Tags Posts tagged with "francesco fichera"

francesco fichera

0 559

ACIREALE – La differenziata con modalità porta a porta finalmente in città incomincia ad essere una pratica compresa ed eseguita da una larghissima fascia di cittadini. Ovviamente tanti rispettano gli orari di conferimento e prestano molto attenzione nel portare al minimo il contenuto dell’indifferenziata, altri differenziano in maniera meno dettagliata ma i dati sono comunque incoraggianti.

L’attività di controllo del territorio è diventata più efficiente e le persone incivili che buttano la spazzatura per strada sono stati, in tanti, individuati e multati. Secondo quanto riporta il sito Acireale differenzia “tutti i trasgressori sono stati identificati e quindi multati. I casi riportati non saranno isolati: le numerose telecamere installate sul territorio sono attive in modo continuativo. Soltanto attraverso la sorveglianza e il contributo dei cittadini, che monitorano e denunciano ogni caso di abbandono di rifiuti, possiamo debellare questa pratica incivile”.

Il video https://www.facebook.com/acirealedifferenzia/videos/2003343833278858/

Differenziare quindi è nelle dinamiche dei cittadini acesi e, secondo quanto affermato dall’assessore all’Ambiente Francesco Fichera questo significherà una riduzione della tariffa tari per i cittadini. Una riduzione che però possiamo definire “a pioggia” se consideriamo il fatto che al momento in assenza di “tariffa puntuale” della riduzione si avvarrano tutti i cittadini senza differenziare (è il caso di dirlo) chi differenzia di più da chi, invece, differenzia poco e usa in maniera eccessiva il bidone dell’indifferenziata.

Le giornate ecologiche (di fatto mezze giornate dove i cittadini hanno la possibilità di disfarsi del materiale ingombrante e del raae) sono state organizzate con scadenze mensili ed hanno avuto il merito di raccogliere in maniera adeguata gli ingombranti e il raae, un fatto importante perchè in assenza di isola ecologica quella delle giornate ecologiche diventa una pratica indispensabile per tanti cittadini acesi.

Alla Tekra, però, i lavoratori della sigla sindacale FIADEL, hanno annunciato un sit -in a piazza Duomo per i 29 novembre ed è già polemica. I lavoratori che aderiscono alla sigla sindacale che ha indetto lo sciopero protestano contro i licenziamenti che sono avvenuti in questo ultimo periodo. Vedremo quanta adesione ci sarà e cercheremo di capire come si regolerà l’Ente comunale in riferimento agli operatori ecologici che aderiranno allo sciopero.

Infine. La strada imboccata dall’amministrazione comunale è certamente quella giusta ed anche quella che la legge impone. Differenziare non è una scelta sindacabile è un dato necessario per tutte le città che intendono ridurre i costi di conferimento in discarica e aiutare l’ambiente con la pratica sana del riciclo e del riuso.

(mAd)

0 507

«Abbiamo lavorato con ordine, efficienza e celerità. Non posso che essere sempre più ottimista. I

dati di raccolta non fanno altro che dimostrare l’attenzione per il corretto conferimento dei rifiuti. I riconoscimenti che la città ha recentemente raccolto a Ecomondo e sta raccogliendo sono il segno tangibile che stiamo andando nella giusta direzione. Ringrazio i concittadini, l’ufficio Ambiente, la Tekra, la ditta Battiato e tutte le persone che collaborano attivamente per la riuscita delle iniziative che incrementano la raccolta differenziata. Ad ogni giornata ecologica registriamo anche un costante aumento dell’angolo del riuso, tanti arredi per bambini, giocattoli e oggetti in buon stato sono stati devoluti a diverse parrocchie del territorio. La prossima giornata ecologica è fissata per il 10 dicembre».

L’assessore alle Politiche Ambientali, Francesco Fichera, ha commentato entusiasta la buona riuscita dell’OTTAVA GIORNATA ECOLOGICA.

L’isola di raccolta itinerante di INGOMBRANTI e RAEE è stata allestita ieri nell’Area Belfrontizio dall’Assessorato alle Politiche Ambientali, con Tekra e la ditta Battiato. A fine giornata sono stati raccolte più di 34 tonnellate di rifiuti ingombranti, tre tonnellate di vecchi televisori e uno scarrabile di sfalci di potatura.

0 750

ACIREALE – Gli ottimi risultati raggiunti a meno di un anno dall’avvio del servizio di raccolta differenziata porta a porta premiano Acireale, che si presenta come realtà amministrativa virtuosa a ECOMONDO 2017, la fiera leader della green e circular economy nell’area euro-mediterranea.

«A Rimini è stato riconosciuto il grande lavoro fatto da Acireale per l’incremento della raccolta differenziata, in particolare della raccolta del vetro. Il merito del riconoscimento ottenuto ad Ecomondo va ai cittadini virtuosi e al lavoro della Tekra. Sono molto soddisfatto, i numeri della raccolta differenziata testimoniano che la programmazione e le azioni intraprese dall’Amministrazione e dal settore Ambiente, al contrario dell’inerzia del passato, vanno nella giusta direzione. Adesso l’impegno dei cittadini acesi viene riconosciuto ed è apprezzato dai consorzi di filiera e da tante altre realtà amministrative italiane» ha dichiarato l’assessore alle Politiche Ambientali Francesco Fichera, che alla ventunesima edizione della Fiera del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile, ha potuto presentare dati più che incoraggianti.

«Siamo passati dallo 0,98% del 2016 al 7,59% di settembre 2017, anche grazie alla partecipazione al progetto Due Poli Sicilia, l’accordo Anci-Coreve per lo sviluppo della raccolta differenziata del vetro, con il finanziamento di 100 mila euro per l’acquisto delle attrezzature. A questo bilancio più che positivo, si aggiungono i risultati per la raccolta di carta e cartone: da 8 tonnellate a gennaio a 192 a settembre e da 15 a 45 tonnellate, dati che ho illustrato nel padiglione Comieco».

(LC)

0 556

Acireale –  Raccolta differenziata nell’ospedale di Acireale raggiunge il 70% – Abbiamo sentito l’assessore all’Ambiente Francesco Fichera e Sebastiano Raneri (incaricato per i flussi dei rifiuti ospedale di Acireale)

(mAd)

0 588

ACIREALE – Da tanti da mesi  ci si chiede se mai finirà il fenomeno delle microdiscariche in giro per Acireale. Dal centro alle periferie alle frazioni ormai vi sono angoli “storici” di accumulo della spazzatura abbandonata, un tour che sembra finire mai e che ormai sta diventando un fatto conclamato e quasi “naturale”.

La cattiva abitudine di alcuni incivili sta continuando ad insozzare la città, dalla periferia al centro e nelle frazioni è un disastro. Ma quello che ci lascia davvero indignati e perplessi sono le microdiscariche che anche dopo averle ripulite si ricostruiscono in un nanosecondo. Davvero incredibile prendere atto che non si riesce a debellare questo squallido fenomeno urbano. Niente da fare i soliti zotici non si fermano in nessun modo, telecamere, multe, controlli sul pagamento tari, niente tutto inutile sembra proprio che ci si deve arrendere a questo esercito di luridi che continua incessantemente a sporcare la città. Da sempre in via Goldoni, sempre in via Giuliani, via Dafinica, nella frazione di Pennisi, lungo la via Sclafani; una discarica totale di cui ormai ci siamo convinti che non si riuscirà a colpire gli zotici e dire stop a questo strazio che ogni giorno siamo costretti a vedere.

Intanto ieri (22/10/2017) vi è stata un’altra partecipata “giornata ecologica”. Tanta gente si è disfatta degli ingombranti, del raae e di quant’altro ingombra le cantine e i garage. Scrive l’assessore Francesco Fichera: “Ottimo risultato anche per l’area di riuso e per chi ne ha approfittato per una buona causa. Ed è sempre un piacere ringraziare per la riuscita i tanti cittadini, i dipendenti dell’Ufficio Ambiente presenti Antonio Tirelli e Antonello Leonardi, il personale dei VVUU presente, la ditta Venerando Battiato con il suo personale e la Tekra con Valentino Carosi e gli operatori Grasso e Marchese”.

Il successo di cui parla l’assessore all’ambiente è chiaramente dovuto al fatto che il servizio ritiro ingombranti è ingolfato e lento e che continuiamo a non avere un centro di comunale di raccolta permanente; fatto questo che fa si che tante persone attendono le cosiddette “giornate ecologiche” perché non può recarsi in un’isola ecologica e scaricare gli ingombranti. Allo stesso modo con l’assenza di un CCR è ancora impossibile premiare i cittadini virtuosi e la tari continua a pesare sulle spalle degli acesi senza garantire alcuna premialità.

Le microdiscariche ovunque e perenni, l’assenza di un’isola ecologica rendono, è triste dirlo, il lavoro dell’assessore faticoso ed ai confini dell’inutilità. Purtroppo.

(mAd)

0 587

ACIREALE – Continua con due cadenze settimanali (mercoledì e venerdì) il lavoro di trasferenza dei rifiuti (plastica e carta) davanti all’istituto comprensivo “Fuccio La Spina” di Acireale. Due volte la settimana genitori e bambini fianco a fianco con le operazioni di trasferenza di alcuni rifiuti. Da piccoli mezzi i rifiuti vengono spostati in un grosso camion compattatore, operazioni che iniziano alle sei del mattino e che si protraggono fino a mattinata inoltrata, compreso l’orario di ingresso a scuola dei bambini. Genitori e bambini quindi trovano parcheggio accanto ai mezzi della Tekra e svicolano veloci per raggiungere l’ingresso dell’istituto mentre gli operai continuano le loro mansioni.

Abbiamo sentito telefonicamente l’assessore Francesco Fichera che afferma: “Non ci sono olezzi fastidiosi in quanto viene trasferita solo la plastica e la carta, in ogni caso è già stato individuato un altro luogo dove far svolgere queste operazioni che certamente con la scuola chiusa per le vacanze estive non dava fastidio a nessuno mentre adesso con la riapertura della scuola emergono situazioni da modificare. Abbiamo, quindi, individuato un’altra area dove effettuare queste manovre di trasferenza che sarà al corso Italia alto, dove la strada si incontra con via Lazzaretto. A presto quindi risolveremo la questione che mi era già stata segnalata”.

Attendiamo con interesse che questa storia abbia presto fine perché l’incontro al mattino tra camion della spazzatura e genitori e bambini che vanno a scuola non è certo un modo salubre e civico di prestare un servizio alla collettività. Di fatto per le procedure di trasferenza viene richiesta una stazione attrezzata per lo svolgimento di tali operazioni e non certo un’area davanti ad una scuola.

Ricordiamo che una “stazione di trasferimento è quella di un’area attrezzata, dove vengono convogliate certune tipologie di rifiuti le quali vengono scaricati dai mezzi ad un compattatore”. E’ quindi una compattazione di rifiuti per consentire l’ottimizzazione del carico e trasporto degli stessi, il che comporta l’inqualificabilità di questa attività come operazione di mero travaso e di trasbordo…” (cit)

Infine ricordiamo che “In relazione a quanto previsto dall’art. 26, comma 3-ter, del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i., viene predisposto apposito DUVRI (Documento Unico Valutazione dei Rischi da Interferenze), nel quale sono riportati i rischi interferenti derivanti dalla gestione della stazione di trasferimento (Informativa lavoratori esterni e visitatori). Tale DUVRI viene integrato ogniqualvolta venga condotta un’attività ulteriore ed interferente presso la stazione di trasferimento da parte di terzi”.

(mAd)

0 485

Acireale – Coperto ormai da mesi il territorio comunale, l’assessore Fichera dopo aver combattuto (continua a farlo) con i cumuli di rifiuti abbandonati per strada, mentre si cerca ancora di quantificare e stanare gli evasori e mentre manca ancora un centro comunale di raccolta (CCR – isola ecologica), dispone per il 24 settembre una “giornata ecologica” utile per smaltire raee ed ingombranti e fornisce i numeri relativi alla raccolta di carta e cartone.

Scrive l’assessore all’Ambiente Fichera: “Raccolta carta (CER 200101): gennaio 2017 kg 8.420 – agosto 2017 kg 124.020 – Raccolta cartone (CER 150101): gennaio 2017 kg 15.680 – agosto 2017 kg 32.840
Nella sola giornata di venerdì scorso sono stati raccolti 42.000 kg di carta ovvero 5000 kg in più del venerdì precedente.  Per questi risultati il ringraziamento va ai cittadini di Acireale che, nonostante ci siano tanti ancora tanti incivili in giro, trovano funzionale il nuovo sistema di raccolta. Si può e si deve ancora fare di più su diversi fronti ma guardiamo avanti con fiducia perché i dati e i segnali continuano ogni giorno che passa ad essere positivi”. Sono dati incoraggianti che devono spingere i cittadini a non indietreggiare nel percorso virtuoso della differenziata, sono numeri che devono servire per dare ulteriori motivazioni per differenziare.

Vogliamo, inoltre, sottolineare l’importanza di differenziare in particolar modo la plastica. Sono recenti i dati di diversi studi che indicano come l’acqua di tutto il pianeta è per l’85% inquinata da microparticelle di plastica. Un devastazione ecologica che deve farci capire come ognuno di noi cittadini è tenuto a fare la sua parte per il rispetto che si deve all’ambiente in cui viviamo.  Differenziare, inoltre, è una pratica che significa riciclo che è un altro modo essenziale e centrale per un sano e concreto impegno ambientale ed ecosostenibile.

A proposito di carta e cartone,  ad Acireale mercoledì 20 settembre 2017, al cinema Margherita, sarà presentato lo spettacolo Carta d’Imbarco con il giornalista Luca Pagliari. E’ un progetto del Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica (COMIECO) dedicato ai ragazzi delle scuole superiori.

Conclude l’assessore Fichera: “Acireale ha ricevuto un importante finanziamento da Comieco per lo sviluppo della raccolta di carta e cartone”.
(mAd)