CARNEVALE, presentato il programma dell’edizione 2020

«Questa conferenza stampa sia l’inizio dell’edizione 2020 del Carnevale. Deve essere la festa dell’allegria. Il divertimento del Carnevale si deve respirare nell’atmosfera e deve prescindere dai personaggi pomposi sul palco, dai Cda della Fondazione, dal direttore artistico. Il Carnevale è una grande manifestazione di popolo e quest’anno la festa dell’allegria, grazie alla collaborazione con Telethon, diventa anche una manifestazione di solidarietà. Sarà un Carnevale lungo e sarà comunque un bel Carnevale, perché sono bellissime le opere dei nostri maestri della cartapesta e del fiore, che quest’anno torneranno protagonisti del lunedì, come da tradizione». Così il presidente della Fondazione del Carnevale Gaetano Cundari ha tratteggiato lo spirito del Carnevale 2020 alla conferenza stampa di presentazione del programma che si è svolta stamattina al Palazzo di Città. Oltre ai membri del Cda della Fondazione Valeria Castorina e Valentina Duca, sono intervenuti il sindaco Stefano Alì e l’assessore al Turismo Fabio Manciagli, il coordinatore provinciale Telethon Maurizio Gibilaro e il presidente del consiglio comunale Sonia Abbotto.   Tra i numerosi presenti c’erano i componenti del Cda della Fondazione, i componenti della giunta, alcuni componenti del consiglio comunale e i rappresentanti delle associazioni che organizzano le manifestazioni collaterali.  Presenti anche i due tecnici che coadiuveranno la Fondazione nelle giornate del Carnevale: Salvo Fichera sarà la nuova voce del Carnevale, Gaetano Leonardi sarà il direttore tecnico degli spettacoli.

I giganti in cartapesta in concorso saranno otto. Si ritornerà al lunedì tradizionale con l’esibizione dei sei carri infiorati in concorso.  Le associazioni vincitrici quest’anno riceveranno come riconoscimento tangibile la scultura bronzea di Lavica, la mascotte del Carnevale, che passerà poi al vincitore dell’edizione successiva.

Anche per il Carnevale 2020 è confermato il ticket d’ingresso di 5euro per i non residenti. L’abbonamento con sei ingressi costerà 20 euro.

Gli spettacoli saranno tutti made in Sicily, con i Kunsertu, Daria Biancardi e gli attori di “Sicilia Cabaret” e le storiche band acesi si uniranno a San Valentino per un concerto in piazza Duomo. Nella sala Pinella Musumeci si terrà la “Fiera del Fumetto”.

«Il Carnevale è una grande macchina, guidarla richiede un lavoro assiduo fatto da uomini e donne molto diversi tra loro per età e professioni, che formano una squadra che lavora e produce gratuitamente al servizio della città. Lo fanno per amore e li ringrazio», ha dichiarato l’assessore al Turismo Fabio Manciagli.

«Ringraziamo i nostri artisti della cartapesta e dei fiori. La Fondazione si è sobbarcata un’impresa epica e questo si fa per amore la città, grazie agli uffici, tutti noi per organizzare il Carnevale facciamo grandi sacrifici. Ma è un momento molto bello, che richiama grande attenzione. Questa è la manifestazione principe della città, per cui il Comune investe tantissimi soldi dei contribuenti acesi, per cui dobbiamo dare una risposta adeguata all’attenzione che genera e quest’anno lo faremo, – ha sottolineato il sindaco Alì-. E’ uno dei biglietti da visita più importanti di Acireale, un ‘occasione importante di destagionalizzazione del turismo ed è una delle manifestazioni turistiche più importanti della Regione, malgrado la Regione non sia molto generosa nei contributi».

L.C.