Vigo Fuccio – La Spina, il consiglio d’Istituto si dichiara disponibile alla soluzione S. Luigi

ACIREALE – Si è riunito oggi (09/02/2019) il consiglio d’Istituto del Vigo Fuccio – La Spina, incontro aperto a chi voleva assistere alla seduta ed infatti si è registrata la presenza di alcuni genitori. Il presidente del consiglio d’Istituto e il Dirigente Scolastico hanno confermato la loro disponibilità, accolta favorevolmente da tutti i consiglieri, per l’opzione del trasferimento degli alunni proveniente dal plesso di via Cervo all’istituto S. Luigi di via Galatea. Ovviamente tale decisione deve essere prima ratificata dal COR (che dovrebbe accettare il fitto richiesto dai fratelli del S. Luigi) ed il Comune, immediatamente dopo, dovrà stipulare il contratto e formalizzare la proposta al consiglio d’Istituto del Vigo Fuccio – La Spina.

Insieme a questa possibilità il consiglio ha discusso anche sui tempi per il ripristino del plesso di via Cervo. La gara è già stata pubblicata sul MEPA ed entro mercoledì dovrebbe essere assegnata, poi entro pochi giorni dovrebbero iniziare i lavori. Lavori che, sembra, possono anche essere consegnati a stralci in modo da sgravare man mano la condizione di affollamento (doppi turni) nella sede del “Fanciulli” di viale Principe Amedeo. Il Dirigente Scolastico dott.ssa Castiglione confida in una rapida consegna dei lavori e si è anche rappresentata la possibilità di riuscire a vedere la fine dei lavori per le giornate del FAI. Fatto che sembra essere possibile anche se poco probabile. In ogni caso si corre su due binari: il trasferimento al S. Luigi che, se tutto va secondo le previsioni, potrebbe avvenire entro la prima metà di marzo e la consegna del lavori del plesso di via Cervo che potrebbe avere pressoché la stessa data o al massimo con un paio di settimane di differenza. A quel punto sorge naturale chiedersi se davvero conviene trasferire gli alunni per alcune settimane al S. Luigi nell’eventualità che il plesso di via Cervo venisse consegnato e collaudato entro il mese di marzo o, al massimo, entro la prima metà di Aprile.

Altro punto che è stato posto all’approvazione è stato quello di spostare di mezz’ora (13.30) l’ingresso a scuola per gli scolari che si recano per i dopi turni. La proposta però è stata respinta.

Questa la situazione ad oggi, in attesa di decisioni definitive attendiamo con interesse i prossimi passi.

(mAd)