CCR, approvato dal consiglio comunale il progetto per la realizzazione in via Catusi. Le dichiarazioni.

ACIREALE – Il consiglio comunale approva il progetto per la realizzazione del CCR (isola ecologica) in via Catusi.

Dichiara l’assessore all’ambiente Francesco Fichera: “Un altro passo avanti per Acireale. Grazie al Consiglio Comunale (e a tutti i consiglieri che sono comunque rimasti in aula) per l’approvazione a larga maggioranza del progetto che ci consente di proseguire il percorso per la realizzazione del CCR di Acireale”.

Alle dichiarazioni dell’assessore Fichera fanno eco quelle del sindaco Roberto Barbagallo che afferma: “Ringrazio il Consiglio Comunale per aver approvato un atto fondamentale per la realizzazione della nuova Isola Ecologica (CCR) permanente. Dopo anni di sacrifici e lavoro finalmente sarà realizzata una importante infrastruttura utile a migliorare il nuovo sistema di raccolta. Dopo l’importante risultato in termini di percentuale di raccolta ed in termini di risparmio per i cittadini possiamo sempre migliorare e risparmiare”.

Ma non sono tutti baci e abbracci, infatti arriva un nota del consigliere comunale Salvo Seminara che dichiara senza giri di parole: “Il favorevole voto d’aula (per il quale ho richiesto l’appello nominale) di ieri sera ha determinato ciò che l’intera città auspicava sin dall’inizio della nostra avventura amministrativa. Un altro importantissimo obiettivo programmatico dell’Amministrazione Barbagallo è stato realizzato, con buona pace di chi, in questi anni, ha remato senza scrupolo alcuno, contro gli interessi dell’intera collettività acese e per meri interessi di bandiera partitica che con la politica, quella vera, ha ben poco da spartire. Lo stesso voto, altresì, ha sancito, in maniera indelebile, la netta differenza tra chi, partecipando al voto, senza differenza tra maggioranza ed opposizione, ha a cuore il benessere dei nostri concittadini e chi, invece, abbandonando l’aula prima del voto, ha preferito seguire, in parte, il bieco tatticismo politico o, per altra parte, l’arrogante supponenza dei narcisi”.

Prima del voto sono usciti dall’aula i consiglieri Calì. Piro, Ferlito, Scalia R. – Si sono astenuti iconsiglieri: Pennisi, D’Ambra, Pulvirenti, Grasso, A. Castro – Assenti i consiglieri L. Scalia, Sorace, G. Vasta. I voti favorevoli sono stati diciotto (18).

(red)