mercoledì, Giugno 29, 2022
Google search engine
HomeLiberi NavigatoriAcireale, nuovo Regolamento dei lavori, servizi e forniture in economia. Si regolamenta...

Acireale, nuovo Regolamento dei lavori, servizi e forniture in economia. Si regolamenta anche l’albo dei liberi professionisti

ardita-villa-belvedere-1Il consiglio comunale di Acireale ieri sera ha approvato il “Regolamento dei lavori, servizi e forniture in economia e per la costituzione e tenuta dell’elenco degli operatori economici”. In aula il nuovo dirigente, Salvatore Bella, ha illustrato i dettagli tecnici della proposta del settore Lavori Pubblici, emendata e completata dalla IV  e dalla I commissione consiliare.

‹‹Il Comune di Acireale aveva un regolamento obsoleto, risalente ormai a 11 anni fa, che non aveva più i connotati previsti dal codice dei contratti. Era prevista un‘iscrizione all’albo delle imprese di fiducia con effetto permanente, la possibilità d’iscrizione solo per un mese all’anno e non si faceva mai un aggiornamento. In questi anni si è andati avanti su direttive, ma il regolamento è uno strumento di cui un’amministrazione non può non tenere conto, perché ha la funzione di normare le modalità di svolgimento dell’acquisizione di servizi e lavori al di sotto di soglie stabilite dal codice dei contratti nazionale. Abbiamo ritenuto necessario e opportuno, in virtù della dovuta trasparenza e delle nuove direttive, cambiare la situazione ereditata, dotarci di un regolamento aggiornato  alle nuove normative e regolamentare anche i servizi attinenti l’ingegneria e l’architettura per i liberi professionisti iscritti all’ albo. Ringrazio il nuovo dirigente, Salvatore Bella, la IV commissione e la I commissione per il grande lavoro svolto per completare  migliorare la proposta dell’amministrazione, che finalmente, disciplinerà in modo chiaro, ma flessibile, l’affidamento dei lavori alle ditte di fiducia e ai liberi professionisti. La legge consentirebbe la facoltà di affidamento diretto fino a 40 mila euro, ma si è scelto di abbassare la soglia ai 20 mila euro. Dalla prima istituzione l’albo sarà aggiornato non più annualmente, ma quadrimestralmente per garantire maggiore flessibilità, e alla fine dell’anno ogni impresa a prescindere dal momento dovrà dichiarare il permanere dei requisiti che hanno consentito l’iscrizione››, commenta l’assessore ai Lavori Pubblici Nando Ardita.

(LC)

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments