ALICI FRITTE CON CIPOLLE  IN AGRODOLCE

Buongiorno liberi navigatori.

Oggi per la nostra rubrica “Panza e Prisenza” vi proponiamo una ricetta che ci ha nuovamente suggerito il nostro caro amico Giuseppe D’Angelo. Le “ALICI FRITTE CON CIPOLLE IN AGRODOLCE”. Ricetta tradizionale della nostra bella Sicilia. Le alici fritte con cipolle in agrodolce, sono una delizia che dopo averla assaggiata non potrete più farne a meno. Vanno cotte lentamente in padella con pochissimo olio, aceto, zucchero, pinoli e uvetta

Un piatto chè è consigliabile prepararlo in anticipo, infatti è considerato un piatto freddo e grazie all’aceto, si conserva in frigo per diversi giorni. Potete servirlo come antipasto o come secondo piatto.

Le cipolle vengono cotte lentamente in padella con pochissimo olio, aceto, zucchero, uvetta, pinoli e menta. Un gusto molto particolare che si sposa benissimo con la grassezza della frittura e della carne dell’alice (volendo potete usare anche le sarde, che sono ancora più carnose). Se preparare il piatto con largo anticipo, disponendo sulle alici fritte il condimento a base di cipolla, il pesce si insaporirà al meglio regalando al vostro palato una vera delizia di sapori.

INGREDIENTI
1kg Aalici fresche
Farina di semola rimacinata
sale, quanto basta
Olio di oliva extravergine

INGREDIENTI PER CIPOLLA IN AGRODOLCE
8 Cipolle bianche o dorate
60 g di Uvetta appassita
60 gr di Pinoli
2 cucchiai di Zucchero
Sale
80 millilitri di Aceto rosso
Foglie di Menta fresca
2 cucchiaio di Olio extravergine di oliva
A piacere ( Olive verdi denocciolate)

PREPARAZIONE
Pulite le alici, togliete la testa e apritele le alici a libro, asportare le interiora, la lisca interna e la piccola lisca sulla schiena. Lavate tutto il pesce e mettetelo su della carta assorbente, tamponate bene finché non sarà asciutto.

Mettetete in un piatto abbondante farina di semola di grano duro, salate (non troppo) e passate una per una le alici premendo bene in modo che vengano ben ricoperte dalla semola da entrambi i lati.

Scaldate in una ampia padella antiaderente abbondante olio, le alici vanno fritte in immersione e l’olio deve ricoprirle interamente ed essere a una temperatura di 180 gradi, ideale per la frittura. Mettete poco pesce per volta nell’olio bollente e friggerlo per un minuto e mezzo o due, non appena le alici, diventeranno dorate, saranno pronte. A questo punto, adagiatele (dopo averle fatte scolare) e mettetele da parte su un piatto da portata.

Ora lavate e affettate le cipolle non troppo sottili e adagiatele in una padella anti aderente con 2 cucchiai di olio extravergine. Salare, coprire e farle cuocere a fuoco basso per circa 20 minuti.

Nel frattempo, tostate i pinoli in una piccola padella e fate ammorbidire l’uvetta in una tazza di acqua calda. Quando vedrete che le cipolle sono appassite, aggiungere i pinoli e l’uvetta ben strizzata. Fate cuocere ancora 10 minuti. ( A vostro gusto potete aggiungere delle olive verdi denocciolate)

Infine, alzare il fuoco e versare sulle cipolle l’aceto nel quale avrete mescolato fino a scioglimento i due cucchiai di zucchero. Fare sfumare, abbassare il fuoco, unire la menta, coprire e fare cuocere ancora 10 minuti. Le cipolle devono prendere un bel colore marroncino e lucido.

A questo punto versate le cipolle in agrodolce sulle alici fritte e fare riposare il piatto un paio di ore. Si mangia a temperatura ambiente, ben insaporito e guarnito con qualche foglia di menta fresca. (Foto Web)

Buon appetito da
( Panza, Prisenza e Giuseppe)