Vigo Fuccio – La Spina, destinazione S. Luigi. Sembra essere questa la soluzione

ACIREALE – Il terremoto del 26 dicembre è ancora presente nella memoria degli acesi ed ha ancora questioni che devono essere risolte. Ci sono certamente le questioni legate alla ricostruzione, agli sfollati, a chi ha perso tutto in pochi secondi. Aperta ed ancora irrisolta la questione legata alla viabilità specialmente da S. Maria la Stella verso Acireale e viceversa. E poi c’è anche la questione scuole e quella dei doppi turni alla Vigo Fuccio – La Spina.

La Vigo Fuccio – La Spina della sede di via Cervo, come è noto, è rimasta danneggiata dalla scossa di dicembre ed i giovani scolari sono stati trasferiti nel plesso di viale P. Amedeo “Fanciulli”. Si è scelto la modalità dei doppi turni a settimane alterne tra gli alunni provenienti da via Cervo e quelli di viale Amedeo.

Ovviamente la soluzione dei doppi turni sta provocando diverse difficoltà non solo alle famiglie ma anche per il normale svolgimento delle attività didattiche (le ore sono state ridotte). E’ una soluzione presa in emergenza ma che sta creando parecchio malcontento visto anche il gran numero di studenti coinvolti.

Cosa succederà nelle prossime settimane? Dalle nostre fonti possiamo affermare che l’Ente sta portando avanti ed ultimando le “trattative” con l’Istituto S. Luigi. L’ufficio tecnico ha mosso dei rilievi ai “fratelli” dell’istituto di via Galatea che sembra abbiano accettato. Si tratta di tinteggiare le pareti, organizzare gli accessi per i disabili, sistemare i bagni, sistemare le finestre proteggendo i vetri con delle speciali pellicole protettive. Sono lavori che potranno protrarsi (appena concluso l’accordo) in circa due settimane, poi spetterà al consiglio d’Istituto del Vigo Fuccio – La Spina accettare o respingere la proposta dello spostamento al S. Luigi e mettere la parola fine ai doppi turni.

Sembra proprio che la strada che si seguirà dovrebbe essere propria quella appena descritta, del resto altre ipotesi non se ne vedono ed alcune sono tramontate prestissimo. Ricordiamo che si era parlato di dividere gli alunni in diversi plessi, che si era pensato di mettere su una tensostruttura, di riconsegnare il plesso di via Cervo entro la prima metà di marzo. Nessuna di queste possibilità vedrà la luce e i tempi per la sistemazione della sede centrale non crediamo siano quelle indicati in prima battuta.

Possiamo supporre ancora due o tre settimane di doppi turni e poi gli alunni di via Cervo potrebbero essere accolti nella sede dell’Istituto S. Luigi, per questa soluzione pochi gioni fa il sindaco di Acireale Stefano Alì si era detto disponibile a mettere a disposizione dei bus per fare la spola tra via Cervo e via Vitt. Emanuele in modo di non gravare ulteriormente sulla già pesante situazione del traffico in via Galatea specialmente nelle ore di ingresso e di uscita dalla scuola.

(mAd)