Tags Posts tagged with "differenziata"

differenziata

0 1038

Riceviamo questa nota a cura del Consigliere Comunale Andrea Quattrocchi in merito alla vicenda della spazzatura in Via Sottotenente Barbagallo:

“Come già calendarizzato da diverso tempo è stata bonificata l area di via sottotenente contestualmente a diverse altre zone della città oggetto di microdiscariche. L’ attribuire la responsabilità della creazione di tali discariche all’avvio della raccolta differenziata nei territori viciniori è un vero e proprio autogol da parte di alcuni ex amministratori che hanno persino ricoperto cariche assessoriali per svariati decenni ma non hanno avuto la capacità di avviare un sistema di raccolta differenziata relegando la nostra città a fanalino di coda rispetto a molti altri comuni Siciliani. Ha il sapore inoltre di ormai superata tattica da prima repubblica il denunciare agli organi di stampa determinati fenomeni, nell’immediata precedenza di un intervento di cui si ha la consapevolezza o di cui si è informati attraverso gli uffici col solo fine di attribuirsene i meriti e procacciare qualche sparuto consenso elettorale.”
Andrea Quattrocchi

(sdm)

0 1848

Acireale, la raccolta differenziata è un percorso virtuoso che richiede lo sforzo e la collaborazione di ogni cittadino ma, dalle nostre parti, questo disegno di solidarietà sembra non essere diffuso. Siamo andati in via sottotenente Barbagallo insieme all’on. Nicola D’Agostino per cercare di capire come agire per colpire gli incivili che riempiono di rifiuti tanti angoli della città.

La videointervista.

(santodimauro)

0 1606

L’ottimismo è una forma di coraggio che dà fiducia agli altri e conduce al successo.
(Robert Baden-Powell)

Stanno arrivando le bollette della Tari.
La Tari è scesa del 30% in media.
E’ la prima riduzione di tasse: il Sindaco sta mantenendo la parola.
La differenziata è ancora all’inizio.

La scelta dell’ottimismo e del coraggio, di questa Amministrazione, sta dando i suoi frutti.

La sfida ora sarà far entrare a regime i quartieri popolari e popolosi.
Sorgerà qualche problema: si affronterà e si supererà.
Dopo le prime difficoltà nel Centro Storico, la percentuale tendenziale della differenziata raccolta è del 70%.

Malgrado qualche zuccone, qualche zozzone, qualche evasore totale,  qualche sabotatore e qualche … jettatore,  l’Acese medio sta facendo in modo corretto e scrupoloso la differenziazione dei rifiuti domestici.

I primi giorni, io per primo, abbiamo gridato all’inciviltà, ai porci, questi risultano marginali rispetto ai Cittadini che compiono il loro dovere.
E proprio perchè marginali, vengano emarginati affinchè escano allo scoperto: costringiamoli a percorrere la strada della civiltà.

I quartieri da dove sono stati tolti i cassonetti hanno guadagnato in salubrità e bellezza.

Strada ce n’è tanta da percorrere, si devono colmare i ritardi accumulati, i CCR da allestire al più presto ora sono una priorità assoluta.

Saremo da pungolo all’Amministrazione affinchè tutto il comparto della raccolta dei rifiuti raggiunga l’ottimizzazione: ciò significherebbe ulteriori e significativi ribassi per la Tari,  potendo valutare la possibilità di agevolare o addirittura esentare i soggetti e le famiglie svantaggiati.
Riconosciamo all’Assessore Francesco Fichera all’Ufficio Ambiente del Comune e alla Tekra di avere profuso il massimo impegno e dato massima disponibilità con i cittadini.

Chiudo invitando tutti i Cittadini a collaborare fattivamente, la Città pulita fa onore a tutti.

(santodimauro)

0 1276

ACIREALE – Per la raccolta differenziata in quei condomini che hanno spazi limitati all’interno delle aree di pertinenza, ieri (26/03/2017) abbiamo reso nota la modalità con cui partirà la raccolta differenziata in piazza Europa. Una modalità che ha suscitato qualche perplessità e il solito attacco strumentale della destra locale che in assenza di argomenti puntuali si slancia, spesso, a testa bassa ad attaccare anche il sistema di raccolta e gestione dei rifiuti che ha messo in campo l’amministrazione Barbagallo.

Sul punto in questione, dichiara l’assessore Francesco Fichera: “La soluzione individuata per il caso singolo si chiama raccolta di prossimità o una sorta di “caretta caretta” intendendosi quel sistema di raccolta domiciliare che accentra in un unico punto uno o più stabili. Nella fattispecie: piazza Europa 16 ci sono 70 utenti in cinque scale con unico accesso e senza spazi nei garage o spazi pertinenziali sufficienti ad accogliere una trentina di carrellati. Lo stesso piazza Europa 35 e corso Sicilia 71 (altro spicchio di palazzo di piazza Europa che accede però da corso Sicilia). Sempre in piazza Europa 5 e 7 sono due scale con androni piccolissimi e senza altre pertinenze. Tutti gli altri condomini della zona che abbiamo visionato hanno spazi o se non li avevano abbiamo dato loro i contenitori singoli perché abitati da numero limitato di utenti. Residua ancora un problema su corso Sicilia 3 e 15 (zona piazza Garibaldi) con spazi molto limitati, dove c’è attualmente un ponteggio e dove troveremo una soluzione. Ovviamente questi sistemi di raccolta di prossimità potranno evolvere in altre soluzioni di analogo tipo ma con contenitori “intelligenti”.

Siamo andati a vedere cosa prevede il capitolato, e abbiamo visto che a pagina 15 si legge infatti di “domiciliarizzazione”  diffusa che “prevede eventuali eccezioni e integrazioni… e l’opportunità di istituire circuiti complementari come in questo caso “sistemi a punto mobile di consegna”.

L’impegno dell’assessore e quello degli amministratori dei condomini e la partecipazione dei cittadini civili è la vera leva per cambiare, finalmente, sistema di raccolta dei rifiuti in un città, in una terra che detesta il cambiamento e che si oppone con testardaggine ad ogni forma di crescita civile.

Speriamo che presto, quando tutto il territorio sarà coperto con tutte le zone interessate dal sistema “porta a porta” dotati di mastelli, tutto sarà fluido e pacifico e condiviso così come deve essere una sana pratica e un corretto modo di vivere la città e di rispettare il bene comune.

 

(mAd)

0 1655

ACIREALE – Continuano gli incontri dell’assessore all’ambiente del Comune di Acireale Francesco Fichera con gli amministratori dei condomini e continua, senza sosta, il rilascio di rifiuti negli angoli delle strade. Acireale si sveglia ogni giorno sporca e questo è dovuto non certo alle difficoltà dell’ipotetica “anziana sola ed incapace a comprendere come si differenzia” ma ad un esercito di incivili armato di rozzezza e volgarità. Malgrado ciò e in assenza di un CCR, la disponibilità dell’assessore Fichera nei confronti delle questioni che si sono aperte in riferimento agli spazi condominiali e alla gestione della raccolta e rilascio dei rifiuti differenziati, ha raggiunto apici non facilmente immaginabili e che, in qualche modo, sono una novità assoluta e, per certi aspetti, incredibile ed eccezionale.

Da domani (27/03/2017) i condomini di piazza Europa “potranno recarsi dalle ore 7.45 alle ore 9.15 presso il mezzo della TEKRA che stazionerà nella parte antistante tra i numeri civici 14 e 16 di piazza Europa. La persona della tekra addetto al mezzo  consentirà la consegna esclusivamente del rifiuto indicato in calendario”.

Avete letto bene. I condomini di piazza Europa, che avevano criticato la scelta di posizionare i mastelli all’interno delle aree di pertinenza, adesso hanno trovato la soluzione. Una soluzione assai discutibile se consideriamo che, la stessa, apre un precedente di cui non si potrà immaginare l’effetto contagio che potrà produrre ad altri condomini magari della stessa zona. Non avranno mastelli, diciamo così, condominiali ma personali ed ognuno dei residenti in piazza Europa dovrà portare il mastello con i rifiuti indicati in calendario, direttamente nel mezzo della Tekra, mezzo che stazionerà, come detto prima, dalle ore 7.45 alle ore 9.15 in piazza Europa per ricevere i rifiuti. Sembra una soluzione e forse lo è, certamente davanti a tale decisione possiamo affermare senza possibilità di smentita, che l’amministrazione comunale con l’assessore Fichera stanno cercando tutte le mediazioni e le soluzioni possibili per togliere ogni alibi a tutti quelli che per svariati e variopinti motivazioni hanno posto resistenze ad iniziare la pratica virtuosa della differenziata. Un “mezzo” della Tekra stazionerà per un’ora e mezza in piazza Europa e attenderà con pazienza l’arrivo dei condomini che depositeranno i rifiuti differenziati.

E’ una soluzione? Non ne siamo convinti. Un mezzo tekra che di fatto sarà come un grande cassonetto parcheggiato in piazza Europa non è certo un gran biglietto da visita, ma siamo abituati a soluzioni tampone e provvisorie che diventano definitive. Ma la criticità ancora più preoccupante riguarda la “discriminazione” che si compie consentendo ai condomini di piazza Europa di conferire direttamente nel mezzo tekra mentre altri condomini di altre strade acesi, hanno trovato e/o dovranno trovare la giusta soluzione all’interno degli spazi di pertinenza condominiale.

Non è difficile prevedere altre richieste simili a quelle adottate in piazza Europa da parte di altri condomini che presentano le stesse problematiche. Ci chiediamo a quel punto cosa dobbiamo aspettarci? Mezzi della Tekra parcheggiate per ore in tante strade e piazze della città?

Troppe problematiche, troppe parole, troppe mediazioni. La differenziata si fa con semplicità e condivisione e non con una guerra civile che, al momento, sta solo provocando ripetuti incontri, mediazioni discutibili e montagne di sacchetti abbandonati per strada.

(mAd)

0 895

Acireale – Intervento dell’assessore  Francesco Fichera in consiglio comunale: “”I controlli sono una garanzia specialmente in questo momento di avvio della differenziata”
– seduta del consiglio comunale del 21/03/2017 –

0 3404

Acireale – Tra le tante questioni sollevate, alcune sincere altre davvero di bassa politica, c’è n’è una che possiamo eleggere a simbolo della cattiva volontà a collaborare e all’incapacità di percepirsi come comunità. Stiamo parlando dei condomini, ovvero quegli stabili composti da diversi piani e con tante famiglie che vi abitano. Le domande si succedono con una certa frequenza e tutte vertono e convergono sempre sullo stesso punto: dove bisogna allocare i mastelli della differenziata? Chi deve portarli in strada il giorno del conferimento? Sono domande che a nostro avviso segnano un dato incontrovertibile: siamo indietro, lenti farraginosi e viviamo sempre cercando di garantirci il nostro misero “particolare”.  Il senso di comunità non è mai esistito ma oggi giocare in squadra non è più un fatto di crescita ma di necessità.

Vediamo di indicare alcuni passaggi che a nostro avviso possono fare chiarezza sulla questione differenziata e condomini.

Il Tar Piemonte, con la sentenza n. 1169, del 10 luglio 2015, ha rigettato il ricorso di un condominio che si rifiutava di esporre su suolo pubblico nei giorni e nelle ore della raccolta i propri bidoni dei rifiuti allocati all’interno delle proprie pertinenze.  E’ esattamente il dubbio e il quesito che da alcuni giorni è volato di bocca in bocca e scandito a più riprese nel gruppo FB FanCity Acireale. Un quesito posto con alterigia e con la convinzione che il servizio di portare i mastelli condominiali dalle pertinenze alla strada dovesse essere, in qualche modo, compito dell’amministrazione. Errato.

C’è di più. Si legge in un passaggio “Per i giudici del Tar Piemonte, i bidoni della differenziata hanno la precedenza su tutte le questioni compresi i patti condominiali stabiliti durante le assemblee (difficoltà degli spazi di manovra in caso di parcheggio, eventuale disagio di carattere igienico ed olfattivo nei periodi estivi, etc)”.  Questo a sottolineare che il bene comune ha la precedenze (anche giuridica) sul dato individuale e, come in questo caso, condominiale. Ed infatti, secondo la sentenza dei giudici del TAR Piemonte: “I meri interessi privati  sono destinati a recedere a fronte dell’interesse pubblico alla corretta realizzazione del sistema di raccolta dei rifiuti “Porta a Porta”.
Di tutta questa vicenda c’è un dato che ha confermato macroscopicamente la tesi che il concetto di collettività nella nostra città sembra essere davvero un dato marginale e di poco conto, invece le argomentazioni tipicamente “nimby” sono le tesi protagoniste di una comunità che ancora non conosce le regole del vivere civile e che non è attenta e sensibile e protesa al miglioramento degli indici di vivibilità.

(mAd)

0 1402

ACIREALE – Differenziata, microdiscariche e questione condomini. Acireale e gli acesi si misurano, finalmente, con la modalità virtuosa della differenziata. Come ogni città civile e ordinata la raccolta differenziata è al centro di ogni possibilità di decoro, di igiene, di sviluppo civico e di riduzione di conferimenti in discarica.

Abbiamo sentito l’assessore all’ambiente Fichera che afferma: “Da ieri (13/03/2017) abbiamo attivato altre due grandi zone della città che comprendono oltre 2.500 utenze, ovviamente i primi giorni sono sempre quelli più problematici. Le due zone attivate ieri sono principalmente costituiti da condomini  e che, al momento, solo pochi di loro stanno esponendo i contenitori per la differenziata, noi stiamo continuando incessantemente ad effettuare sopralluoghi in quei condomini che hanno richiesto la nostra presenza per concordare le migliori modalità di smaltimento della differenziata. I primi giorni di attivazione della differenziata sono sempre particolarmente complessi ma noi sappiamo che ogni giorno che passa si continua a migliorare. Lunedì (20 marzo 2017) partirà un’altra grande zona sempre al centro della città (la zona 1) portandoci quasi a raggiungere la quota di oltre 6.800 utenze servite”.

mAd: Ci sono tanti angoli di Acireale che sono usati come delle vere microdiscariche, non pensate di essere più attenti e più severi nei confronti di quei cittadini che continuano a usare la città come una discarica?

Ass. Francesco Fichera: “Proprio poche ore fa abbiamo eseguito dei controlli ed abbiamo colpito tre autori di infrazioni che sono stati multati, adesso stiamo controllando via Fichera e via Geremia e crediamo sia abbastanza probabile che andiamo a colpire i trasgressori. Nei prossimi giorni ci saranno a controllare il territorio anche i volontari dell’Arci Caccia”.

mAd: Amministrazione e Tekra stanno svolgendo al meglio i loro compiti?

Ass. Francesco Fichera: “Quando qualcuno afferma che “il pesce puzza dalla testa” forse si riferisce a quei cittadini che non hanno ancora ben compreso che la strada della differenziata è un percorso senza ritorno. La strada della raccolta differenziata, lo dico con fermezza, non prevede alcuna possibilità di tornare indietro nel passato. Stiamo parlando di un treno lanciato a velocità e tutti i cittadini non potranno fare a meno di adeguarsi o, in caso contrario, subiranno le sanzioni che meritano. Quindi, se vi sono ancora criticità vanno imputati a quelli che non vogliono collaborare e che non hanno capito che non vi sono altre soluzioni se non quella di differenziare e farlo tutti”.

mAd: Per quanto riguarda i condomini ci sono ancora delle criticità, avete trovato delle soluzioni, siete in contatto con gli amministratori dei condomini per concordare le modalità della raccolta e della gestione della differenziata?

Ass. Francesco Fichera: “Abbiamo fatto e continuiamo a fare sopralluoghi e incontri per trovare la migliore soluzione possibile per tutti. Dove troviamo amministratori e cittadini che collaborano troviamo le soluzioni, senza imposizioni ma con la mediazione e la ricerca comune delle strategie migliori. Solo chi trova più comodo buttare i rifiuti negli angoli delle strade non vuole trovare soluzioni, anzi neanche le cerca. Dove troviamo collaborazione, troviamo anche le soluzioni”.

Giovedì 16 marzo alle ore 18.00 nei locali dell’Ex Angolo di Paradiso alla Villa Belvedere di Acireale si terrà un incontro informativo. Tutti i cittadini interessati sono invitati a partecipare.

(mAd)