ACIGREENWAY, INIZIANO I LAVORI PER IL PERCORSO CICLOPEDONALE SULLA TIMPA

Per molti lungimiranti, per i tanti che credono che valorizzare le bellezze naturalistiche e paesaggistiche sia la chiave per il vero sviluppo del territorio oggi si realizza un sogno. L’opera guarda lontano e potrà davvero portare una piccola ma profonda rivoluzione per il turismo e la mobilità del territorio, collegando la Riserva Naturale Orientata della Timpa al cuore della città. Stamattina alla presenza del sindaco di Acireale, Stefano Alì; dell’assessore ai Lavori pubblici, Carmelo Grasso; del direttore dei lavori Sebastian Carlo Greco e del Rup Santi Domina, sono stati consegnati alla ditta Repin Srl i lavori per la realizzazione del percorso ciclopedonale “AciGreenWay” che attraverserà la Timpa, da via Mortara sino a Santa Maria della Neve.

«E’ un segnale di grande civiltà. Con quest’opera Acireale si candida a ricevere quello che da anni la progettazione europea indica in merito alla mobilità dolce e sostenibile. Questa piccola infrastruttura potrà diventare una dorsale ecologica che collega Berlino con la Sicilia. La forza del percorso è la grande valenza paesaggistica. E’ lungo poco meno di tre chilometri e all’interno ci sono quattro gallerie che sono quattro opere d’arte. Il progetto prevede come prima cosa la pulizia del tracciato, la realizzazione di una superficie con terra stabilizzata e la messa in sicurezza con staccionate in legno e reti di recinzione. E’ un’opera essenziale e i lavori da contratto dovrebbero durare 130 giorni»», ha spiegato l’architetto Sebastian Carlo Greco.

Invece è un iter complesso e lungo quello che porterà alla nascita di AciGreenWay, che passa per tre Amministrazioni. Lo abbiamo ricostruito con l’architetto Greco, che nel 2011 dà alla luce il progetto definitivo, realizzato per linee di intervento specifiche per la mobilità sostenibile. Di AciGreenWay non si parla più, finchè «l’amministrazione Barbagallo dà l’imprinting, intercettando  il finanziamento e acquisendo il tracciato. Abbiamo rimodulato il vecchio progetto per adeguarlo al tetto previsto, abbiamo tolto gli arredi e alcune comodità senza stravolgerne la funzionalità, e oggi con l’Amministrazione Alì iniziano i lavori. Ma questo è l’avvio, – sottolinea-, il percorso va curato e implementato guardando alla Ciclovia della Magna Grecia, che andrà dalla Basilicata a Pachino».

Il progetto AciGreenWay prevede un importo complessivo di 966 mila euro, di cui 194 mila a carico del bilancio comunale, mentre  la cifra restante è stata finanziata tra le azioni dei “Programmi Integrati nelle Aree urbane della terza fase del Piano di Azione e Coesione” per 771 mila euro dall’Assessorato regionale delle Infrastrutture e della Mobilità. Il decreto fu annunciato con grande entusiasmo e come un grande successo dall’allora sindaco Barbagallo, sostenuto alla Regione dal deputato D’Agostino e dall’allora assessore Nico Torrisi. Era agosto del 2016.  A luglio del 2017 si arriva all’acquisizione del tratto da RFI per 272 mila euro.

Agli inizi del 2019 si conclude la gara per la realizzazione di AciGreenWay e la ditta si aggiudica provvisoriamente l’appalto con un ribasso d’asta che sfiora il 40%. Oggi si arriva finalmente alla consegna dei lavori.

«E’ un lavoro strategico per il futuro di Acireale ed è l’emblema della lunghezza delle azioni importanti. Oggi consegniamo i lavori, ma il progetto parte da lontano, dalle precedenti amministrazioni. L’unica azione che ho fatto è stata sveltire il più possibile le azioni in modo che i tempi siano accettabili», ha dichiarato l’assessore ai Lavori pubblici Carmelo Grasso.

L’auspicio è che Aci GreenWay sia un primo importantissimo tassello. Il Comune di Acireale potrà approfittare del grande progetto Ciclovia della Magna Grecia, promosso dal recente Protocollo di intesa tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e le Regioni Basilicata, Calabria e Sicilia. Il sindaco Stefano Alì, con l’assessore Grasso, ci ha spiegato le intenzioni dell’amministrazione:

«C’è un finanziamento di Agenda Urbana per due milioni di euro e avremmo pensato di destinarli ad allungare il percorso ciclopedonale fino ad Aci Castello, ma ci sono interlocuzioni con la Regione per il progetto della Ciclovia della Magna Grecia, per cui abbiamo trasmesso AciGreenWay in modo che possano prevedere di agganciarsi a questo e fare una progettazione complessiva e congrua. Probabilmente utilizzeremo, invece, i fondi di Agenda Urbana per implementare la rete ciclabile cittadina, abbiamo già parlato di un collegamento con i poli scolastici. Domani avremo un incontro con i consulenti regionali che seguono tutto l’iter di progettazione».

L.C.