ACI CATENA – ELEZIONI AMMINISTRATIVE 11 giugno 2017 – 5 domande a Basilio Orfila

ACI CATENA – Abbiamo posto ai candidati sindaco le stesse domande. Ecco le risposte del candidato Basilio Orfila.

INTERVISTA

FanCity Acireale: Quale secondo la mia prima cosa da fare per Aci Catena?

Basilio Orfila (candidato sindaco):  “Ridare ai cittadini fiducia nella politica dimostrando che noi la viviamo con spirito a favore della comunità. Per dare il segnale di ciò, la prima delibera dovrà essere quella di RIDUZIONE DELLO STIPENDIO degli amministratori e del gettone di presenza dei consiglieri comunali, destinando i risparmi derivati dal taglio ad incrementare il capitolo dei servizi ed in particolare la mensa scolastica. Tutto ciò coerentemente con quanto da sempre praticato dalla sinistra ad Aci Catena,  la delibera che decise l’aumento del gettone di presenza fu votato da tutti i consiglieri comunali ad eccezione della consigliera Marisa Aprile della Sinistra Unita che si espresse sfavorevolmente. In sintesi: Promuovere un Protocollo di legalità, trasparenza per tutti gli atti, nomina di una commissione di saggi per il vaglio degli atti dell’amministrazione.

FanCity Acireale:  Nei primi cento giorni lei ritiene indispensabile adottare quali provvedimenti?

Basilio Orfila (candidato sindaco):  “Certamente bisognerà fare i conti con il bilancio e i debiti fuori bilancio, nell’urgenza affrontare e migliorare le procedure per la raccolta differenziata, valutare la revisione del contratto di gestione dell’acqua potabile, costituire un team che si occupi della presentazione di progetti per attingere a finanziamenti, regionali ed europei. Ottimizzare la lotta all’evasione fiscale di concerto con gli uffici. Riorganizzare la macchina burocratica con un ridimensionamento delle figure apicali senza tralasciare però l’intero organico amministrativo che dev’essere motivato ma anche incanalato a procedure mirate al rispetto del codice deontologico dei dipendenti. Non saranno ammessi o coperti modalità o usi che vanno a danno dell’Ente e dei cittadini”.

FanCity Acireale:  Conosce la situazione del bilancio comunale?

Basilio Orfila (candidato sindaco):  “Il bilancio comunale lo conosciamo per come può conoscerlo una forza extraconsiliare e grazie al nostro impegno di continuo monitoraggio delle dinamiche amministrative. Molto ci è stato nascosto ma ciò non ci ha impedito di avere una certa contezza della situazione che stava per determinarsi. Siamo stati noi a sollecitare il Commissario a rappresentare alla cittadinanza la gravità della situazione che a noi risultava dalla lettura degli atti amministrativi. Infatti qualche giorno dopo in una intervista televisiva il Commissario informava la cittadinanza la gravità dei conti comunali dichiarando che non si riuscivano a pagare i debiti dell’Ente. Nelle nostre file non vi è nessuno che  ha ricoperto incarichi o responsabilità  nella passate amministrazioni.  Ne  di Maesano ne di Nicotra. Abbiamo però, la netta percezione, ma l’avevamo da tempo, che il bilancio virtuoso di cui si vantava Maesano fosse una bufala e che alla luce delle dichiarazioni del Commissario e delle indiscrezioni trapelate dagli uffici oggi ci danno consapevolezza che i nostri timori fossero giusti”.

FanCity Acireale:  Gli elettori catenoti perché dovrebbero votarla?

Basilio Orfila (candidato sindaco):  “Il lavoro di denuncia e di controllo che il sottoscritto insieme alle persone dell’Associazione Aci Catena Bene Comune profuso in questi anni, con difficoltà e senso del sacrificio a vantaggio dell’intera collettività e nonostante fossimo privi di una rappresentanza in Consiglio che ci ha reso ancora più difficoltoso il lavoro, sono la prova che crediamo fortemente nei valori di legalità e trasparenza. Il nostro obiettivo di informare costantemente i cittadini mirava a tagliare le gambe al malcostume.  Abbiamo una netta identità e una storia personale che permette di sapere tutto di noi e di non incorrere in spiacevoli sorprese, non cavalchiamo onde del momento, rappresentiamo la sinistra che in questi anni si è battuta ad Aci Catena per riaffermare l’onestà e la tutela delle fasce più deboli, non siamo populisti dell’ultima ora e prova ne è il nostro impegno che dura da oltre 20 anni senza mai fare un passo indietro o tacere davanti a fatti di immoralità amministrativa. Il nostro appello va quindi alle tante persone che credono ancora a questi ideali di solidarietà e socialità ma anche a tutte le persone perbene che vogliono finalmente dare una svolta al nostro paese e  sconfiggere la corruzione”.

FanCity Acireale:  Cosa pensi dei suoi competitor alla carica di sindaco?

Basilio Orfila (candidato sindaco):  “Noi diciamo che sia Oliveri che Petralia hanno avuto entrambi l’occasione di dimostrare la loro amministrazione e hanno fallito clamorosamente.  Di Tagliavia non possiamo avere contezza perché è alla sua prima esperienza amministrativa, in tutti i sensi, ma non conosce il paese e non ha dato ancora prova delle sue capacità. Ancora oggi per muoversi in paese deve spostarsi col filo di Arianna ma la situazione è tale che servono persone che conoscono intimamente il paese. Tagliavia potrebbe rappresentare un salto nel buio ed oggi sarebbe ancora più letale. Ciò nonostante a tutti va riconosciuto il merito di confrontarsi con una situazione non facile dove la possibilità del fallimento è dietro le porte, il dissesto finanziario ormai è in atto e chi governerà sarà chiamato a fronteggiare la più grave crisi di Aci Catena dal dopoguerra ad oggi. E questo va riconosciuto. Per questo mi farò carico una volta eletto di invitarli tutti e tre a costituire un comitato ristretto denominato dei “SAGGI”,  nel quale messo da parte l’antagonismo politico si possa collaborare con idee e controllo alla risoluzione dei problemi. Verificare i percorsi possibili e valorizzare le buone idee per il paese e per il nostro futuro”.

(red)