Tags Posts tagged with "differenziata"

differenziata

0 585

Tutti ballano come se fossero sul Titanic. Dicono: “Non è possibile che vada a fondo…”. E intanto hanno l’acqua alle palle.
(Beppe Grillo, comico italiano)


Oggi Cuciniamo siciiano, prepariamo l’agrodolce:

Dolce:
Bellissima serata, la Festa Europea della Musica è stata festeggiata al altissimi livelli.
Il direttore artistico Angelo Privitera ha fatto uno splendido regalo alla Città di Acireale invitando il Maestro Franco Battiato gloria della musica nazionale.
Complimenti all’Associazione Sayamastra ed all’Assessore al Turismo e Cultura, Antonio Coniglio oramai diventato anfitrione di tutti gli eventi che sono sempre di maggiore rilevanza.
L’Associazione Sayamastra rinnova l’invito per il 7-8-9 luglio per un Festival Jazz di altissima qualità con la direzione artistica di Antonio Marangolo.

Amaro:
Con l’inizio della Stagione i problemi dello smatimento dei rifiuti è arrivato al limite del collasso.
Le frazioni a mare, fresche di conversione alla differenziata stanno creando un carico di lavoro in più notevole alla gestione dei rifiuti qià in equilibrio precario.
Sarà un’estate calda per l’Assessore Ciccio Fichera (che alla fine del mandato ribattezzeremo Cuor di Leone per l’impegno profuso), a quanto pare la Tekra è entrata in affanno con la raccolta porta a porta e vediamo sempre più i mastelli ancora pieni nelle tarde ore della giornata.
Per fare la differenziata il personale doveva essere aumentato, così come doveva essere aumentata la dotazione dei mezzi.
Tra il carico di lavoro e tra gli incivili, che stanno dando il meglio di se nella via Guardia-Stazzo dove chiediamo un severo e veloce intervento di attività di polizia ambientale, la situazione rischia di diventare insostenibile.
L’Amministrazione corra subito ai ripari, la sua riuscita o meno passa dal successo nella differenziata e nel dare decoro e vivibilità alla Città.

Di ZTL appoi si ni parla. Tanto è ciatu persu.

Viva Acireale, Viva Santa Venera

santodimauro dottorziz

 

0 1458

Acirerale – La raccolta differenziata arriva alle frazioni a mare e copre cos’ il 63% del territorio. Andamento lento ma diretto a coprire tutto il territorio entro luglio 2017. Andamento lento per far si che anche gli acesi (sempre ultimi per vivibilità) possano comprendere il significato non solo civico ma anche legato al risparmio che (chi paga) può avere nella bolletta TARI applicando con diligenza il metodo della differenziata.

Mesi di differenziata e di resistenza all’innovazione da parte di un drappello di incivili che continua a buttare la spazzatura in alcuni precisi angoli della strada vanificando l’impegno e la correttezza di tantissimi acesi. Mesi che ci devono fare riflettere sul livello culturale della nostra città e su come ogni cambiamento, ogni processo di sviluppo è visto da una quota di cittadini come un fatto da rigettare, rifiutare, un evento a cui ribellarsi con barbarie e inciviltà.

Alla conferenza stampa di aggiornamento sulla raccolta differenziata l’assessore Fichera ha dichiarato: “… gli uffici sono al lavoro per scovare gli evasori della Tari. Grazie ad un incrocio di dati si è riusciti ad individuare ben 500 posizioni, che l’Ufficio Tributi sta verificando singolarmente”.

Evasori? Incrocio dati? Bollette salate. Appare evidente che maggiore è il numero degli evasori maggiore è il costo della bolletta tari per i cittadini che pagano regolarmente e differenziano i rifiuti. 500 posizioni da valutare con attenzione e che, a prima vista, sembra essere una stima ottimistica.

In riferimento ai dati fin qui raccolti l’assessore Fichera ha affermato: “Con l’avvio lunedì scorso delle zone 22, 23, 24 e 25 abbiamo coperto il 63% delle utenze del territorio comunale. Le frazioni a mare hanno risposto benissimo, i cittadini sono stati straordinari, attentissimi e stanno anche monitorando che il conferimento sia fatto in modo adeguato. Resta purtroppo qualche caso di abbandono di rifiuti in strada, come a Stazzo all’incrocio tra via Porpetto e via Terre Liberate e stiamo bonificando le zone di via Rinascita e via Quasimodo. Il piano procederà speditamente”. 

Per questa innovazione civile sosteniamo lo sforzo e la determinazione dell’assessore Fichera e dell’amministrazione comunale, vorremmo allo stesso tempo ricevere notizie concrete per la realizzazione del CCR (isola ecologica) che darebbe certamente un contributo importante per lo smaltimento dei rifiuti ingombranti. Un servizio che oggi stenta a decollare per le numerose richieste da parte dei cittadini.

La raccolta differenziata va avanti e si spera che presto tutti saranno messi nelle condizioni di differenziare con attenzione e diligenza e che siano scovati gli evasori e gli sporcaccioni che si liberano della spazzatura buttandola per strada. Sempre in corso accertamenti per chi è stato ripreso mentre abbandonava rifiuti e dai dati, sempre forniti dall’assessore alle politiche ambientali, il numero dei verbali supera i 160 infrazioni contestate.

(mAd)

0 1257

ACIREALE – L’assessore all’Ambiente Francesco Fichera nel fine settimana ha incontrato i piccoli alunni del plesso Martin Luther King di Guardia per discutere di raccolta differenziata dei rifiuti.

«Sono i bambini i nostri primi insegnanti su come si fa una corretta differenziata. Con attenzione e curiosità hanno ascoltato tutte le regole e hanno imperato come si trasformano i materiali differenziati riciclati. L’incontro fa parte di un progetto scolastico di educazione ambientale, che li vedrà protagonisti il 31 di uno spettacolo proprio sul tema della differenziata.

Grazie a tutte le maestre e ai maestri del plesso e alla dirigente dell’I.C. Rodari di Acireale, inviteremo tutti i dirigenti scolastici a dare spazio all’educazione ambientale nella programmazione del POF 2017/2018».

(red)

0 2128

Si procede, con qualche sbavatura, ma si procede.
La differenziata è una realtà.
In tanti si chiedono: ma dove finiscono i rifiuti che differenziamo (ovvero quelli che non vanno nell’Umido o nel Secco)?
In tanti sospettano che la ditta che raccoglie la differenziata poi mischia tutto e porta tutto in discarica.
Il Liceo Regina Elena, con dirigente e docenti sempre attenti al sociale hanno organizzato una visita al Comieco (lo stesso che ha fornito i mastelli che sono stati depositati alla Cittadella).
Ho approfittato di mia figlia ed abbiamo le immagini.
Il cittadino differenzia, il comune raccoglie e manda a queste piattaforme di selezione che poi smista e finiscono in cartiera dove vengono lavorate.

Qui smistano poi fanno le balle di carta che poi in cartiera verrano lavorate con l’acqua e tirano i rotoli di carta riciclata.

In sintesi dalla piattaforma vengono selezionati e compressi in balle, questo macero passa in cartiera dove avviene il riciclo e fanno i rotoli lunghi di carta, alla fine arrivano in cartotecnica che li trasforma in nuovi prodotti.

Si ringrazia la Professoressa Rosa Oliva ed il Liceo Regina Elena
Foto Laura Di Mauro

santodimauro
dottorziz

0 1113

Riceviamo questa nota a cura del Consigliere Comunale Andrea Quattrocchi in merito alla vicenda della spazzatura in Via Sottotenente Barbagallo:

“Come già calendarizzato da diverso tempo è stata bonificata l area di via sottotenente contestualmente a diverse altre zone della città oggetto di microdiscariche. L’ attribuire la responsabilità della creazione di tali discariche all’avvio della raccolta differenziata nei territori viciniori è un vero e proprio autogol da parte di alcuni ex amministratori che hanno persino ricoperto cariche assessoriali per svariati decenni ma non hanno avuto la capacità di avviare un sistema di raccolta differenziata relegando la nostra città a fanalino di coda rispetto a molti altri comuni Siciliani. Ha il sapore inoltre di ormai superata tattica da prima repubblica il denunciare agli organi di stampa determinati fenomeni, nell’immediata precedenza di un intervento di cui si ha la consapevolezza o di cui si è informati attraverso gli uffici col solo fine di attribuirsene i meriti e procacciare qualche sparuto consenso elettorale.”
Andrea Quattrocchi

(sdm)

0 1951

Acireale, la raccolta differenziata è un percorso virtuoso che richiede lo sforzo e la collaborazione di ogni cittadino ma, dalle nostre parti, questo disegno di solidarietà sembra non essere diffuso. Siamo andati in via sottotenente Barbagallo insieme all’on. Nicola D’Agostino per cercare di capire come agire per colpire gli incivili che riempiono di rifiuti tanti angoli della città.

La videointervista.

(santodimauro)

0 1728

L’ottimismo è una forma di coraggio che dà fiducia agli altri e conduce al successo.
(Robert Baden-Powell)

Stanno arrivando le bollette della Tari.
La Tari è scesa del 30% in media.
E’ la prima riduzione di tasse: il Sindaco sta mantenendo la parola.
La differenziata è ancora all’inizio.

La scelta dell’ottimismo e del coraggio, di questa Amministrazione, sta dando i suoi frutti.

La sfida ora sarà far entrare a regime i quartieri popolari e popolosi.
Sorgerà qualche problema: si affronterà e si supererà.
Dopo le prime difficoltà nel Centro Storico, la percentuale tendenziale della differenziata raccolta è del 70%.

Malgrado qualche zuccone, qualche zozzone, qualche evasore totale,  qualche sabotatore e qualche … jettatore,  l’Acese medio sta facendo in modo corretto e scrupoloso la differenziazione dei rifiuti domestici.

I primi giorni, io per primo, abbiamo gridato all’inciviltà, ai porci, questi risultano marginali rispetto ai Cittadini che compiono il loro dovere.
E proprio perchè marginali, vengano emarginati affinchè escano allo scoperto: costringiamoli a percorrere la strada della civiltà.

I quartieri da dove sono stati tolti i cassonetti hanno guadagnato in salubrità e bellezza.

Strada ce n’è tanta da percorrere, si devono colmare i ritardi accumulati, i CCR da allestire al più presto ora sono una priorità assoluta.

Saremo da pungolo all’Amministrazione affinchè tutto il comparto della raccolta dei rifiuti raggiunga l’ottimizzazione: ciò significherebbe ulteriori e significativi ribassi per la Tari,  potendo valutare la possibilità di agevolare o addirittura esentare i soggetti e le famiglie svantaggiati.
Riconosciamo all’Assessore Francesco Fichera all’Ufficio Ambiente del Comune e alla Tekra di avere profuso il massimo impegno e dato massima disponibilità con i cittadini.

Chiudo invitando tutti i Cittadini a collaborare fattivamente, la Città pulita fa onore a tutti.

(santodimauro)

0 1355

ACIREALE – Per la raccolta differenziata in quei condomini che hanno spazi limitati all’interno delle aree di pertinenza, ieri (26/03/2017) abbiamo reso nota la modalità con cui partirà la raccolta differenziata in piazza Europa. Una modalità che ha suscitato qualche perplessità e il solito attacco strumentale della destra locale che in assenza di argomenti puntuali si slancia, spesso, a testa bassa ad attaccare anche il sistema di raccolta e gestione dei rifiuti che ha messo in campo l’amministrazione Barbagallo.

Sul punto in questione, dichiara l’assessore Francesco Fichera: “La soluzione individuata per il caso singolo si chiama raccolta di prossimità o una sorta di “caretta caretta” intendendosi quel sistema di raccolta domiciliare che accentra in un unico punto uno o più stabili. Nella fattispecie: piazza Europa 16 ci sono 70 utenti in cinque scale con unico accesso e senza spazi nei garage o spazi pertinenziali sufficienti ad accogliere una trentina di carrellati. Lo stesso piazza Europa 35 e corso Sicilia 71 (altro spicchio di palazzo di piazza Europa che accede però da corso Sicilia). Sempre in piazza Europa 5 e 7 sono due scale con androni piccolissimi e senza altre pertinenze. Tutti gli altri condomini della zona che abbiamo visionato hanno spazi o se non li avevano abbiamo dato loro i contenitori singoli perché abitati da numero limitato di utenti. Residua ancora un problema su corso Sicilia 3 e 15 (zona piazza Garibaldi) con spazi molto limitati, dove c’è attualmente un ponteggio e dove troveremo una soluzione. Ovviamente questi sistemi di raccolta di prossimità potranno evolvere in altre soluzioni di analogo tipo ma con contenitori “intelligenti”.

Siamo andati a vedere cosa prevede il capitolato, e abbiamo visto che a pagina 15 si legge infatti di “domiciliarizzazione”  diffusa che “prevede eventuali eccezioni e integrazioni… e l’opportunità di istituire circuiti complementari come in questo caso “sistemi a punto mobile di consegna”.

L’impegno dell’assessore e quello degli amministratori dei condomini e la partecipazione dei cittadini civili è la vera leva per cambiare, finalmente, sistema di raccolta dei rifiuti in un città, in una terra che detesta il cambiamento e che si oppone con testardaggine ad ogni forma di crescita civile.

Speriamo che presto, quando tutto il territorio sarà coperto con tutte le zone interessate dal sistema “porta a porta” dotati di mastelli, tutto sarà fluido e pacifico e condiviso così come deve essere una sana pratica e un corretto modo di vivere la città e di rispettare il bene comune.

 

(mAd)