Acireale, fermata Cappuccini incontro tra l’assessore Grasso, il sindaco Alì e l’assessore regionale Marco Falcone. “Il governo regionale ritiene strategica questa fermata”

ACIREALE – Ieri (8/4/2019) sopralluogo dell’assessore regionale alla infrastrutture Marco Falcone ai “Cappuccini”. Oggetto dell’incontro che si è tenuto alla presenza dell’assessore Carmelo Grasso, il sindaco di Acireale Stefano Alì e l’assessore regionale Falcone “la fermata ferroviaria Cappuccini”. Una possibilità che da decenni è nell’immaginario collettivo degli acesi e che tante amministrazioni hanno inserito nei loro programmi per il governo locale.

Nell’incontro l’assessore regionale alle infrastrutture Marco Falcone ha detto che “il governo regionale ritiene questa fermata strategica per la viabilità ferroviaria che da Messina passa per Fiumefreddo, Giarre e Acireale e Catania fino ad arrivare alla nuova stazione di Fontanarossa e quindi con l’imbarco all’aeroporto”.  Una possibilità quindi che sembra essere nell’interesse oltre che degli acesi anche dal governo regionale. Prosegue l’assessore Falcone “E’ una fermata che si aspetta da trent’anni e deve essere realizzata”.  Insieme a RFI la Regione Siciliana ha concordato un crono programma “molto preciso”.

Ed ecco quale sarà il cronoprogramma indicato dall’assessore Falcone. “Entro 45 giorni ci sarà lo studio di fattibilità, un progetto avanzato e nel frattempo il Comune di Acireale dovrà mettere in campo tutte le attività urbanistiche per l’apposizione dei vincoli e successivamente produrre il progetto definitivo per il quale passeranno altri 45 giorni. Poi sarà inviato tutto per l’approvazione e a settembre saranno iniziati i lavori che si completeranno dopo un anno e quattro mesi”.

L’assessore Falcone scandisce i tempi per vedere finalmente attiva la fermata dei Cappuccini, ovviamente la speranza è che tutto vada secondo il programma indicato.

Presenti all’incontro il sindaco Alì e l’assessore alla mobilità sostenibile del Comune di Acireale Carmelo Grasso.  Il sindaco Alì: “Bisogna riapplicare i vincoli e fare i vari passaggi in consiglio comunale per rendere quest’area fruibile. Quello che stiamo compiendo è un passo importante per la nostra città non credo ci possa essere qualcuno che non sia favorevole a questa fermata ferroviaria che ci da un collegamento con la città di Catania e con l’aeroporto sicuramente vincente per Acireale”.

Ed è certamente un  passo importante che non trova oppositori se consideriamo che quest’opera è stata nel calendario dei progetti da realizzare da almeno tre amministrazioni comunali che si sono succeduti negli anni.

L’assessore alla mobilità sostenibile Carmelo Grasso afferma “questo è l’impegno più importante che io ho assunto, ovviamente non dipende solo da me ma l’amministrazione Alì sta mettendo in atto tutte quello che va fatto affinché quest’opera si realizzi e cambi davvero le sorti di Acireale.  Ritengo che questa infrastruttura a fronte di una spesa che è estremamente contenuta cambierà radicalmente il volto della città di Acireale. La fermata ai Cappuccini ci permetterà di  trasformare la tratta Giarre – Catania in una vera metropolitana di superficie che avrà ad Acireale tre fermate: Acireale nord (Guardia Mangano), Acireale centro (Cappuccini) e Acireale sud che è l’attuale stazione ferroviaria”.

Un passo importante per la mobilità, un progetto che si aspettava da troppi anni e sembra che adesso Regione Siciliana, RFI e Comune di Acireale hanno trovato i modi e le strategie per trasformarlo in realtà.

(mAd)