mercoledì, Giugno 29, 2022
Google search engine
HomeOne clickAcireale, mercoledì senza noia di CambiAmo Acireale. Giovanni Trovato: "Dispiace vedere stuprato...

Acireale, mercoledì senza noia di CambiAmo Acireale. Giovanni Trovato: “Dispiace vedere stuprato un logo, un’idea, un progetto”.

giovanni-trovato-defPer animare i mercoledì acesi alcuni giovani organizzano delle serate utilizzando il simbolo CambiAmo Acireale ed è subito polemica con uno dei membri di CambiAmo Acireale e sostenitore del progetto politico che ha portato, dopo la vittoria alle primarie interne,  l’ex consigliere comunale Roberto Barbagallo alla candidatura per sindaco di Acireale e a vincere le elezioni amministrative.

L’INTERVISTA

FanCity Acireale:  Il logo CambiAmo Acireale appartiene alla politica oppure se ne può fare uso anche per promuovere eventi di vario genere?

Giovanni Trovato:  “Il logo Cambiamo Acireale formalmente da quanto ne so non è mai stato registrato presso uno studio notarile nè si è a conoscenza dell’esistenza di uno statuto associativo o similare che desse sostanza giuridica a quel contenitore umano di intelligenze, esperienze e professionalità, che vide nascere nello studio dell’Avv. Bonaventura, nel settembre del 2013, per l’appunto il Comitato Civico di CambiAmo Acireale. Fatta questa premessa, CambiAmo Acireale è ineludibile che appartiene alla Politica, perchè oltre ad essere Comitato Civico, è stato quel luogo che per acume politico dell’ On. D’Agostino, si è emancipato al ruolo di fulcro per la competizione delle primarie per la scelta del candidato Sindaco e poi in un vero e proprio utero sociale, nel quale migliaia di cittadini hanno fatto convergere idee e progetti per aree tematiche, dalla cui gestazione è nato il Programma Politico/Amministrativo di CambiAmo Acireale e a cui l’Azione Amministrativa dovrebbe ispirarsi quotidianamente. Se ne può fare uso per eventi di vario genere, dunque? Affatto! O perlomeno bisogna vedere in che forma e a quale scopo, lo si usa. I giovani vanno stimolati e non bacchettati, anzi gli va dato spazio, ma l’indirizzo? Nel caso specifico la querelle nata in questi giorni, nasce da un evento mondano, che chiama a raccolta i giovani sotto le insegne del logo CambiAmo Acireale, per bere un aperitivo e stare in compagnia qualche ora. Quale indirizzo si da? Politica nell’era 2.0 si è trasformata in aperitivo e musica? Mi permetto di far notare che manca lo scopo. Può pure starci l’aperitivo e la musica, ma se si usa un logo che appartiene alla Politica, l’oggetto dell’incontro è e deve essere uno scopo, un’idea da dibattere, una riflessione, insomma una motivazione pubblica. Questo è mancato, è dispiace vedere stuprato un logo, un’idea, un progetto e tanto impegno profuso da molti cittadini, usato a fine commerciale. Manco Forza Italia osava tanto!”

FanCity Acireale:  Secondo lei è un cambio di logo da VivAci a CambiAmo Acireale?

Giovanni Trovato:  “Se è un cambio di logo non posso affermarlo, perchè anche in questo caso non è chiaro se VivAci che espresse un presidente (credo Gianluca Mangiagli) sia depositaria del logo col ghiacciolo. Di certo, visto lo scopo duplice a cui si prestò la prima edizione di VivAci legittimamente, che oltre a – obbiettivamente – dare una scossa alla movida acese portò l’attuale Sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, a fidelizzare giovani e non, acquistando forza popolare, questa nuova formula denominata “Mercoledì Acese” che esplicitamente nasce come iniziativa dei giovani di C.A. , si presta a far pensare che stiamo assistendo ad un rifacimento del look di VivAci”.

FanCity Acireale: Ritiene opportuno che un gruppo politico sia fautore di iniziative private e a pagamento?

Giovanni Trovato:  “L’ho accennato poc’anzi e lo ribadisco: neanche Forza Italia figlia di Miccichè (agente pubblicitario) e Fedele Confalonieri si sono sognati di spingersi sino a tale punto. Un gruppo Politico dovrebbe occuparsi ad esempio di Found Raising (raccolta fondi) per la Tenda di San Camillo, visto che parliamo di Acireale. Offrire da un lato un buffet e far pagare 3€ un drink (non si capisce se alcolico o meno) trattandosi di giovani, oltre che fuori luogo, fregiandomi di iscrivermi al partito dei bigotti e tristi, lo ritengo anche diseducativo”.

FanCity Acireale: Lei vede in questa iniziativa modalità che mirano a lanciare la prossima campagna elettorale regionale?

Giovanni Trovato:  “La campagna elettorale per le elezioni regionali è iniziata da un pezzo, se arriveranno i 500 milioni di euro per rendere operativa la legge di stabilità finanziaria regionale, non è da escludere un voto anticipato siciliano, ed è chiaro che se ad organizzare gli eventi è la frangia giovanile di un ex comitato cittadino libero e operoso, il sospetto della strumentalizzazione politica ci sta”.

FanCity Acireale: Cosa rimane del gruppo di CambiAmo Acireale ad un anno e mezzo dell’elezione del sindaco Barbagallo?

Giovanni Trovato:  “Sembra non sia rimasto nulla, ordine sparso, piccoli gruppi, dibattiti e confronti esauriti. CambiAmo Acireale sembra un logo di marketing commerciale ed il resto si è trasformato in consulte e fideismo nuovo attraverso nuove formule quali il bilancio partecipativo e similari”.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments