BUCCELLATO O CUCCIDDATU

Buongiorno liberi navigatori.

Oggi per la nostra rybrica “Panza e Prisenza” vi proponiamo la ricetta di un dolce della pasticceria siciliana. Il “BUCCELLATO O CUCCIDDATU” Tale squisitezza a Palermo e provincia è il dolce di Natale per eccellenza. E’ un dolce all’apparenza semplice, a base di pasta frolla, ma racchiude sapori che si intrecciano armoniosamente tra loro e che ci raccontano la Sicilia. Fichi secchi, uva passa, pinoli, mandorle, noci, arancia.

La forma generalmente è di ciambella, con la parte superiore tagliata a formare dei ricami, può essere decorato da miele o marmellata, frutta candita, pistacchi oppure da zucchero a velo. Esistono anche i buccellatini, lo stesso dolce in formato mignon, che possono essere ricoperti da glassa bianca di zucchero e diavoletti di zucchero colorato.

Questo dolce ha origine dal mondo contadino, addirittura potrebbe derivare dal “panificatus” dei romani, il suo nome infatti proviene dal latino “buccellatum”, pane diviso a pezzi, bocconi.

Per quanto riguarda il ripieno, si può pensare ad un’origine araba visto che si tratta di un’associazione di sapori tipici di questa cucina.

Esistono diverse ricette di buccellato, dove possono esserci piccole variazioni, sia nella pasta frolla (si può usare burro o strutto, c’è chi mette ammoniaca chi no), sia nel ripieno, c’è chi mischia tutto con marmellata, chi con miele, chi con un tuorlo d’uovo, c’è chi aggiunge cioccolato, cannella o chiodi di garofano. Anche la decorazione può variare.

In questa ricetta ci saranno due alternative per l’impasto, quello più tradizionale che contiene lo strutto e l’ammoniaca, e quello al burro. Potete decidere secondo le vostre preferenze, il procedimento è comunque uguale.

INGREDIENT PER LA FROLLA TRADIZIONALE
500gr di Farina 00
175 gr di Strutto
175 gr di Zucchero
1 Uovo intero
50 gr di Latte
2 gr di Ammoniaca per dolci
1/2 Bustina di Lievito
Scorza di Limone o di Arancia grattugiata.

INGREDIENTI PER LA FROLLA CON IL BURRO
500 gr di Farina 00
300 gr di Burro
200 gr di Zucchero
3 Uova
1 dl di Latte
Scorza di Limone o di Arancia grattugiata.

INGREDIENTI PER IL RIPIENO
Mezzo bicchiere di Vino Marsala
300 gr di Fichi secchi
200 gr di Uva passa
100 gr di Uvetta sultanina
150 gr di Noci sgusciate
30 gr di Pinoli
30 gr di Scorza di Arancia candita
100 gr di Zuccata
50 gr Cioccolato fondente a scaglie
150 gr di Mandorle tostate
Marmellata d’Arancia
Un pizzico di Cannella.

PREPARAZIONE DELLE FROLLE
Impastare gli ingredienti della frolla, appena il tutto è bene amalgamato, lasciare riposare per circa un’ora nel frigorifero.

PREPARAZIONE RIPIENO
tritare i fichi secchi, l’uva sultanina, l’uva passa, le noci, i pinoli, la scorza d’arancia, la zuccata, le mandorle, e la cannella, mescolare e mettere sul fuoco insieme al marsala per circa dieci minuti. Spegnete il fuoco e aggiungere tre cucchiai di marmellata di arance e fare raffreddare.

Stendete la pasta (1 cm di spessore) in un rettangolo, sistemate il ripieno, distribuite le scaglie di cioccolato e avvolgete a forma di ciambella. Incidete la superficie con tagli che mostrino il ripieno.

Il buccellato deve esser adagiato su di una teglia unta ed infarinata, in forno preriscaldato a 180° per circa mezz’ora .

GUARNIZIONI

Scaldate 4-5 cucchiaiate di miele per versarle nel buccellato in modo da renderlo lucido oppure, spennellate il buccellato con un cucchiio di marmellata d’arance sciolta nell’acqua e infine guarnitelo con della frutta candita mista e una spolverata di pistacchi tritati. (Foto Web)

Buon appetito e buona dimenica da

(Panza e Prisenza)