NORD / Via Aquilia Nuova.

POSTAZIONE TRAFFICO_4 ACIREALE ETNA / Via Lazzaretto.

0 558

aci-vivibile-brochure-1aci-vivibile-brochure-2

 “L’interesse di ognuno il benessere di tutti” – Presentato il progetto per migliorare la qualità della vita del Comune

«Oggi presentiamo il contenitore di tutte le azioni che trasformeranno Acireale in Acivivibile e consegniamo uno strumento informativo importantissimo che terrà conto del contributo che il cittadino vuole dare alla città. Acivivibile è il punto di partenza, cominceremo con il monitoraggio e il controllo della viabilità e dell’inquinamento da traffico veicolare, degli accessi alla ZTL e il rilevamento velocità e passaggio col rosso, ma si allargherà al Piano di Azione per l’Energia Sostenibile, al Piano Urbano della Mobilità e al Piano Urbano del Traffico.  Di azione in azione sviluppata Acivivibile si evolverà in maniera dinamica e sarà utilizzato dal cittadino che potrà dialogare e dare suggerimenti all’amministrazione». Il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, ha introdotto così la conferenza stampa di presentazione del progetto Acivivibile, finanziato nell’ambito del Po Fesr Sicilia 2007/2013, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei cittadini e affrontare complesse tematiche come l’inquinamento atmosferico, causato da una mobilità incontrollata.

Tutti i dettagli sono stati illustrati alla stampa dall’assessore all’Ambiente, Francesco Fichera,  da Sarah Bersani e Sabrina Rapicavoli, di Industria01, che hanno ideato e curato il progetto di comunicazione di Acivivibile.

«Abbiamo condiviso e sposato il progetto di un sindaco giovane e attento al benessere della cittadinanza. Cambiare si può se si comprende che lo sforzo del singolo rappresenta il benessere della comunità. Abbiamo dunque trasformato le idee alla base di Acivibile in un marchio grafico, in codici visivi, in un sito immediato e in una brochure che abbiamo distribuito nelle scuole – spiega Sarah Bersani, di Industria01, responsabile del progetto di comunicazione – La prima azione necessaria è trasferire il messaggio ai cittadini e aprire un dialogo con le istituzioni. La A di Aci e la V di Vivibile  si uniscono in un monogramma semplice, che diventa una forma geometrica, il primo mattone del percorso finalizzato alla vivibilità del territorio. I colori, azzurro, verde, blu intenso, sono stati scelti per trasferire l’idea di ambiente, sicurezza, pulizia, efficienza e trasparenza».

«Attraverso il sito www.acivivibile.it sarà possibile dialogare con il Comune in una sezione Forum che coinvolge l’intera comunità – aggiunge Sabrina Rapicavoli, account manager – I social ci consentono di fare da cassa di risonanza dei messaggi ideati per il sito, adottando un linguaggio moderno in grado di parlare anche alle nuove generazioni. E’ già disponile la pagina facebook “Acivivibile”».