Al via la realizzazione di sei parchi gioco nella città di Acireale.

Saranno sei i parchi gioco che si realizzeranno nella città di Acireale, collocati nelle frazioni di Guardia, Scillichenti, Santa Tecla ( ampliamento ), Aci Platani, San Cosmo e nella villetta di via Emanuele Macrì.
Per i lavori di realizzazione si farà ricorso alle somme inserite nel bilancio partecipativo 2019, uno strumento che, attraverso il coinvolgimento dei cittadini che propongono personali progetti di interesse comune, come era nelle attese di tutti si è quindi rivelato particolarmente utile alla collettività.

Nella nostra chiacchierata telefonica, l’assessore alle Politiche sociali, dott.ssa Palmina Fraschilla, ha affermato:
“Da sempre la mia attenzione e il mio sostegno sono stati rivolti ai parchi gioco, poiché, tra i diritti riconosciuti dei bambini, quelli collegati al gioco e al tempo libero sono certamente tra i più qualificanti, perché toccano da vicino uno degli aspetti che maggiormente caratterizzano il benessere del minore, in quanto persona con necessità e bisogni propri, autonomi da quelli degli adulti. Dunque poter disporre di strutture adeguate non significa solo la possibilità di vivere in un ambiente salubre, ma si riferisce anche al diritto di svolgere in piena libertà e secondo le proprie preferenze una delle attività più importanti per la crescita e lo sviluppo, ovvero il gioco. Ogni attrezzatura ludica, infatti, guida e stimola il bambino a compiere specifici movimenti attraverso i quali si sviluppano non solo le capacità motorie, ma anche di apprendimento fisico e mentale. L’area gioco inoltre, come tutti sappiamo, favorisce l’interazione sociale.”.

“Verrà a breve migliorato il parco giochi già esistente su piazza S. Chiara” – aggiunge l’assessore – ” e verrà realizzata, all’interno del giardino Belvedere, un’area fitness dedicata all’attività sportiva anche degli anziani. È inoltre mia intenzione migliorare ulteriormente il parco giochi inclusivo all’interno dello stesso giardino Belvedere, attraverso la proposta di partecipazione degli uffici preposti ad altri bandi, ma anche ricorrendo a fondi comunali. Il parco giochi inclusivo è un’opera alla quale tengo molto, è un segnale significativo per la nostra comunità, quello dell’ inclusione è un obiettivo che ho a cuore e per cui mi sono sempre battuta e attivata.”.

“È infine mio intento porre l’attenzione – conclude l’assessore – su tutte quelle aree a verde con annesso parco giochi, che avrebbero dovuto già realizzarsi, poiché previste nella lottizzazione o concessione rilasciate alle ditte costruttrici e che sono ancora disattese o incomplete.
Ricordo un articolo scritto proprio sul vostro blog che riportava questa frase ” una città senza un’altalena”, ed io, qualsiasi tempo occorrà, con il mio impegno da assessore alle politiche sociali, tenterò di migliorare questo aspetto tanto importante e segno di civiltà per la nostra città.”.

L’assessore Fraschilla tiene a ringraziare tutti coloro che si sono adoperati su questo fronte :
“Sono grata, tra gli altri, al geometra Francesco Gulli e ai cittadini che hanno proposto i progetti e si sono attivati per la realizzazione dei parchi, segnatamente : Nino Castorina per la bambinopoli di Guardia; Valentina Margherita Maccarrone per quella di Scillichenti; Fabio D’Agata per Santa Tecla; Vincenzo Luigi Benintende per Aci Platani; Maria Rita Di Maria per San Cosmo e Alessandro Greco per la proposta di Stazzo, poi trasferita su via Macrì.”.

Laura Magliocco