domenica, Agosto 7, 2022
Google search engine
HomePoliticaAventino o stampella? Opposizione o inciucio? Abbiamo sentito il consigliere comunale Ugo...

Aventino o stampella? Opposizione o inciucio? Abbiamo sentito il consigliere comunale Ugo Trovato.

Acireale – Nella seduta del consiglio comunale del 26 novembre presenti in aula solo dieci consiglieri comunali. I dieci che ancora sostengono l’amministrazione Alì, opposizione scomparsa e così si è dato il via libera all’approvazione della delibera in oggetto.

L’INTERVISTA

mAd: Consigliere Ugo Trovato voi dell’opposizione nella seduta del consiglio comunale del 25 novembre 2021 siete usciti dall’aula facendo venire meno il numero legale e sapevate benissimo che in questi casi il consiglio comunale viene convocato il giorno successivo ma con altre modalità rispetto al conteggio del numero legale.  Malgrado ciò nella seduta del 26 novembre 2021 non vi siete presentati lasciando così il campo libero alla minoranza che sostiene l’amministrazione Alì, vi rendete conto che questi modi rappresentano, nella migliore delle ipotesi, solo ambiguità politica?

Ugo Trovato (consigliere comunale): “Assolutamente si, ed il problema nasce perché in sede di consiglio comunale non riusciamo ad essere un numero tale per poter bocciare in maniera forte una proposta di delibera. Dal momento in cui si porta in aula una delibera sull’assestamento di bilancio, ovvero atti propedeutici per salvaguardare l’Ente, ritorna di fatto il tema dell’integrazione oraria. Un passaggio politico che io ho portato avanti da tempo perché senza l’integrazione oraria noi perdiamo servizi da erogare ai cittadini. Ora facciamo chiarezza. La delibera 231, che è una delibera di giunta a modifica del regolamento, non passa dal consiglio comunale ed è questo un atto che noi contestiamo all’amministrazione ma va anche detto che la delibera 231 si riferisce all’anno 2022 e quindi con l’assestamento di bilancio non c’entra nulla. Si vanno così a creare due aree quindi con relativa formazione di due direttori, uno tecnico ed uno amministrativo e con aumento della spesa considerato che la remunerazione dei due dirigenti sarebbe pari a quella del segretario generale. Va ribadito però che nel 2021 non si è pensato di integrare somme per l’integrazione oraria ma si è pensato di stornali a favore di altri servizi. In tutta questa confusione sarebbe stato utile un confronto con le forze di opposizione. Infine, possiamo dire che con la creazione di queste due nuove aree si va a burocratizzare ancora di più L’Ente”.

mAd: Ha fatto bene a chiarire alcuni passaggi rimane però aperta una questione politica. Voi avete disertato l’aula e così facendo non avete opposto nessun argomento e avete consentito di fatto che dieci consiglieri comunali, che sostengono l’amministrazione e che oggi sono minoranza anche per numero di voti che hanno ottenuto alle elezioni, di decidere per tutti.  Oggi per questi fatti tanti cittadini stanno considerando le forze di opposizione incapaci a svolgere il loro ruolo.

Ugo Trovato (consigliere comunale): “E’ vero ed è stato questo l’errore più grande che abbiamo commesso in riferimento alla seduta del 26 novembre 2021. Anche se fossimo stati in minoranza bisognava essere presenti alla seduta e dare il nostro voto contrario”.

mAd: Sulla carta siete maggioranza.

Ugo Trovato (consigliere comunale): “Sulla carta ma poi come si può notare in sede di consiglio i numeri dicono altro”.

mAd: Infatti, da troppo tempo fare i calcoli di chi è presente e chi assente e poi alla fine il risultato è sempre quello di fungere da stampella all’amministrazione. La gente lo ha capito.

Ugo Trovato (consigliere comunale): “Agli occhi dei cittadini sembrerebbe essere così, voglio però dire che quando si portano avanti delle battaglie se non si ha un’opposizione coesa allora ci si trova imbavagliati perché i nostri numeri in aula traballano mentre loro dieci restano sempre dieci. Così dall’essere maggioranza spesso ci ritroviamo in minoranza”.

mAd: Quindi cerchiamo di capire. C’è una minoranza che sostiene l’amministrazione Alì, poi abbiamo una maggioranza che non è coesa. Lei si rende conto che questo scenario non è più politicamente tollerabile?

Ugo Trovato (consigliere comunale): “Si, infatti urge a breve organizzare un incontro tra i componenti dell’opposizione per sviluppare un ragionamento politico. Giustamente non si possono più fare queste figure in sede di consiglio comunale perché ovviamente a chi si fa due semplici conti può apparire che noi siamo la stampella dell’amministrazione. Noi invece dobbiamo continuare ad essere quelli che animano i temi politici cittadini e dobbiamo lavorare per essere maggiormente coesi”.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments