BACCALÀ FATTU A GHIOTTA

Buongiorno liberi navigatori.

Oggi per la nostra rubrica “Panza e Prisenza” vi proponiamo un piato gustosissimo e della nostra tradizione siciliana “U BACCALÀ FATTU A GHIOTTA” Upiatto semplice e veloce da preparare ma tanto gustoso. Il baccalà è un pesce azzurro ottimo per la nostra salute dalle carni bianche, sode e saporite.

Questa ricetta è una delle tante che ho scoperto dai miei zii in campagna, quando le mie spensierate estati le passavo insieme ai miei fratelli a casa loro. I piatti erano sempre genuini e strabuoni.

No ridete, ma di questo pesce ho un ricordo particolare perchè li, in campagna, si mangiava pesce solo il mercoledì, quando la mattina presto passava per le vie del paese “Don Sarinu u pisciaru” un signore che vendeva il pesce con la sua “LAPA” verde fiammante adibita a casa del pesce ambulante. Allora, mia zia, appena lo sentiva, subito si precipitava fuori dal cancello di casa , lui si fermava e le elencava tutte le pietanze che aveva sulla lapa. Mia zia, gli raccomandava sempre di darle il pesce migliore.. “Pi picciriddi” che eravamo io e i miei fratelli. Giunta dentro casa, il nostro primo pensiero era di chiedere alla zia cosa avessimo mangiato di buono a pranzo quel giorno, (visto che in campagna avevamo sempre fame) e la zia ci diceva: “oggi baccalà fattu a ghiotta”. La delizia di quel piatto, io, non riesco a descrivervela a parole, profumi e sapori mai più sentiti e gustati. Un miscuglio succulento di felicità per il palato e per l’olfatto.

Un piatto tutto siciliano, un piatto solo nostro che certamente almeno per una volta si è cucinato e gustato in ogni casa siciliana.. Gli ingredienti classici che caratterizzano questa ricetta e la rendono “NOSTRA” sono i pochi ingredienti: l’uva passa, le olive le cipolle, il sedano, la polpa di pomodoro, le patate e peperoncino che usati in maniera equilibrata rendono il piatto ancora più saporito e delizioso.

Durante la preparazione è importante non mescolare mai il baccalà dentro la pentola mentre cuoce perchè si rischia di rompere i pezzi, mentre bisogna scuotere la pentola e farli saltare con cura. Ecco perchè è consigliata una pentola bassa e larga.

INGREDIENTI
1 Kg di filetti Baccalà ammollato
800 gr di Patate
150 g di Olive nere
400 gr di polpa di Pomodoro
2 cucchiai d’uvetta
2 Cipolle
Olio extravergine d’oliva
1costa di Sedano
Sale qb
Peperoncino piccante

PREPARAZIONE

Per prima cosa lavate, pelate e tagliate a tocchetti le patate e mettetele in una ciotola con acqua fredda. Per ora lasciatele riposare in acqua.

Lavate e asciugate i filetti di baccalà, nel frattempo fate scaldare l’olio in ua pentola larga e bassa, quando sarà ben caldo aggiungete il sedano taglizzato finemente e la cipolla tritata finemente e fate rosolare dolcemente e mescolate..fate tutto con dolcezza e senza fretta, il piatto vi riuscirà meravigliosamente buono.

A questo punto potete unire la polpa di pomodoro, l’uvetta e le olive. Fate cuocere 5 minuti ancora dolcemente il tempo che tutti questi ingredienti si amalgamano tra loro e ora, aggiungete delicatamente le patate scolate. Aggiungete un pò di acqua e fate cuocere dolcemente finchè le patate diventeranno morbide. A questo punto aggiungete delicatamente i filetti di baccalà. Fate attenzione a non romperli. Ora aggiungete il peperoncino e un pò di acqua, mettete il coperchio e fate cuocere a fuoco dolce il tempo che si cuoce il pesce e si amalgama con gli ingredienti.

Non mescolate ma smuovete dolcemente la pentola man mano che l’acqua si sarà ristretta e avrà formato insieme a tutti gli altri ingrediendi un sughetto delizioso e tutto siciliano.

Servire caldo, con pane casereccio ben cotto e profumatissimo.(Foto Web)

Buon appetito da
(Panza e Prisenza)