#Trojaci: una Città bigotta si risveglia mignotta…

12244

claudia_12_317_copy-001
La prostituzione, come la buona recitazione, è rovinata dai dilettanti. (Alexander Woolcott)

La mia Acireale, la santa Acireale, la virtuosa Acireale, la nobile Acireale si risveglia torbida e peccaminosa.
Un articolo di giornale e comincia la caccia al lenone, alla meretrice, al frequentatore…
In pochi minuti in 53200 siamo stati passati alla selezione per essere nominati tra i possibili clienti delle signore dopolavoriste…
Decine telefonate ho ricevuto con questo tono: ” tu ca sai tutti i cosi di Jaci: ma cu sunu chisti? ci sunu supra feisbuc? quantu si pigghiavunu? chi facevunu? tu i nomi i sai sicuru… e via dicendo…
La curiosità morbosa ha reso tutti esaltati, tutti ingordi, tutti a ricostruire le mappe del piacere nostrano.
Una giornata all’insegna della lussuria paesana,  dei nomi sussurati, delle ipotesi più disparate.

Cari Acesi, non stupiamoci se qualche nostro concittadino sia andato a cercare amore mercenario: è capitato sempre e sempre capiterà.

Se ci facciamo quattro conti, così alla fimminina, ovvero da quando è iniziata la cementificazione selvaggia, da quando la cosa pubblica è diventata territorio di saccheggio, da quando c’è stata la crisi del comparto agrumicolo, da quando i nostri giovani sono costretti a lasciare la città per cercare lontano il lavoro, da quando la spazzatura la si lascia in giro, da quando ci siamo abbruttiti, da quando il nostro riferimento politico sono i rizettari, da quando abbiamo dismesso l’orgoglio di essere Acesi…
Proprio da allora la nostra città è andata a puttane, non da qualche mese…

Queste qui sono sciocchezze. Piccanti sciocchezze.
(santodimauro)

P.S. la foto è bella e fa da ornamento ma non ha niente a che vedere con quanto scritto.