Carnevale di Acireale, Sammartino, D’Agostino e i consiglieri comunali di minoranza tutti a chiedere “i conti”. Dalla Regione “15gg. poi ispezione”.

ACREALE – Il carnevale edizione 2019 non ha ancora spento i riflettori. Luci accese per l’edizione di quest’anno e particolarmente per le novità, introdotte dalla Fondazione del Carnevale; il ticket d’ingresso al circuito, un corposo programma di spettacoli serali e la gestione dei parcheggi a pagamento.

Certamente alcuni episodi hanno scosso l’edizione del 2019, prima fra tutte le dimissioni del collegio dei revisori dei conti della Fondazione del Carnevale, le vivaci sedute di consiglio comunale, le richieste della minoranza consiliare di conoscere maggiori dettagli rispetto all’organizzazione degli eventi e le spese sostenute per la kermesse carnevalesca.

Il 5 febbraio il consigliere comunale Michele Di Re (capogruppo del “Misto”) dichiara a FanCity: “Ritengo che non si possa fare un bilancio basandosi su previsioni di incassi incerti e con delle spese che, invece, sono certe”. Il 13 marzo la consigliera comunale Sabrina Renna, durante la seduta del consiglio comunale, chiede “il rendiconto delle spese sostenute per l’edizione 2019 del carnevale di Acireale”. VEDI L’INTERVENTO DELLA CONSIGLIERA COMUNALE RENNA

Alle richieste dei consiglieri comunali di opposizione si sono aggiunte quelle degli onorevoli Sammartino (PD) e Nicola D’Agostino (Sicilia Futura) che dall’ARS hanno chiesto chiarimenti. L’on. Sammartino “Notizie sulla legittimità delle procedure adottate dal Comune di Acireale per l’istituzione e l’affidamento di ticket d’ingresso e di aree di sosta a pagamento in occasione del Carnevale 2019” e l’on. D’Agostino l’accesso di tutti gli atti (sia dell’Ente che della FdC) relativi alle manifestazione del carnevale. LEGGI L’INTERROGAZIONE DELL’on. LUCA SAMMARTINO

Successivamente il 17 marzo alla Sala Costarelli si è tenuto un incontro con il sindaco Stefano Alì e il presidente della Fondazione del Carnevale Orazio Fazzio. Per l’occasione ho posto una domanda al presidente della fondazione del carnevale in riferimento alle spese sostenute per l’edizione del carnevale appena conclusa. Il presidente Fazzio, in quell’occasione, ha affermato “Per quanto riguarda la comunicazione relativa a spese e proventi è ovvio che daremo comunicazione così come è ovvio che in questo momento siamo in corso d’opera e, quindi, non possiamo dare un bilancio se ancora non abbiamo consumato tutte le tappe e le stesse si concludono con il carnevale dei fiori”.

27 marzo la Regione Siciliana (assessorato delle autonomie locali e della funzione pubblica) chiede al sindaco di Acireale Alì di relazionare sulle richieste di chiarimento (ticket e parcheggi) esposte dall’on. Sammartino e, in assenza di resoconto dettagliato, entro 15 gg l’ufficio regionale “valuterà l’opportunità di attivare intervento ispettivo”.

Infine il 9 aprile assisteremo ad un’altra seduta del consiglio comunale che dovrebbe essere dedicata all’edizione del carnevale appena conclusa. I consiglieri comunali di minoranza vogliono conoscere tutti gli atti e i numeri di questa travagliata e, per tanti aspetti, innovativa edizione di re Burlone acese.

(mAd)